Costa AvorioMarocco

Investitori marocchini fra i più dinamici in Costa d’Avorio

COSTA D’AVORIO / MAROCCO – Ha voluto celebrare le relazioni commerciali bilaterali la prima edizione della “Notte dell’impresa marocchina in Costa d’Avorio” organizzata pochi giorni fa dalla Camera di commercio marocchina in Costa d’Avorio.

(174 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Burkina Faso Free

    Agroecologia e sovranità alimentare in Burkina Faso,...

    BURKINA FASO - Sarà proiettato in un’anteprima pubblica domenica 23 settembre a Torino, in occasione del Salone del gusto ‘Terra Madre’, il documentario Burkinabé Bounty che approfondisce il tema dell’agroecologia e della sovranità alimentare in Burkina Faso. Realizzato dalla regista brasiliana Iara Lee in collaborazione con Slow Food, il documentario si propone di mostrare come il ruolo centrale degli agricoltori e della cultura contadina indigena nella società burkinabé. Protagonisti del video, che combina scena di vita quotidiana nei campi a performance musicali e attività artistiche locali, sono soprattutto piccoli e medi agricoltori, attivisti, studenti e artisti che mettono al centro della loro azione tematiche quali la formazione delle comunità locali e la riappropriazione dei saperi indigeni, l’istruzione delle generazioni più giovani, la dimensione dell’empowerment delle donne e le relazioni tra i generi nella società, nonché la questione della proprietà fondiaria e l’impatto negativo dei cambiamenti climatici mostrando in questo modo la loro intersezionalità per garantire uno sviluppo sostenibile e inclusivo del Burkina Faso. Maggiori informazioni sulla proiezione di Burkinabé Bounty a Torino sono disponibili sul sito di Terra Madre. [MV]
  • Liberia Free

    Scandalo corruzione alla Banca centrale, figlio di...

    LIBERIA – C’è anche il figlio dell’ex presidente della Repubblica Ellen Johnson Sirleaf in mezzo allo scandalo di corruzione che ha visto sparire 100 milioni di dollari dalla Banca centrale della Liberia. L’inchiesta sta nelle mani del ministero della Giustizia e coinvolge tra gli indagati Charles Sirleaf, già vice governatore della Banca Centrale, e Milton Weeks, l’ex governatore della Banca centrale. Il ministero ha precisato che l’inchiesta ha implicazioni sulla sicurezza nazionale e ha ordinato che gli indagati non possano lasciare il Paese. L’indagine riguarda la presunta scomparsa, tra lo scorso novembre e l’agosto di quest’anno, di banconote appena stampate che, secondo quanto riferito, provenivano da fornitori all’estero, tra cui la svedese Crane Currency. [CC]
  • Burkina Faso Free

    Si prepara la Settimana delle energie rinnovabili in...

    BURKINA FASO -  La III edizione della Settimana delle energie rinnovabili d’Africa - SEERA si terrà a Ouagadougou dall’8 all’11 novembre prossimo, con l’obbiettivo di radunare i protagonisti africani del settore. “Politiche ed innovazioni per una transizione energetica riuscita” è il tema di questa edizione della SEERA, istituita per la prima volta nel 2016 dal ministero dell’Energia burkinabè, per creare sinergie nelle decisioni e lo sviluppo delle soluzioni per diffondere l’energia ‘verde’. All’interno della manifestazione si terranno il Salone internazionale dell’ambiente e delle energie rinnovabili, je Gioenate di promozione delle economie d’energia, le attività dell’Associazione burkinabè dei professionisti dell’efficienza energetica, e le giornate dell’Associazione dei Professionisti delle energie rinnovabili. Il tasso dì elettrificazione in Burkina Faso si aggira attorno al 20%. L’ambizione del governo è di portarlo al 45% entro il 2020. [CC]
  • Ghana Free

    Interesse dalla Turchia per gestire compagnia aerea di...

    GHANA - Il governo di Ankara ha espresso il proprio interesse a stabilire un partenariato per operare in collaborazione con il governo del Ghana la compagnia aerea di bandiera che lo stesso governo ghanese vorrebbe creare. A segnalarlo sono i media locali ghanesi, riportando la notizia di un incontro dedicato a questo tema tra l’ambasciatore turco in Ghana, Nesrin Bayazit, e il ministro dell’Aviazione ghanese, Joseph Kofi Adda. Secondo Bayazit, Turkish Airlines offre già adesso oltre 50 destinazioni in Africa e “poiché si sta discutendo della possibilità di stabilire una compagnia aerea nazionale per il Ghana, stiamo cercando di capire come possiamo essere coinvolti nel processo”. La scorsa prima il Parlamento di Accra ha approvato un provvedimento che autorizza il ministero dell’Aviazione a lavorare sulla possibilità di creare una compagnia aerea di bandiera, dopo il fallimento nel 2005 di Ghana Airways. Secondo le intenzioni del governo ghanese, la nuova compagnia di bandiera dovrebbe essere creata sulla base di un partenariato pubblico-privato con un’altra compagnia in grado di fornire il necessario supporto tecnico e finanziario. [MV]
  • Ghana Free

    A Palermo e Mazara un forum su opportunità in Ghana

    GHANA - Si svolgerà dal 3 al 7 ottobre prossimi a Palermo e Mazara del Vallo un forum dedicato ad approfondire le opportunità di affari tra Sicilia e Ghana. Intitolata ‘Ghana Sicily Business Forum’, l’iniziativa è dedicata in particolare ai settori dell’agribusiness, delle infrastrutture, delle energie rinnovabili, del turismo, dell’industria estrattiva e della manifattura tessile. In base a quel che viene reso noto, l’evento è organizzato dal Consolato onorario del Ghana in Sicilia in collaborazione con Sicindustria, l’associazione degli industriali siciliani, Confcooperative Sicilia e l’Associazione reti di imprese pmi e gode del patrocinio del comune di Palermo. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.ghanabusinessforum.net. [MV]
  • Nigeria Free

    Ict, accordo con Huawei per formazione e fibra ottica

    NIGERIA – La formazione nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Ict) è l’oggetto di due memorandum d’intesa firmati tra la Nigeria e la Cina, in particolare il colosso della telefonia mobile Huawei. Tra due aziende, l’azienda pubblica nigeriana Galaxy Backbone, e la società privata  Huawei Technologies, è nato un accordo di collaborazione con l’obiettivo di formare mille dipendenti pubblici alle conoscenze di base sulle Ict. Un secondo accordo riguarda la formazione di 10.000 giovani nigeriani all’anno alle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni, attraverso un sistema di certificazione targato Huawei. Il percorso prevede, per 5.000 persone, una sessione di apprendistato approfondito, utile per il curriculum e la ricerca di lavoro, anche all’estero. Tra la Huawei e la Galaxy Backbone esiste anche un accordo per la realizzazione della seconda fase della rete di fibra ottica, con al centro un finanziamento da 238 milioni di dollari. Le intese nell’ambito delle Ict tra la Cina e la Nigeria sono frutto della recente conferenza Cina-Africa tenutasi la prima settimana di settembre a Beijing. [CC]