Repubblica Congo

Olio di palma, mega progetto per gruppo della Malesia

REP. CONGO – Potrebbe essere il più grande complesso agroindustriale della Repubblica del Congo quello che nascerà dall’investimento del gruppo Wah Soeng, della Malesia, intenzionato a spendere 744 milioni di dollari in 10 anni per sviluppare 180.000 ettari di piantagioni di palma da olio.

(283 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • Repubblica Congo Free

    Manca poco alla consegna della nuova sede del porto...

    REP CONGO - Sarà consegnata il mese prossimo allo Stato congolese la nuova sede amministrativa del porto autonomo di Pointe-Noire. L'azienda incaricata dei lavori, la China Geo Engineering Corporation International Ltd, ha riferito di aver già ordinato tutti i materiali di finitura dalla Cina. Il nuovo edificio in vetro di 15 piani, a forma di barca a vela, sarà dotato di uffici, di una sala convegni da 1000 posti, di ristoranti, di un sistema di controllo biometrico, di quattro ascensori e altri servizi. Avviati in persona dal presidente della Reppublica Denis Sassou N'Guesso il 23 dicembre 2011, i lavori in corso daranno luce alla nuova sede amministrativa del Porto Autonomo di Pointe-Noire destinata a migliorare sia la qualità e l’efficacia dei servizi forniti agli utenti della struttura che le condizioni di lavoro del personale. Finanziata per un valore di 26 milioni di euro dal governo congolese che ha fatto della riabilitazione del porto di Pointe-Noire una priorità della propria azione, quest’opera, situata a pochi metri dall'Oceano Atlantico, si inserisce nel programma di investimenti prioritari per la modernizzazione e il miglioramento dei servizi e strutture portuali.
  • Camerun Free

    Industria tessile, chiude la Cicam di Garoua

    CAMERUN - La Cotonnière industrielle du Cameroun (Cicam), l’unico trasformatore di cotone dell’Africa centrale, ha dovuto chiudere la sua fabbrica di Garoua, nella parte settentrionale del Paese. Lo si apprende da fonti di stampa camerunesi. Il provvedimento segue la decisione della Cotton Development Corporation (Sodecoton) di sospendere le consegne della materia prima a Cicam che ha quasi 2 milioni di dollari di debiti non pagati all’azienda cotoniera. La chiusura della filiale di Garoua, da molti anni finanziariamente fragile a causa della concorrenza dei tessuti importati dalla Cina e dall’Africa occidentale, ha portato al licenziamento di 352 dipendenti. [VGM]
  • R.D. Congo Free

    Selezionati centri sanitari per elettrificazione solare

    REP DEM CONGO - Sono in tutto 46 i centri sanitari e gli ospedali selezionati dal governo di Kinshasa nella provincia occidentale di Kwilu per essere collegati all'elettricità attraverso impianti a isola alimentati dall'energia fotovoltaica.

    A riportarlo sono i media specializzati, ricordando che solo l'un per cento dei centri sanitari nelle zone rurali della Repubblica democratica del Congo sono attualmente dotati di un collegamento continuo all'elettricità.

    "Questo progetto è già finanziato al 60% da un partner sudafricano - ha detto Junior Mbembe Pepe, coordinatore provinciale del ministero dello Sviluppo rurale - Il governo provinciale di Kwilu ha accettato di aggiungere il restante 40%".

    Secondo le informazioni rese note, il costo del progetto è stato stimato in 1,37 milioni di dollari.

    La Repubblica Democratica del Congo ha uno dei tassi di elettrificazione più bassi del continente. In base ai dati a disposizione della Banca africana di sviluppo, nel 2019 solo il 6% della popolazione aveva accesso all'elettricità. Questo tasso è del 30% nelle città e solo dell'1% nelle zone rurali. [MV]

  • Gabon Free

    Apre i battenti a Franceville il più grande...

