Repubblica Congo

Brazzaville valuta adesione all’Opec

REP CONGO – Il governo di Brazzaville sta valutando l’opportunità di aderire all’Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio (OPEC).

(103 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • Africa OrientaleR.D. Congo Free

    Emergenza ebola, rafforzate misure sanitarie in tutta...

    AFRICA ORIENTALE / RD CONGO - I Paesi della Comunità dell’Africa orientale (Eac) hanno rafforzato le misure di sicurezza sanitarie a fronte dell’emergenza ebola intanto dichiarata nella vicina Repubblica democratica del Congo. Secondo le ultime notizie fornite dall’Organizzazione mondiale della Sanità la situazione resta ancora a rischio dal momento che le condizioni minime di contenimento non sono state ancora raggiunte. A preoccupare è in particolare la situazione a Bikoro, l’area della provincia dell’Equateur dove sono stati registrati i primi casi e la situazione di Mbandaka, la città di 1,2 milioni di abitanti dove almeno un caso è stato confermato. Finora il bilancio certificato dall’Oms per il periodo 4 aprile - 17 maggio è di 45 casi e 25 morti; tre delle persone contagiate erano operatori sanitari. L’Oms ha messo in allerta nove Paesi confinanti, inclusi Congo-Brazzaville e Repubblica Centrafricana. [MS]
  • R. Centrafricana Free

    Attaccato un corteo della missione Onu

    R CENTRAFRICANA - Un corteo logistico della Missione di mantenimento della pace in Centrafrica, la Minusca, è stato attaccato da miliziani anti-balaka giovedì mattina all’altezza del villaggio di Alindao, a 500 km dalla capitale, Bangui. Un sodato dell’Onu, membro del contingente inviato dalla Mauritania, è stato ucciso e altri 8 ‘caschi blu’ sono stati feriti nell’attacco.   Un comunicato dello stato maggiore di Nouakchott afferma che nella risposta al fuoco, 40 miliziani sono stati uccisi. I vertici militari mauritani riaffermano peraltro l’impegno a partecipare alla Minusca e il diritto all’autodifesa.   Il rappresentante del Segretario generale dell’Onu in Repubblica Centrafricana, Parfait Onanga-Anyanga, ha condannato un attacco “inammissibile” contro una missione il cui unico obiettivo è quello di contribuire alla pace. Si tratta del terzo ‘casco blu’ ucciso nel Paese sin dall’inizio dell’anno.   Questo nuovo episodio di violenza segue di pochi giorni gli scontri avvenuti a Bambari, dove sono morti alcuni civili, gendarmi e ribelli, in combattimenti fra milizie armate.   Nonostante gli sforzi per riportare un quadro istituzionale funzionante e la pace nel Paese, i gruppi armati sono ancora attivi sulla maggior parte del territorio. Minusca e istituzioni sono oggetto di critiche per non essere in grado di imporre un controllo e la pace sul territorio. [CC]  
  • Guinea Equatoriale Free

    Governo annuncia piano costruzione mega-hub per gas...

    GUINEA EQUATORIALE - La Guinea Equatoriale ha annunciato un piano relativo alla realizzazione e alla costruzione di un mega-hub per lo stoccaggio e la lavorazione di gas naturale. Lo riferiscono fonti giornalistiche locali e internazionali di settore, precisando che il progetto, che verrebbe portato avanti con una non meglio precisata collaborazione con il governo di Londra, prevede la realizzazione di strutture di stoccaggio e di lavorazione sia off shore che on shore. La prima fase del progetto, guidata dal Ministero delle Miniere e degli Idrocarburi (MMH) in collaborazione con compagnie petrolifere e del gas, sarà l'implementazione di un nuovo accordo di fornitura di gas firmato con l’azienda americana con sede a Houston Noble Energy, già operatore nei campi di Aseng e Alen. Questo accordo dovrebbe consentire di sostituire la quota di produzione gas persa con il declino del giacimento di Alba. Secondo le informazioni fornite, il gas prodotto e lavorato nel nuovo impianto verrà fornito al complesso di gas Punta Europa , all'impianto di metanolo AMPCO e all'impianto LNG della Guinea equatoriale . Poiché l'hub di lavorazione del gas di Punta Europa è il principale utilizzatore industriale di gas nella regione, la nuova infrastruttura collegherà questa destinazione con i siti estrattivi esistenti e futuri. Il ministro delle miniere e idrocarburi (MMH) del paese, Gabriel Mbaga Obiang Lima, ha detto che il progetto del mega-hub del gas è totalmente unico in Africa e richiede un livello senza precedenti di cooperazione tra le compagnie governative e quelle energetiche. Sempre secondo il governo, il progetto porterà portare entrate per 2 miliardi di dollari e creerà 3000 posti di lavoro diretti e indiretti, oltre a garantire che le aziende locali facciano parte della catena del valore.
  • Camerun Free

