Camerun

Economia digitale in Africa Centrale, se ne parla a Yaoundé con l’UIT

CAMERUN – Lo stato dell’economia digitale in Africa centrale, nel contesto di un mondo globalizzato, sarà il tema di una conferenza internazionale organizzata a Yaoundé dal 23 al 25 maggio prossimo.

(131 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • Ciad Free

    Rimpasto ai vertici militari dopo pesante attacco...

    CIAD – Un significativo rimpasto ai vertici delle Forze armate ciadiane è stato operato dal presidente Idriss Deby, a seguito di un attacco costato la vita a 23 militari regolari, attribuito al gruppo nigeriano radicale Boko Haram, avvenuto venerdì scorso nella piccola località di Dagdala, vicino alla frontiera con la Nigeria, sulla sponda occidentale del Lago Ciad.  Nell’attacco notturno, è stato portato via materiale militare dagli assalitori, che sembrerebbero essere entrati dal Niger.   Il capo di stato maggiore delle Forze armate, il generale Brahim Seid Mahamat, che occupava la poltrona dal 2013, è stato rimosso e sostituito dal generale Taher Erda, vecchio compagno d’armi di Deby, che era fino a questo momento capo di stato maggiore dell’esercito.   Secondo gli analisti, sebbene il rimpasto non sia esplicitamente collegato all’attacco, il provvedimento suona come una sanzione dopo questo episodio e la scomparsa di un elicottero militare il 13 marzo scorso nel cielo nazionale, e ritrovato schiantato 10 giorni dopo. Altri alti esponenti delle Forze armate sono stati sostituiti nel rimpasto. [CC]
  • R.D. Congo Free

    Capi della Ceni nel mirino di Washington, sanzioni...

    RD CONGO – Sanzioni di tipo finanziario sono state adottate dalle autorità di Washington contro il presidente della commissione elettorale congolese (Ceni) Corneille Nangaa, contro il suo vice Norbert Basengezi, e contro il suo consigliere Marcellin Mukolo. E’ congelato tutto il denaro detenuto negli Stati Uniti dagli imputati e sono vietate le transazioni con loro. Naanga è accusato di aver dirottato fondi operativi della Ceni a fini personali e politici. I tre erano già stati sanzionati a fine febbraio da un divieto di visto e di ingresso sul territorio statunitense per corruzione ed intralcio al processo elettorale. I provvedimenti, secondo il sottosegretario statunitense al Tesoro, incaricato del terrorismo e dell’intelligenze finanziaria, sono legati a fatti di “corruzione persistente di alti responsabili della Ceni congolese e dell’ex governo di Joseph Kabila per ostacolare e ritardare i preparativi in vista di elezioni credibili ed inclusive”. [CC]
  • R.D. Congo Free

    Banca indiana finanzia progetti di centrali solari

    RD CONGO – Il finanziamento di tre centrali solari in Repubblica Democratica del Congo sarà garantito dalla Exim Bank of India, che ha approvato un prestito del valore di 83,11 milioni di dollari. Il progetto prevede tre impianti solari nelle province di Karawa, di Mbandaka e di Lusambo, per una capacità elettrica combinata di 35 megawatt. “Con la firma di queste tre nuove linee di credito da 83,11 milioni, Exim Bank ha finora disposto 10 linee di credito a favore del governo congolese, per un valore cumulato di 578 milioni di dollari” ha detto David Rasquinha, direttore esecutivo di Exim Bank of India. I finanziamenti sono stati dedicati a progetti per l’energie e per la produzione di cemento. [CC]
  • R.D. CongoRwanda Free

    RwandAir aprirà un collegamento verso Kinshasa

    RWANDA / RD CONGO - La compagnia aerea ruandese RwandAir aprirà una linea tra Kigali e la capitale della Repubblica Democratica del Congo, Kinshasa, situata a circa 2000 km di distanza. Il volo potrebbe fare uno stop a Goma, nel Nord-Kivu, al confine con il Rwanda. Non è chiaro quando potrà iniziare lo sfruttamento della linea, frutto di un accordo tra le autorità congolesi e una delegazione ruandese giunta a Kinshasa il 20 marzo. I media riferiscono che si tratta della prima ricaduta diretta della visita in Rwanda di una delegazione congolese guidata da Vital Kamerhe, direttore di gabinetto del neo presidente Felix Tshisekedi, avvenuta lo scorso 11 marzo. RwandAir copre una rete di 27 destinazioni africane. Pochi giorni fa, la compagnia aveva annunciato il prossimo lancio di voli commerciali verso l’hub di Addis Abeba. [CC]
  • Camerun Free

    Torna a Yaoundé a luglio il Salone dell’industria...

    CAMERUN - Si terrà dal 1° al 7 luglio prossimi nella capitale camerunese il Salone internazionale dell’industria agro-alimentare di Yaoundé (SIALY), giunto quest’anno alla sua sesta edizione. A segnalare la manifestazione a InfoAfrica è stata l’Ambasciata d’Italia a Yaoundé, ricordando l’importanza strategica che l’agricoltura e l’industria della trasformazione dei prodotti agricoli hanno per l’economia nazionale del Camerun. All’evento è attesa quest’anno la partecipazione di oltre 250.000 visitatori, mentre più di 150 sono le aziende provenienti da una decina di Paesi diversi previste in qualità di espositori. Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina internet www.sialy.net. [MV]
  • R.D. Congo Free

    E’ crisi sulle elezioni del Senato, inizia il braccio...

    RD CONGO - Si stanno alzando ad un livello superiore le contestazioni relative ai risultati delle elezioni dei senatori, stravinte dalla coalizione FCC (Fronte comune per il Congo) dell’ex presidente Joseph Kabila: il braccio di ferro è arrivato fino alla Presidenza, con un Felix Tshisekedi che blocca l’installazione dei senatori neo eletti e chiede il rinvio delle elezioni dei governatori delle 26 province congolesi, prevista il 27 marzo. La sospensione, ha fatto sapere il neo presidente attraverso il ministro dell’Interno, Basile Olongo, è necessaria per svolgere investigazioni per sospetti di corruzione mirata ad influenzare il voto. Il capo dello Stato ha chiesto l’intervento del Procuratore generale della Cassazione, Flory Kabange Numbi. L’elezione dei senatori avviene per via indiretta: sono le assemblee provinciali ad eleggere i membri della Camera alta. L’Udps, partito di Tshisekedi, pesantemente sconfitto, accusa i propri deputati provinciali di essersi fatti corrompere e di aver tradito la formazione politica del Presidente. Il presidente ad interim dell’Udps, Jean-Marc Kabund, ha annunciato il rigetto totale dei risultai delle senatoriali e chiesto la riorganizzazione del voto per il Senato, e dell’elezione dei comitati delle assemblee provinciali. [CC]