Libia

Alfano a colloquio con Rappresentante speciale Onu in vista del vertice di Londra

LIBIA – Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Angelino Alfano ha avuto ieri una conversazione telefonica con il Rappresentante Speciale delle Nazioni Unite per la Libia, Ghassam Salamè.

(372 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Nord

  • Marocco Free

    Aziende russe interessate a partecipare in costruzione...

    MAROCCO - Le aziende russe Gazprom e Novatek sono interessate a partecipare ai lavori per la costruzione di un gasdotto e di un terminal per il gas naturale liquefatto in Marocco.

    Lo ha detto ai media russi il ministro dell'Energia del governo di Mosca, Alexander Novak, aggiungendo che sono in corso anche colloqui relativi alla realizzazione di un o più impianti per la generazione di elettricità per una capacità complessiva di 2400 MW.

    "Le nostre grandi aziende, in particolare Gazprom e Novatek, sono pronte a partecipare in questo genere di grandi progetti - ha detto Novak - Sono già in corso negoziati per la fornitura di gas naturale liquefatto dai progetti russi di Yamal-LNG e Arctic LNG".

    In base a quel che viene reso noto, il governo di Rabat sta elaborando i parametri tecnici dei progetti legati al gas naturale, in particolare i dati sui consumi previsti e la componente commerciale.[MV]
  • Egitto Free

    Apertura ai privati per operare ferrovie

    EGITTO - Il governo del Cairo ha emendato la normativa che disciplina l'Autorità delle ferrovie di Stato in modo da consentire al settore privato di operare servizi ferroviari nel Paese.

    Ad annunciarlo è stato il ministro dei Trasporti, Hisham Arafat, sottolineando tuttavia come l'apertura ai privati non corrisponde a una privatizzazione del servizio né è prevista alcuna privatizzazione del settore ferroviario.

    Il nuovo regolamento garantisce invece alle aziende del settore privato il diritto di operare servizi ferroviari sulla base di un contratto quindicennale.

    Attualmente sono circa 350 milioni i passeggeri trasportati ogni anno dalle ferrovie egiziane. [MV]
  • Egitto Free

    Caso Regeni: Al Sisi a Gentiloni, impegno Cairo per...

    EGITTO - “Massimo impegno nella ricerca della verità sull’uccisione del ricercatore italiano, Giulio Regeni, e la consegna dei responsabili alla giustizia”: lo ha dichiarato il presidente dell’Egitto, Abdel Fattah al Sisi, in un incontro con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, a margine dell’Assemblea Generale dell’Onu. Lo riporta il canale arabo Al Arabiya.

    L’incontro, confermato in sé anche da fonti di Palazzo Chigi, ha visto il presidente dell’Egitto Abdel Fattah al Sisi elogiare i forti legami storici con l’Italia, accogliendo con favore il rilancio delle relazioni bilaterali e il superamento delle difficoltà anche attraverso la stretta collaborazione sul caso Regeni.

    Lo ha riferito il portavoce della presidenza egiziana, Alae Youssef, secondo quanto riporta la tv araba Al Arabiya. Al Sisi ha evidenziato inoltre che “l’Egitto non dimenticherà le posizioni dell’Italia a sostegno della volontà del popolo egiziano”, confermando l’impegno a “rafforzare le relazioni bilaterali in diversi campi, tra cui quelli politici ed economici”.

    Da parte sua, il presidente Gentiloni, sempre secondo quanto riferito solo dal portavoce egiziano, ha confermato l’intento dell’Italia a “rafforzare i rapporti di collaborazione con l’Egitto su tutti i fronti”, sottolineando che il ritorno degli ambasciatori rientra in questo ambito. Così come viene confermato l’impegno a rafforzare la sinergia per affrontare insieme le sfide comuni, in particolare il terrorismo e il ritorno della stabilità in Medioriente e nell’area del Mediterraneo. Durante l’incontro c’è stato anche un aggiornamento sul caso Regeni con l’accordo di proseguire la collaborazione tra gli investigatori. Nel confronto tra i due anche la Libia: Al Sisi ha confermato “la necessità del raggiungimento di una soluzione politica che ponga fine alla crisi libica, tutelando la sovranità statale e la sicurezza territoriale”. [AGI / InfoAfrica]
  • Tunisia Free

    A novembre la Conferenza sugli investimenti per una ...

