Burkina Faso

Allo SPACE soluzioni per formazione e vaccini

BURKINA FASO –  Torna regolarmente ogni anno da cinque anni perché ha scoperto che lo SPACE offre risposte a numerose problematiche che incontra nel suo Paese, il Burkina Faso, Harouna Swadogo, uno dei visitatori del Salone internazionale delle produzioni animali (SPACE) in corso dal 12 settembre a Rennes, nella regione francese della Bretagne. Operatore privato della filiera avicola, Swadogo cerca qui soluzioni alle non poche problematiche che incontra nel proprio Paese.

(307 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Costa Avorio Free

    Torna a novembre il Salone dell'agricoltura e dell...

    COSTA D'AVORIO - Si svolgerà quest'anno dal 17 al 26 novembre prossimi ad Abidjan la quarta edizione del Salone internazionale dell'agricoltura e delle risorse animali (SARA), considerato il più importante appuntamento settoriale in Africa occidentale.

    Il Salone avrà una superficie espositiva estesa su un totale di 8 ettari e padiglioni tematici e regionali.

    Secondo gli organizzatori all'evento è attesa la partecipazione di oltre mezzo milione di visitatori provenienti da 18 Paesi della regione. Più di 600 sono state le aziende che hanno partecipato in qualità di espositori alla precedente edizione, nel 2015.

    Per informazioni sulle modalità di partecipazione consultare il sito internet www.sara.ci. [MV]
  • Ghana Free

    Annunciato fondo per sostenere lo sviluppo industriale

    GHANA - Il governo di Accra intende istituire un Fondo per lo sviluppo industriale con una dotazione di due miliardi di dollari con l'obiettivo di garantire un supporto finanziario a medio e lungo termine alle imprese del settore manifatturiero.

    A darne notizia sono i media locali citando il ministro del Commercio e dell'industria, Alan Kyeremanteng, secondo il quale il Fondo è parte delle iniziative governative volte ad accelerare lo sviluppo del settore privato e incrementare la produttività.

    In base a quel che viene reso noto, il pacchetto di stimoli finanziari sarà a disposizione delle imprese in difficoltà operative ma potenzialmente produttive.

    Il ministro Kyeremanteng ha inoltre aggiunto che il governo proporrà di riconcentrare le attività della Banca nazionale d'investimento (NIB), in modo da dirigere le sue risorse al finanziamento dello sviluppo industriale ghanese. [MV]
  • Ghana Free

    Industrializzazione, obiettivo stabilire società...

    GHANA - Il ministero dello Sviluppo economico del Ghana ha annunciato un ambizioso progetto che punta a far crescere 20 aziende locali in modo da internazionalizzare le loro attività e consentire di farle competere sui mercati globali entro i prossimi quattro anni.

    Secondo i media specializzati che riportano la notizia, il governo ghanese intende concentrare la propria attenzione soprattutto su aziende del settore manifatturiero al fine di promuovere l'industrializzazione e creare nuove opportunità di lavoro per i giovani.

    "Il nostro obiettivo è rendere il Ghana uno tra i Paesi con il clima più favorevole per gli affari - ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Ibrahim Mohammed Awal - In particolare, l'economia ghanese dovrà essere sempre più trainata dal settore privato ed è per questo che lanciamo un appello agli imprenditori per collaborare con noi al progetto per stabilire aziende multinazionali ghanesi". [MV]
  • Benin Free

    Da gennaio, visto elettronico per entrare in Benin

    BENIN - A partire dal 1° gennaio 2018 i cittadini stranieri interessati a visitare il territorio del Benin potranno ottenere online il visto d'ingresso nel Paese.

    Ad annunciarlo è stato il ministro degli Affari esteri del Benin, Aurelien Agbenonci, aggiungendo che il progetto per la concessione dei visti elettronici rientra nella strategia del governo di Porto-Novo per facilitare la crescita economica.

    In base a quel che viene reso noto, nelle prossime settimane sarà lanciata una piattaforma internet attraverso la quale i cittadini stranieri interessati a visitare il Benin potranno presentare la loro richiesta.

    Il sito internet, che non è stato ancora reso pubblico, consentirà anche il pagamento online del costo del visto.

    Il Benin è il 14° Paese in Africa ad aver adottato il visto elettronico per semplificare le formalità di viaggio per i cittadini stranieri. [MV]
  • Mali Free

    Alfano, Italia non farà mancare sostegno a Bamako e...

    MALI - Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Angelino Alfano ha partecipato alla Riunione Ministeriale sull’attuazione dell’Accordo per la pace e la riconciliazione in Mali, organizzata dal Department for Peace Keeping Operations dell’ONU e dal Governo maliano, a margine dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

    Obiettivo dell’incontro: fare il punto sui progressi del processo di pace in Mali a due anni dalla firma dell'Accordo di Algeri e delineare i successivi passi in direzione dell'attuazione delle riforme istituzionali da esso previste. Radicalizzazione e terrorismo rimangono ancora le minacce più grandi alla stabilità del Mali e della regione circostante.

    La riunione è stata una grande opportunità per discutere di collaborazione internazionale a favore delle popolazioni che vivono in quella regione. L’Italia, ha detto Alfano, non farà mai mancare il suo supporto alle attività del gruppo G5 Sahel e alla Missione Onu di stabilizzazione in Mali.

    L’Italia - ha proseguito Alfano - auspica di rilanciare la cooperazione con il Mali nel controllo delle frontiere, nel contrasto al traffico di esseri umani e nell'affrontare le cause dei movimenti migratori con un approccio bilanciato, attraverso strumenti specifici come il Fondo Africa nazionale o il Trust Fund for Africa dell'Unione europea. [AGI / InfoAfrica]
  • Burkina Faso Free

    AfDB approva Documento strategia paese, focus su...

    BURKINA FASO - La Banca africana di sviluppo (AfDB) ha approvato il Documento di strategia paese (DSP) per il Burkina Faso nel periodo 2017-2021, che ha come obiettivo dinamizzare i settori dell’energia e dell’agricoltura.

    La promozione dell’accesso mira a ridurre la forte disparità tra zone urbane e rurali riguardo il tasso di elettrificazione domestico, in particolare nelle aree periurbane. A questo scopo, l’AfDB sosterrà le azioni del governo di Ouagadougou per sviluppare e aggiornare le infrastrutture strategiche, con attenzione soprattutto all'energia solare.

    Per quanto riguarda la componente dello sviluppo del settore agricolo proposito dell’istituzione pan-africana è promuovere una crescita inclusiva che mira a ridurre la povertà nelle aree rurali, assicurare le risorse per l’autosufficienza alimentare, sviluppare la catena del valore e creare occupazione.

    Tra le altre priorità individuate dall’AfDB per il periodo 2017-2021 e per cui intende mobilitare i suoi diversi strumenti di finanziamento e cofinanziamento figurano inoltre progetti destinare a rafforzare le capacità istituzionale, la raccolta di indicatori demografici e la fornitura di infrastrutture e servizi adeguati alla domanda sociale. [MV]