Anno 4 numero 7 agosto/settembre 2016

10,00

COD: AA-anno4-numero7 Categoria:

Blue Economy

La pesca in Africa è una risorsa di fondamentale importanza. Più di dodici milioni di persone lavorano in un settore che, inclusa l’acquacoltura, genera ogni anno un giro d’affari del valore di oltre 24 miliardi di dollari. Secondo i dati più recenti della Fao, questa cifra è pari all’1,26% del prodotto interno lordo complessivo del continente e al 6% di quello dell’agricoltura. Basta guardare una carta dell’Africa per comprenderne l’importanza: la linea costiera, incluse le isole, si estende infatti per un totale di oltre 48.000 chilometri e ben 38 (su un totale di 54) sono i Paesi che hanno un accesso diretto al mare. La zona marittima di competenza dei Paesi dell’Africa ha una superficie complessiva di circa 13 milioni di chilometri quadrati, pari cioè a quasi la metà di tutte le terre africane emerse. L’Unione Africana ha definito la blue economy la “nuova frontiera del rinascimento africano”, evidenziando così lo spazio sempre più centrale che stanno assumendo le aree marine e acquatiche e l’insieme delle attività che in esse si svolgono.

In questo focus:

  • Si scrive ‘Blue Economy’, si legge sostenibilità
  • Un’altra Africa sotto il mare
  • A colloquio con Alpha Condé
  • E la Guinea cerca le Pmi italiane
  • Mazara e Blue Sea Land aprono una finestra sull’area subsahariana
  • Intervista / Giovanni Tumbiolo
  • News / Blue Economy

Nello Speciale Saba Saba:

  • In Tanzania Made in Italy e Sistema Paese
  • E il neo ambasciatore vede grandi potenzialità

Nella Sezione Equilibri:

  • Global Fund, per Bill Gates Africa determinante
  • La tecnologia della Nasa a servizio del Sahel
  • Raddoppiano gli investimenti esteri nell’agroindustria
  • Africa Act, la via italiana dell’Africa pronta a partire
  • Il 2016 anno di start-up per la Cooperazione italiana
  • eBay in Africa con i nigeriani di MallforAfrica

Nella sezione Dentro l’Africa:

  • Energia / Maxi iniezione di dollari per l’elettrificazione in Etiopia
  • Agricoltura / La manioca del Camerun apre all’Italia
  • Industria / Un distretto della pesca ad Abidjan e Accra
  • Infrastrutture / Ai francesi il treno espresso senegalese
  • Commercio / L’Algeria punta anche sull’imprenditoria rosa
  • Economia e finanza / La Banca centrale del Marocco nel fondo Africa50
  • Sviluppo / Un villaggio del Sudan rivive grazie all’Italia

Nella sezione Viaggiare in Africa:

  • Uganda, rafting sul Nilo
OK