Kenya

Elettricità da rinnovabili, il governo vuole passare a un sistema di gare d’appalto

KENYA –  Il sistema di concessione delle licenze di compravendita dell’energia rinnovabile in Kenya potrebbe presto essere sostituito da un sistema di gare d’appalto.

(184 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Orientale

  • Etiopia Free

    Commissario Onu diritti umani: governo continui lungo...

    ETIOPIA - “Vogliamo tutti quanti vedere un’Etiopia che continui il proprio sviluppo economico, uno sviluppo dove trovino spazio senza timori il rispetto per i diritti umani, la libertà di espressione e di pensiero”: si è chiuso su queste parole il viaggio in Etiopia dell’Alto commissario dell’Onu per i diritti umani, Zeid Ra’ad Hussein, in visita ufficiale ad Addis Abeba. Hussein ha fatto riferimento al nuovo corso politico inaugurato dal neo primo ministro Abyi Ahmed - che ha incontrato l’opposizione e ammesso la necessità di affrontare ineguaglianze e rivendicazioni che hanno portato a una serie di proteste negli ultimi due anni - ed esortato le autorità etiopiche a proseguire gli sforzi per trasformare in fatti le giuste posizioni assunte con le parole. Il responsabile Onu ha quindi accolto in maniera positiva la decisione di liberare un numero significativo di persone detenute in seguito alle proteste e agli incidenti, ma anche perché avevano espresso critiche nei confronti dell’esecutivo. Nel corso del suo viaggio, Zeid ha potuto visitare la regione dell’Oromia, epicentro delle proteste, e ha incontrato autorità locali e leader tradizionali: “Loro stanno chiedendo inchieste e assunzioni di responsabilità per l’uso eccessivo della forza da parte delle autorità”. Zeid ha anche firmato un accordo che consentirà all’ufficio per i diritti umani dell’Onu in Africa orientale di avere maggiore libertà di movimento e azione in Etiopia. [MS]
  • Burundi Free

    Rimpasto di governo a pochi giorni dal referendum...

    BURUNDI – Cinque nuovi ministri sono entrati a far parte del governo burundese, nell’ambito di un rimpasto di governo che ha coinvolto nove dicasteri, a pochi giorni del referendum costituzionale voluto dalla maggioranza a maggio. Cambia il volto della diplomazia, affidata a Ezechiel Nibigira, numero uno dell’ala giovanile del partito al potere CNDD-FDD, gli Imbonerakure. Nibigira sostituisce alla guida degli Esteri Alain Aimé Nyamitwe, rimosso dall’incarico. Gli altri nuovi arrivati sono Gaspard Banyankimbona, già rettore dell’Università del Burundi, nominato ministro dell’Istruzione superiore e della Ricerca, mentre il suo predecessore Janvière Ndirahisha mantiene l’Educazione nazionale e la formazione professionale. Il dottor Thaddée Ndikumana è stato nominato ministro della Sanità pubblica e della lotta al’Aids al posto di Josiane Nijimbere. Jean Marie Niyokindi è il nuovo ministro del Commercio, dell’Industria e del Turismo, al posto di Pélate Niyonkuru, che va a guidare il ministero dello Sport e della Cultura. In questo rimpasto di governo, 16 ministri sono stati confermati, 5 hanno cambiato poltrona e 4, tutti del CNDD-FDD sono stati destituiti. La nuova squadra governativa di 21 membri ha prestato giuramento il 24 aprile al Palazzo dei congressi di Kigobe, alla presenza del presidente della Repubblica, Pierre Nkurunziza. [CC]
  • Kenya Free

    Habitat, si cerca partner internazionale per costruire...