    GABON - Dopo cinque mesi di lavori titanici, il supermercato Géant Mirna è stato aperto al pubblico la scorsa settimana con una cerimonia di inaugurazione a Franceville, capoluogo della provincia sud-orientale del Haut-Ogooué, alla presenza del prefetto di Bongoville, Jean de Dieu Oyessi M’Onfuya e di altre autorità politiche e amministrative locali. “Oggi abbiamo aperto questo supermercato a Franceville. Sono felice, perché questo negozio è un vantaggio per gli abitanti del Haut-Ogooué”, ha detto il direttore generale di questo stabilimento, Moucketou Abbas, prima di specificare: “Per quanto riguarda i dipendenti, abbiamo per questa grande partenza 31 dipendenti esclusivamente gabonesi, in particolare sei cassieri, 15 ragazze e 10 ragazzi di reparto. Questa scelta non è casuale, perché abbiamo posto l'accento sulle nazionalità per contribuire allo sviluppo dei nostri giovani fratelli e sorelle della provincia”. Situato nel cuore di Potos, il più grande spazio di attrazioni del capoluogo, il nuovo negozio è diventato il più grande della provincia e offre una vasta gamma di prodotti nell'imponente edificio a due piani, il primo dei quali è dedicato ai prodotti alimentari e per l'igiene e il secondo principalmente agli elettrodomestici. Da quando il negozio Score ha chiuso diversi anni fa, gli abitanti del Haut-Ogooué non disponevano più di un grande supermercato per la loro spesa quotidiana.
  • R.D. Congo Free

    Una nuova società mineraria aperta alla partecipazione...

    R.D.CONGO - Una nuova società aperta “ai soli congolesi disposti ad acquistare quote”: così l'uomo d'affari israeliano Dan Gertler ha presentato la “Yabiso SA”, venuta ad arricchire il settore minerario della Repubblica Democratica del Congo. “Il 16 novembre 2020, Dan Gertler ha annunciato la sua intenzione di lanciare un modo innovativo, mai provato prima, in modo che il popolo della RDC possa partecipare direttamente alla ricchezza mineraria del paese. Da allora, Dan Gertler e il suo team hanno lavorato per trasformare la sua visione in realtà. Oggi è lieto di annunciare il lancio di Yabiso SA", si legge in una nota dello scorso 4 gennaio. Yabiso sarà una società ad azionariato diffuso, regolata dalle leggi congolesi. Il 30% del flusso delle royalty del progetto Metalkol Rtr di cobalto e di rame, nella provincia sudorientale dell’Alto-Katanga - acquisito dal magnato israeliano alla compagnia mineraria statale Gecamines nel giugno 2017 per un totale di 83 milioni di dollari - sarà trasferito in questa società finanziaria. “Qualsiasi cittadino congolese potrà partecipare come partner in Yabiso SA, al solo patto di investire da un minimo di 50 euro fino a un massimo di 10.000 euro e questo, dopo un rigoroso processo di selezione”, si legge nel comunicato della neonata compagnia. Peraltro, aggiunge la nota, i Congolesi con redditi bassi usufruiranno di un “meccanismo previsto internamente per consentire agli investitori di beneficiare di un prestito senza interessi fino al 100% del valore delle azioni emesse, il cui prestito sarà rimborsabile da Yabiso a partire dal flusso delle royalties, con un periodo di grazia di 5 anni”.
  • Camerun Free

    Agroalimentare, cercasi investitori per partnership

    CAMERUN - Il ministero dell'Allevamento, della pesca e delle industrie animali del Camerun ha lanciato un invito alla partnership di investitori che desiderano investire nella lavorazione di prodotti animali. Grazie al finanziamento fornito dalla Banca Mondiale nell'ambito del Livestock Development Project, il governo - riferiscono fonti di stampa locale - intende cofinanziare la costituzione di unità di trasformazione alimentare con il settore privato. Il ministero è alla ricerca di progetti mirati per la costruzione di "unità di trasformazione del latte su larga scala con la possibilità di costituire un caseificio e un'unità di macelleria industriale di suini, per la lavorazione del pollame, dei prodotti delle api e della carne bovina".  [GT]