Burkina Faso

Convenzione con società canadese per lo sfruttamento dell’oro di Boungou

BURKINA FASO – Il governo burkinabè e la compagnia mineraria Société d’exploitation minière d’Afrique de l’Ouest (SEMAFO), compagnia estrattiva canadese, che sta costruendo una miniera d’oro a Boungou, nell’Est del Paese, hanno firmato la convenzione relativa all’attività estrattiva sul territorio nazionale.

(169 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Ghana Free

    Ex presidente Mahama si fa risentire e apre a possibile...

    GHANA - Si è fatto risentire dopo un lungo silenzio l’ex presidente del Ghana John Dramani Mahama. E lo ha fatto annunciando indirettamente l’intenzione di volersi candidare per le elezioni presidenziali in programma nel 2020. In realtà non si è trattato appunto di un annuncio diretto, ma Mahama ha affidato a un post pubblicato sul proprio profilo Facebook l’intenzione di non non voler deludere i suoi sostenitori. Mahama, dopo la sconfitta alle elezioni di dicembre 2016, è stato ampiamente criticato all’interno del suo partito, il National Democratic Congress; diversi alti esponenti del partito lo hanno accusato di essere la vera causa della sconfitta e di essersi affidato a gente senza esperienza nel corso della campagna elettorale. Nel post pubblicato su Facebook, Mahama si rivolge direttamente ai suoi simpatizzanti  affermando di aver ascoltato gli inviti a farsi avanti, di essere in uno stato di riflessione e di non voler deludere benché si sia ancora in attesa delle linee guida del partito che serviranno a selezionare il nuovo leader. [MS]
  • Mali Free

    Linea di credito per Pmi, rafforzerà capacità di...

    MALI - Una linea di credito di 8 milioni di dollari è stata aperta dalla Banca africana di Sviluppo a favore del Mali, in particolare delle piccole e medie imprese maliane. La misura, di cui dà notizia la stessa AfDB ha lo scopo di rafforzare le capacità di spesa delle Pmi fornendo valuta estera da destinare alle attività commerciali; a trarne vantaggio saranno soprattutto quelle imprese che operano nel campo dei lavori pubblici, dell’import-export e dei trasporti. Secondo una nota delle stessa banca, la misura dovrebbe consentire di spingere il settore finanziario maliano, migliorando il generale clima degli affari e consentendo di creare posti di lavoro. Il Mali sta tuttora attraverso un momento complesso con le regioni settentrionali che vedono la presenza di gruppi armati contro i quali è impegnata una missione militare multinazionale. Nella più popolosa regione meridionale i problemi di sicurezza sono sicuramente inferiori ma il quadro resta in transizione. [MS]
  • Nigeria Free

    Un portale per fornire informazioni a potenziali...

    NIGERIA - Un portale destinato a favorire gli investimenti è stato lanciato dal ministero del Commercio nigeriano. Il portale, denominato iGuide Nigeria, è stato pensato per migliorare il clima degli affari nel Paese fornendo informazioni pertinenti e dati ai potenziali investitori. Il ministro del Commercio, Okechukwu Enemaleh, ha sottolineato come a spingere lungo questa direzione sia stata anche la graduatoria del Paese nell’Indice Doing Business della Banca Mondiale, dove la posizione occupata è la 145 su un totale di 190. In questa speciale classifica la Nigeria è risalita di 24 posizioni nell’ultimo anno e il lancio del portale dovrebbe consentire di guadagnare ulteriori posizioni. Yewande Sadiku, segretario esecutivo della Nigerian Investment Promotion Commission (Nipc), ha sostenuto che il nuovo strumento fornirà informazioni di base per aiutare chi è chiamato a prendere decisioni sulla scelta della Nigeria come destinazione finale di investimenti: “Fornirà in particolare informazioni su procedimenti, normative, costo del lavoro, terra, tasse, diritti degli investitori, settori e opportunità”. [MS]
  • Togo Free

    Nuovo impulso per il succo d’ananas bio togolese, in...

