Ghana

A luglio ad Accra evento su agribusiness e fertilizzanti

GHANA – Si terrà ad Accra dal 10 al 12 luglio prossimi la seconda edizione della West Africa Fertilizer Agribusiness Conference, appuntamento settoriale dedicato alla catena del valore in agricoltura.

(131 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Ghana Free

    Accra e Abidjan firmano intesa per bonificare siti...

    GHANA / COSTA D'AVORIO - I governi di Accra e Abidjan hanno firmato un memorandum d'intesa per definire un piano d'azione volto a contrastare l'inquinamento causato dall'estrazione mineraria illegale e bonificare i bacini d'acqua interessati da tali attività.

    A darne notizia sono i media ghanesi, specificando che l'intesa stabilisce raccomandazioni, termini di riferimento e scadenze per contrastare i fenomeni d'inquinamento dei fiumi Bia e Tano nella regione Occidentale del Ghana che confluiscono poi nelle lagune ivoriane.

    L'intesa è stata siglata a margine di una riunione ministeriale congiunta ad alto livello organizzata dai ministeri degli Affari esteri dei due paesi.

    In base a quel che viene reso noto, il piano d'azione prevede di identificare le competenze di ciascun ente governativo in ciascuno dei due paesi relativamente al contrasto delle attività minerarie illegali e al contrasto dell'inquinamento, l'identificazione delle fonti di inquinamento, l'identificazione delle risorse finanziarie necessarie, la raccolta di campioni per l'analisi di laboratorio e l'ispezione congiunta dei siti fonti d'inquinamento. Tali attività dovranno essere concluse entro la fine di quest'anno in modo da consentire subito dopo l'avvio della seconda fase del programma. [MV]
  • Senegal Free

    Fondi dall'AfDB per il Treno espresso regionale di...

    SENEGAL - Sono pari a 192,8 milioni di dollari i fondi concessi dalla Banca africana di sviluppo (AfDB) al governo di Dakar per finanziare il progetto ferroviario del Treno espresso regionale (TER), che è previsto entri in funzione entro la fine del prossimo anno.

    Ad annunciarlo è stata la stessa AfDB, ricordando che il progetto ferroviario prevede la costruzione di una tratta lunga 36 chilometri per collegare la capitale con la nuova municipalità di Diamniadio, dov'è in costruzione il nuovo aeroporto internazionale Blaise-Diagne.

    "Il progetto consentirà di liberare il potenziale di crescita di Dakar e della regione circostante - ha detto l'economista dell'AfDB specializzato nel settore dei trasporti, Mohamed Ali Ismaël - favorendo lo sviluppo di una mobilità sostenibile che può rappresentare un modello anche per altre città africane". [MV]
  • Nigeria Free

    Azienda indonesiana interessata a costruire raffineria...

    NIGERIA - La sussidiaria nigeriana della compagnia petrolifera indonesiana PT Intim Perkasa ha espresso il proprio interesse a costruire una raffineria modulare con capacità iniziale di 10.000 barili nello stato sud-orientale di Akwa Ibom.

    A darne notizia sono i media locali, specificando che ad annunciare la manifestazione d'interesse indonesiana è stato il responsabile delle relazioni con gli investitori della compagnia petrolifera nigeriana NNPC, Adi Hartadi.

    Attualmente in Nigeria sono presenti tre raffinerie petrolifere, che hanno una capacità totale installata di 445.000 barili ma che non operano a pieno regime a causa della scarsa manutenzione e dell'assenza di nuovi investimenti. [MV]
  • Senegal Free

    Air Senegal compra due velivoli ATR

    SENEGAL - Air Senegal SA, la nuova compagnia aerea nazionale senegalese, ha firmato un contratto per un ordine fermo di due ATR 72-600 all’Air Show di Parigi. Con un valore stimato di circa 50 milioni di Euro a prezzo di listino, il contratto è stato formalizzato oggi in presenza di Maimouna Ndoye Seck, ministro del Senegal per il turismo e il trasporto aereo e Elisabeth Borne, ministro francese dei trasporti.

    Lo riferisce l’ufficio stampa di ATR, Aerei di Trasporto Regionale, un gruppo di interesse economico produttore di aeromobili formato nel 1981 dalla francese Aérospatiale (Airbus Group) e dall'italiana Aeritalia (poi Alenia Aermacchi, successivamente confluita in Finmeccanica, oggi Leonardo.

    La consegna di questi due velivoli a turboelica, che costituiranno la flotta iniziale della compagnia aerea, sarà effettuata nel novembre 2017. La cerimonia di inaugurazione dell’Air Senegal SA si terrà il 7 dicembre 2017, in concomitanza con l’inaugurazione del nuovo Blaise Diagne International Airport di Diass, situato a circa 50 chilometri da Dakar.

    Il ripristino di una compagnia aerea nazionale fa parte di un piano governativo chiamato Piano per un Emergente Senegal (PSE), finalizzato a stabilire nuove politiche economiche e sociali nel medio-lungo termine, a rivitalizzare la crescita economica del paese e a migliorare la qualità della vita dei suoi abitanti.

    Come parte del suo sviluppo, Air Senegal SA ha tra i prossimi piani l’acquisizione di aeromobili a corridoio singolo, seguita da aerei ad alta capacità, che dovrebbero poi consentire di operare la famosa rotta Parigi-Dakar. [CC]