    KENYA – Il Kenya sta cercando aziende internazionali in grado di realizzare un mega progetto di costruzione di unità abitative a Mavoko, nella contea di Machakos, a 25 km a sudest da Nairobi, dove si vuole migliorare la pianificazione urbana e l’habitat. Secondo fonti keniane, le autorità stanno selezionando partner stranieri, in quando nessuna realtà imprenditoriale keniana ha le capacità di realizzare un tale progetto. Sono tuttavia incoraggiate le joint-venture con imprese locali, ha precisato il segretario locale per lo sviluppo dei trasporti, delle infrastrutture e dello sviluppo urbano, James Macharia. Nei mesi scorsi sono arrivate proposte da parte di una sessantine di aziende, sia locali che straniere, per la realizzazione del progetto. Il governo di Nairobi si è fissato l’obiettivo di costruire un milione di case entro i prossimi cinque anni, con un ritmo di 200.000 ogni anno. Il target delle unità abitative è la classe media. E’ anche prevista la demolizione di alcuni slum per sostituirli con alloggi modesti più decenti. [CC]
  • Rwanda Free

    Numero uno della polizia ruandese a Roma per un punto...

    RWANDA - L’Ispettore generale della polizia del Rwanda, Emmanuel K. Gasana, è in visita a Roma per un monitoraggio dell’accordo di cooperazione in vigore tra le forze dei due Paesi. Lo riferisce la Rwanda News Agency, precisando che Gasana si trova in Italia su invito del generale Giovanni Nistri, Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri. L’incontro mira a fare un bilancio del partenariato entrato in vigore l’anno scorso e a cercare i mezzi per rafforzare tale collaborazione. L’accordo tra la polizia nazionale del Rwanda e i Carabinieri, firmato a gennaio 2017, riguarda in primis il campo dell’addestramento. E’ inoltre finalizzato a stabilire un quadro globale di cooperazione in relazione ai compiti istituzionali delle due polizie, con particolare riferimento alle operazioni di supporto della pace, al contrasto dei crimini ambientali, al contrasto al terrorismo, alla sicurezza stradale, alla gestione dell’ordine pubblico. [CC]
  • Eritrea Free

    Eritrea, fine e rinascita di un sogno africano:...

    ERITREA - Sarà presentato a Bari, nella storica Libreria Laterza, il prossimo sabato 5 maggio alle ore 11.30 il libro “Eritrea, fine e rinascita di un sogno africano”. A segnalarlo è il Consolato onorario dell’Eritrea in Puglia, che ha organizzato l’iniziativa a cui parteciperanno l’autore del volume Alessandro Pellegatta, l’ambasciatore eritreo in Italia, Petros Fessehazion e il console onorario Francesco Paolo Bello. L’evento sarà coordinato dalla giornalista Maria Grazia Rongo e si propone si andare alla scoperta di un Paese antichissimo, multietnico e multiculturale, percorrendo un tragitto fascinoso che attraversa la “Perla del mar Rosso” Massawa, la nuova ribalta internazionale di Asmara dichiarata lo scorso anno patrimonio Unesco, le meraviglie archeologiche di Adulis, le città aksumite poste nei pressi delle antiche vie carovaniere e il mare delle isole Dahalak. [MV]
  • Etiopia Free

    Annunciata creazione Istituto per promuovere...

    ETIOPIA - L’Istituto nazionale etiope per lo sviluppo dell’industria alimentare, delle bevande e farmaceutica (FBPIDI) ha reso nota la prossima creazione di un istituto per promuovere lo sviluppo di un’industria locale per la lavorazione del caffè. A dirlo è stato il direttore del FBPIDI, Aklilu Kefyalew, specificando che la nascita del nuovo istituto dedicato al caffè consentirà di migliorare la qualità dei prodotti derivati dalla coltivazione del caffè e incrementare il valore delle esportazioni. In particolare, secondo Aklilu, a ostacolare lo sviluppo del settore sono attualmente la scarsità di competenze professionali specifiche e l’assenza di macchinari moderni per la lavorazione dei chicchi. A questo scopo, il governo ha rivisto i programmi per aumentare gli investimenti stranieri permettendo l’importazione senza dazi di macchinari per l’industria con l’obiettivo di sostenere le società locali di trasformazione del caffè a sviluppare le capacità per esportare una vasta gamma di prodotti trasformati derivati dal caffè. [MV]