    TOGO - Ci sarà più succo d’ananas di provenienza togolese sui mercati dell’Europa, grazie ai nuovi capitali introdotti dal fondo d’investimenti Moringa nella società Jus Délice, specializzata nella trasformazione a partire da frutta da agricoltura biologica.   Il segmento dei succhi di frutta naturali bio sta crescendo a ritmo sostenuto e l’Europa rappresenta il 50% del consumo mondiale.   Il Togo è noto per la qualità ‘pan di zucchero’ di ananas, particolarmente adatto alla produzione di succo di alta qualità.   E’ su questa attività che ha deciso di puntare il Fondo Moringa, con un importo di 2,6 milioni di euro. Il Fondo Moringa, nato su iniziativa della Compagnia Benjamin de Rothschild (CBR) è specializzato nei progetti di agro business in Africa sub-sahariana e in America latina, sostenuto dalla Banca africana per lo sviluppo (AfDB).   La coltivazione biologica di ananas in Togo ha già colto l’interesse della di Coopermondo, la Ong di Confcooperative, che ha contribuito alla nascita della Cooperativa di giovani produttori di ananas biologico CPJPPAB del Togo, nell’ambito del progetto "Sistemi e strumenti di finanziamento dell'agricoltura in Togo". [CC]
  • Costa AvorioGhana Free

    Abidjan e Accra si muovono per implementare decisione...

    COSTA D’AVORIO / GHANA - I governi di Abidjan e Accra hanno avviato i processi per mettere in pratica la sentenza presa lo scorso settembre dal Tribunale internazionale del diritto del mare (ITLOS) in merito alla disputa sul confine marittimo tra i due Paesi. A darne notizia sono i media locali, segnalando l’avvenuto deposito presso le rispettive autorità competenti le coordinate delle linee di confine così come definite dalle Nazioni Unite. “La fase di implementazione è molto critica poiché assicura la comunità internazionale degli investitori della sicurezza dei propri investimenti e garantisce che i blocchi petroliferi in concessione siano assegnati correttamente - ha detto Richard Addo Darko, segretario del Comitato ministeriale bilaterale Ghana-Costa d’Avorio per l’implementazione della sentenza - Obiettivo adesso è definire le procedure le ottimizzare lo sfruttamento delle future scoperte di risorse che esistono lungo il confine marittimo e la loro gestione condivisa”. La disputa decennale tra i due Paesi aveva rallentato lo sviluppo di progetti a cavallo di una frontiera marittima che risultava contesa e che a più riprese aveva guastato i rapporti diplomatici; ha riguardato un'area nei pressi della quale il governo di Accra aveva assegnato a Tullow Oil una serie di licenze esplorative di idrocarburi, al largo delle coste della Western Region. L'area al centro della disputa frontaliera è quella che il Ghana ha censito sotto il nome di C100, adiacente al bacino di Tano, ed ha rivendicato come esclusivamente propria, fino a quando nel 2012 anche la Costa d'Avorio ha reso nota l'intenzione di voler procedere ad operazioni di esplorazione ed estrazione nello stesso luogo. Lo scorso settembre l’ITLOS ha stabilito che il Ghana non ha violato la sovranità della Costa d’Avorio, optando tuttavia per una linea di confine non coincide esattamente né con la richiesta di Abidjan né con quella di Accra. [MV]
  • Guinea Free

    Dimissioni del primo ministro e del governo, una mossa...

    GUINEA - Il primo ministro Mamady Youla ha presentato ieri, alla chiusura del Consiglio dei ministri, le sue dimissioni e quelle del governo della Guinea. Il presidente Alpha Condé ha accettato le dimissioni e chiesto alla squadra uscente di seguire le questioni aperte fino alla nomina di un nuovo esecutivo.   Un rimpasto di governo era stato annunciato da diverse settimane dal presidente, in seguito a un’ondata di malcontento nel Paese, tradotto in scioperi e manifestazioni. I risultati delle elezioni locali del 4 febbraio scorso, vinte dal partito al potere RPG Arcobaleno, sono stati aspramente contestati dall’opposizione, mentre i sindacati degli insegnanti sono stati protagonisti di manifestazioni per chiedere aumenti di stipendio.   Youla, 56 anni, era stato nominato alla guida dell’esecutivo nel 2015, all’indomani della rielezione di Condé per un secondo mandato. Dopo essere stato consigliere del primo ministro dal 2003 al 2004, aveva proseguito la sua carriera nel privato, alla guida della Guinea alumina corporation.   Il futuro governo sarà incaricato di traghettare il Paese verso le elezioni parlamentari, che dovrebbero tenersi entro la fine del 2018. [CC]