Kenya

Una App contro le locuste

KENYA – Una App monitorerà la crescita e gli spostamenti delle locuste nella zona del Lago Turkana. Si chiama E-Locust ed è stata realizzata dalla Fao, agenzia Onu per l’agricoltura e l’alimentazione, in collaborazione Acted, una Ong locale.

(229 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Orientale

  • Kenya Free

    Kenya Airways riprende i voli

    KENYA - La  Kenya Airways ha ripreso i voli commerciali internazionali. Le forti restrizioni dei collegamenti in tutto il mondo e la riorganizzazione interna della società hanno però portato la compagnia a eliminare 42 rotte dirette tra cui alcune delle principali destinazioni turistiche del Paese. Per iniziare, il vettore opererà solo verso undici nazioni: le africane Uganda, Ruanda, Zimbabwe, Etiopia, Marocco e Namibia e poi, al di fuori del continente, Canada, Svizzera, Giappone, Cina e Corea del Sud. La Kenya Civil Aviation Authority, tuttavia, ha incluso tra i Paesi con i quali possono essere ripristinati i collegamenti anche Stati Uniti, Regno Unito, Italia, Germania, Francia, Paesi Bassi, Emirati Arabi Uniti e Qatar. L'elenco stilato dalla Kenya Airways quindi potrà essere presto rivisto in base alle esigenze. [EC]
  • Kenya Free

    In preparazione lavori per riabilitare tratto...

    KENYA - La compagnia ferroviaria Kenya Railways ha avviato le procedure per ricostruire la linea a scartamento metrico che collega Nakuru con Kisumu.

    A riportarlo sono i media locali, dai quali si apprende che i piani della compagnia ferroviaria includono la costruzione di una tratta per collegare il deposito container di Naivasha alla stazione di Longonot.

    Al termine dei lavori, la nuova tratta lunga di 24,3 chilometri fornirà un collegamento continuo tra la nuova linea a scartamento standard e la vecchia a scartamento metrico, facilitando in questo modo il trasporto delle merci da e per il porto di Mombasa.

    Il progetto rientra nel più ampio piano di riabilitazione della linea della linea Nakuru-Kisumu, distanti tra loro circa 200 chilometri. [MV]

  • Somalia Free

    Istituita autorità petrolifera, al via asta per...

    SOMALIA - Il ministero del Petrolio e delle risorse minerarie di Mogadiscio ha formalmente istituito la nuova Autorità petrolifera somala (SPA), confermando così l’avvio dell’asta per assegnare sette licenze petrolifere offshore.

    A segnalarlo sono i media specializzati, dai quali si apprende che alla guida della nuova SPA è stato chiamato Ibrahim Ali Hussein, già consulente economico del ministero del Petrolio per cui ha contribuito a sviluppare il quadro regolatorio e commerciale dell’industria estrattiva, in qualità di suo primo presidente e amministratore delegato.

    Secondo quel che viene riportato, il ministero del Petrolio ha confermato che le compagnie petrolifere internazionali potranno presentare le loro offerte per i blocchi 152, 153, 164, 165, 177, 178 e 204 nel periodo compreso tra il 4 agosto e il 12 marzo 2021.

    Inizialmente il ministero aveva pianificato di offrire 15 blocchi petroliferi offshore, ma il loro numero è stato ridotto dopo che le compagnie petrolifere hanno cominciato a ridurre i propri progetti estrattivi a causa del recente crollo dei prezzi.

    I 15 blocchi originali avevano un potenziale di risorse stimato in 30 miliardi di barili, secondo le stime della società geofisica TGS, che ha condotto i test sui dati sismici per conto del governo di Mogadiscio. [MV]

  • Kenya Free

    Presentato studio su impatto centrale nucleare

    KENYA - L’Agenzia per l’energia nucleare del Kenya (NUPEA) ha presentato uno studio al governo sul possibile impatto che la costruzione di una centrale nucleare può avere sul Paese dell’Africa orientale.

    A segnalarlo sono i media specializzati, dai quali si apprende che il governo keniano punta ad avviare la costruzione e cominciare a operare un primo impianto nucleare entro i prossimi sette anni.

    Obiettivo del governo, secondo quel che viene riportato in un piano pubblicato sul sito internet dell’Autorità nazionale keniana per la gestione dell’ambiente (NEMA), è riuscire a generare in una prima fase 1000 megawatt attraverso lo sfruttamento dell’energia nucleare e progressivamente arrivare fino a quadruplicare la capacità di generazione entro il 2035.

    Secondo le informazioni a disposizione, sarebbe anche già stato identificato un sito nella contea di Tana River, vicino alla costa sull’oceano Indiano,  ritenuto adatto a ospitare l’impianto, per la cui costruzione sono previsti investimenti per un valore pari a circa cinque miliardi di dollari. L'impianto sarà sviluppato in collaborazione con un concessionario ancora da identificare sulla base di un modello di costruzione, gestione e trasferimento. [MV]

  • Uganda Free

    BEI finanzia progetto ENGIE per energia nelle zone...

    UGANDA - Un finanziamento da oltre 12 milioni di dollari è stato fornito dalla Banca europea per gli investimenti (BEI), a una consociata del gruppo ENGIE per la realizzazione di un progetto per portare energia elettrica in alcune zone rurali dell’Uganda.

    Lo riferisce la stampa locale e di settore, precisando che BEI ha concesso il finanziamento al gruppo Fenix ​​International, una consociata dell’azienda energetica francese ENGIE, un prestito di 12,5 milioni di dollari per sostenere la forniutra di 240.000 sistemi solari domestici di qualità in Uganda.

    I sistemi solari per abitazione saranno utilizzati da “Fenix ​​per fornire energia affidabile e pulita a oltre un milione di persone che vivono nelle aree rurali e non raggiunte dalla rete principale del paese. Ciò contribuirà a colmare il divario di accesso all'energia del paese” si legge in una nota.

    "Sbloccare lo sviluppo economico e sociale sostenibile attraverso il solare off-grid è fondamentale per il futuro dell'Africa e la BEI è lieta di sostenere questo progetto in Uganda", ha affermato Ambroise Fayolle, Vice Presidente BEI.

    Fenix ​​fornirà anche un sistema PAYGO che consentirà ai consumatori di rimborsare il costo delle apparecchiature in vari anni pagando meno di 20 centesimi di dollaro al giorno. Il nuovo finanziamento della BEI consentirà inoltre di rimborsare le apparecchiature acquistate in dollari USA in scellini ugandesi.

  • Rwanda Free

    Federazione settore privato firma accordo con Malta

    RWANDA – La federazione del settore privato ruandese (Psf) ha firmato ieri un memorandum d’intesa con la Camera di Commercio, dell’Imprenditoria e dell’Industria di Malta (Mccei) per promuovere il commercio e gli investimenti tra i due Paesi. Attraverso il nuovo accordo sarà facilitato lo sviluppo degli scambi commerciali e quello della cooperazione fra imprese. Il Rwanda sottolinea le opportunità dell’isola europea, in particolare nel settore del turismo, delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni, e dei servizi finanziari. Il Psf auspica che aziende maltesi investano in Rwanda. Entrambe le organizzazioni si sono accordate per scambiarsi informazioni in ambito economico e commerciale. L’accordo è stato firmato virtualmente a causa delle restrizioni legate al coronavirus. [CC]