    Azienda meccanica camerunese interessata a partner...

    CAMERUN - Un azienda camerunese attiva nel settore della produzione meccanica è interessata parte della propria società a un partner italiano per sviluppare le proprie attività. A segnalarlo a InfoAfrica è stata la stessa direzione dell’azienda che ha la propria sede nella zona portuale di Douala, principale centro economico del Camerun. L’azienda, che opera a Douala su un’area di 5000 metri quadrati di cui 2000 coperti, in questione è specializzata in particolare nella produzione di caldaie e tubazioni, nella costruzione e progettazione di macchinari e parti metalliche per veicoli e dei meccanismi di trasmissione. Fondata nel 1988, la società camerunese è disposta a cedere fino al 49% del proprio capitale a un’impresa italiana o europea dello stesso settore con l’obiettivo di assumere un parte attiva e importante nella gestione finanziaria e tecnica. Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione di InfoAfrica. [MV]
  • R. Centrafricana Free

    Violenze a Bambari tra gruppi armati, vittime anche...

    CENTRAFRICANA - Ore di combattimenti hanno scosso Bambari, nel centro della Repubblica Centrafricana, martoriata da tensioni che non si placano, ormai da anni. Secondo fonti locali, almeno sette civili, tre gendarmi e alcuni assalitori hanno perso la vita negli scontri, che tra lunedì e martedì hanno spinto molti abitanti alla fuga. I locali di tre Ong umanitarie, il commissariato e negozi privati sono stati saccheggiati o incendiati. A sferrare l’assalto sarebbero stati combattenti del gruppo ribelle Unità del popolo centrafricano (Upc) di Ali Darassa, dopo la scoperta di tre cadaveri di loro compagni d’armi. Un’uccisione attribuita ai rivali della milizia anti-balaka. La Minusca, missione dell’Onu presente sul posto, ha ricevuto esponenti dei due gruppi antagonisti  per negoziare una fragile cessazione delle ostilità, violata poco dopo. Nonostante gli sforzi per riportare un quadro istituzionale funzionante e la pace nel Paese, i gruppi armati sono ancora attivi sulla maggior parte del territorio. Minusca e istituzioni sono oggetto di critiche per non essere in grado di imporre un controllo e la pace sul territorio. [CC]
  • Camerun Free

    Economia digitale in Africa Centrale, se ne parla a...

    CAMERUN – Lo stato dell’economia digitale in Africa centrale, nel contesto di un mondo globalizzato, sarà il tema di una conferenza internazionale organizzata a Yaoundé dal 23 al 25 maggio prossimo. La conferenza è organizzata dall’Unione internazionale per le telecomunicazioni (Uit), con sede a Ginevra, in partenariato col governo del Camerun. Il suo obiettivo è un dibattito di alto livello sulle questioni chiave relative allo sviluppo dell’economia digitale, e il suo ruolo nell’integrazione economica della regione Africa centrale. L’evento è programmato una settimana dopo la giornata mondiale delle telecomunicazioni e della società dell’informazione del 17 maggio, che avrà come tema: “Verso un utilizzo positivo dell’intelligenza artificiale per tutti”. In Camerun, il governo ha adottato un piano nazionale per lo sviluppo dell’economia digitale per trarre profitto delle Ict nell’economia. [CC]