Ghana

Fondi dalla Germania per le rinnovabili

GHANA – Il governo di Berlino ha siglato un memorandum d’intesa con il Ghana per stanziare 100 milioni di euro nell’ambito del Compact per l’Africa approvato dal G20 al fine di espandere le rinnovabili nel paese dell’Africa occidentale.

(162 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Senegal Free

    Fase di test per la linea Dakar-Tivaouane

    SENEGAL - Il Petit Train de banlieue (Ptb) comincerà a garantire in questi giorni collegamenti regolari tra Dakar e Tivaouane per i prossimi tre mesi. Si tratterà di una fase di test, ha detto il direttore generale di Ptb, Oumar Bounkhatab Sylla.

    “Pensiamo di garantire un trasporto regolare sull’asse Tivaouane-Dakar, assicureremo sei collegamenti a settimana per i prossimi tre mesi” ha detto Sylla. Il direttore ha aggiunto che il biglietto acquistato sarà valido anche per raggiungere il centro di Dakar dalla stazione di Colobane grazie a una partnership firmata con la Dakar Dem Dikk. Lo stesso ha poi aggiunto che sono in corso iniziative per migliorare la linea Diourbel-Touba.

    Secondo la stessa fonte, sono in fase di studio anche dei collegamenti speciali per raggiungere il venerdì (giorno festivo musulmano) le città sante di Tivaouane e Touba; oltre che dei miglioramenti sulla linea Mékhé-Louga-Saint-Louis. [MS]
  • Costa AvorioGhana Free

    Presidente ivoriano ad Accra per rafforzare la...

    COSTA D’AVORIO – Il presidente ivoriano Alassane Ouattara è in visita ufficiale in Ghana, una visita ufficiale che mira a rafforzare le relazioni di cooperazione tra i due vicini.

    E’ attesa la firma di un “Accordo di partenariato strategico” (APS) nei settori della difesa e della sicurezza, della produzione e lavorazione del cacao, nel settore marittimo e nelle questioni politiche ed economiche in generale. Nel maggio scorso era stato il presidente del Ghana, Nana Addo Dankwa Akufo-Addo, a far visita al suo omologo ad Abidjan.

    « C’è un futuro brillante che ci aspetta, se riusciremo a centrare i nostri obiettivi. I Ghanesi sono entusiasti all’idea di sostenere iniziative che rafforzeranno i nostri legami » ha detto Akufo-Addo, invitando a passare dalla fase della teoria alla pratica. Oltre alla firma di un accordo bilaterale, i due Paesi inaugureranno una commissione congiunta per l’attuazione della recente sentenza sulla delimitazione della frontiera marittima fra i due Paesi, una sentenza che ha dato ragione ad Accra. La zona marittima contestata è un’area petrolifera. [CC]
  • Nigeria Free

    Annunciati nuovi alloggi sociali a Lagos

    NIGERIA - Il governatore dello stato di Lagos, Akinwunmi Ambode, ha reso noto che entro il prossimo anno saranno costruite 20.000 nuove unità residenziali per far fronte al deficit abitativo.

    A darne notizia sono i media locali, secondo i quali lo stato di Lagos è impegnato nella realizzazione dei nuovi alloggi sulla base di partenariati pubblico-privati.

    In base a quel che viene riportato, tra i maggiori problemi esistenti per la fornitura di nuove abitazioni a Lagos consiste nella necessità di costruire un clima d’affari adatto agli investimenti nel settore immobiliare.

    In particolare, secondo il commissario statale per la Pianificazione e lo sviluppo urbano Abiola Anifowoshe, è necessario semplificare le procedure per registrare le proprietà immobiliari e istituire un registro catastale facilmente accessibile. [MV]
  • Ghana Free

    Telefonia: fusione tra Tigo e Airtel, preoccupazioni...

    GHANA - Stanno montando le preoccupazioni in Ghana da parte dei lavoratori di Airtel e Tigo, le due società di telecomunicazioni che stanno finalizzando un processo di fusione. Secondo fonti di stampa locale centinaia di lavoratori delle due società rischiano di perdere il loro lavoro a margine delle operazioni di fusione. A rischio ci sono poi lavoratori di società terze che hanno accordi con una delle due telco. Le discussioni tra le due società sono cominciate lo scorso mese di marzo e l’accordo di massima raggiunto è stato sancito dell'approvazione agli inizi di ottobre da parte della National Communications Authority. Subito dopo Lucy Quist, amministratore delegato di Airtel si è dimessa aprendo la strada a Roshi Motman, amministratore delegato di Tigo, per diventare il cero della nuova entità. La fusione darà vita al secondo operatore nazionale, subito dietro Mtn che attualmente controlla il 47,54% del mercato ghanese. Tigo controlla attualmente il 14,8% del mercato a fronte dell’11,4% che fa capo ad Airtel. L’altro decisivo giocatore della telefonia mobile ghanese è Vodafone con una quota del 24%. [MS]
  • Liberia Free

    Presidenziali, al ballottaggio Weah e Boakai

    LIBERIA - Nessuno dei candidati alle presidenziali in Liberia ha ottenuto al primo turno del 10 ottobre più del 50% dei voti per cui si andrà al ballottaggio tra l'ex calciatore George Weah e il vicepresidente uscente Joseph Boakai.

    Lo ha sancito la commissione elettorale. ricordando che il ballottaggio avrà luogo il 7 novembre.

    Secondo i risultati resi noti dalla commissione elettorale Weah è in testa al primo turno con il 39% delle preferenze, quasi 10 punti davanti a Boakai che ha raccolto il 29,1% dei voti espressi.

    Il presidente della Commissione elettorale Jerome Korkoya ha dichiarato che sono stati contati 1.550.923 voti e che l'affluenza è stata pari al 74,52% degli aventi diritto. [InfoAfrica/AGI]
  • Senegal Free

    Programma per costruire nuovi alloggi sociali

    SENEGAL - Il ministro senegalese dell’Habitat, Dionne Sar, ha annunciato l’intenzione del governo di Dakar di costruire annualmente, fino al 2025, almeno 20.000 nuovi alloggi sociali ogni anno.

    A segnalarlo sono i media locali, sottolineando come la decisione di promuovere la costruzione di nuovi alloggi sociali sia legata alla volontà di risolvere il problema immobiliare nel paese dell’Africa occidentale.

    In base a quel che ha dichiarato Sar, il programma per costruire i nuovi alloggi sociali è il risultato di un accordo tra governo di Dakar e operatori pubblici e privati del settore locale dell’edilizia.

    Obiettivo è riuscire a risolvere entro il 2035 il problema del deficit abitativo in Senegal.

    Tra le misure recentemente approvate dal governo di Dakar per favorire maggiore equilibrio sociale e un più facile accesso ad abitazioni dignitose anche per i ceti meno abbienti figura la decisione di abbassare le imposte sugli affitti. [MV]