    TUNISIA - Una ‘Nuova Tunisia, Nuova visione economica’, questo il tema, ampio, su cui si svilupperà il prossimo Tunisia Investment Forum (TIF 2017). Giunta alla sua 18ma edizione, l’iniziativa è in programma l’8 e il 9 novembre prossimi a Tunisi e vedrà la presenza di rappresentanti di circa 50 Paesi, personalità di alto livello di organizzazioni, istituzioni economiche e finanziarie locali e internazionali. Il TIF 2017 sarà rafforzato dalla presenza del Presidente del Governo tunisino e di alti funzionari istituzionali che presenteranno la visione strategica di sviluppo in Tunisia. Il TIF 2017 riunirà esperti internazionali, istituzionali ed investitori tunisini ed esteri attorno a due diversi panel e due workshop. Anche quest’anno ci sarà poi la possibilità di tenere B2B pianificati. Per le aziende italiane il punto di riferimento è l’ufficio di Milano dell’Agenzia tunisina per la promozione degli investimenti esteri: Fipa Tunisia Milano, Via Gonzaga, 5 - Tel. 02.809297; fipa.milan@investintunisia.it; www.tunisiainvestmentforum.tn Cliccando qui è possibile scaricare la bozza del programma.
  • Algeria Free

    Annunciata revisione sistema licenze di importazione

    ALGERIA - Il ministro algerino del Commercio, Mohamed Benmeradi, ha dichiarato che a partire dal prossimo anno il sistema delle licenze di importazione sarà esteso ad ulteriori prodotti.

    A segnalarlo è l’ufficio di Algeri dell’Agenzia ICE, precisando che da un mese un gruppo di lavoro interministeriale è stato incaricato dal governo algerino di affinare le liste dei prodotti sottoposti a licenza.

    In base a quel che viene reso noto, l’obiettivo è evitare che il sistema delle licenze penalizzi l’approvvigionamento della produzione nazionale.

    Secondo quanto riportato dall’Agenzia ICE, si tratta cioè di escludere dalla lista gli input ed i beni strumentali.

    Il ministro Benmeradi ha sottolineato che, attraverso tale procedura, il lavoro mirerà ad incoraggiare la produzione nazionale, limitando le importazioni dei prodotti già realizzati in loco quali il cemento. [MV]
  • Tunisia Free

    Annunciati studi per costruire un ponte tra Tunisia e...

    TUNISIA - Ha un costo stimato pari a 100 miliardi di dollari il progetto per costruire un ponte lungo 130 chilometri che consentirà di collegare la Tunisia con la Sicilia, attualmente in fase di studio.

    A descrivere il progetto ai media tunisini è stato il responsabile della cooperazione internazionale dell'Ordine degli ingegneri tunisini (OIT), Amel Makhlouf, ricordando che il progetto - denominato TUNeIT (Tunisia e ITalia) - è frutto di un'idea di un gruppo di ingegneri italiani e sarebbe sostenuto da aziende e istituzioni tra cui il gruppo Ferrovie dello Stato e l'università Sapienza di Roma.

    "Abbiamo fatto studi tecnici molto dettagliati e abbiamo concluso che il progetto è perfettamente possibile - ha detto Makhlouf - Vogliamo collegare l'Africa con l'Europa e l'Asia attraverso la Tunisia".

    Il progetto prevede la costruzione di un ponte lungo 130 km costruito in quattro sezioni da 30 km ciascuna connesse tra loro da altrettante isole artificiali, che saranno autonome dal punto di vista energetico grazie alle fonti rinnovabili. La sezione iniziale del progetto infrastrutturale, nei pressi della località di El Haouaria, sarà realizzata tramite un tunnel sottomarino per evitare gli effetti negativi dell'erosione delle coste causate dai cambiamenti climatici. [MV]