Anno 1 numero 2 Aprile 2013

5,00

COD: AA-anno1-numero2 Categoria:

Boom avicoltura. Un settore strategico per agribusiness, occupazione ed energie rinnovabili

“Il settore avicolo? È perfetto sia per aiutare una singola famiglia o una piccola comunità che l’economia di un intero paese”: a dirlo è stato un alto funzionario della
cooperazione allo sviluppo di un paese del nord Europa commentando il tema a cui è dedicato il focus di Africa e Affari di questo mese.

Un settore che, quando si parla di affari in Africa, può far sorridere se paragonato alle risorse minerarie o all’enorme potenziale energetico del continente, ma che diventa strategico se si guarda all’Africa inforcando gli occhiali dello sviluppo. In un continente in cui la vita della stragrande maggioranza della popolazione ruota ancora attorno al settore agricolo, in cui istituzioni e politica sono giovani e in via di formazione, le risorse minerarie ed energetiche appannaggio di pochi… polli e uova, invece, mettono tutti d’accordo.

Lo sviluppo di questo settore è immediato e può avvenire gradualmente e a vari livelli. Si possono sostenere piccole comunità, come fanno alcune organizzazioni
non governative o l’Onu. O si può favorire la nascita di medi e grandi produttori locali, come molti governi sembrano intenzionati a fare con l’avvio di programmi ad hoc. Il settore avicolo può fornire lavoro, cibo e generare reddito anche in zone rurali rimaste indietro.

Con l’aumento esponenziale della classe media e della popolazione che si trasferisce nelle grandi città, la nascita di un’industria avicola nelle campagne permetterebbe di coprire un mercato destinato a crescere e che ora è a quasi esclusivo appannaggio dei produttori americani e asiatici. Quest’ultimo elemento, unito alla visione che gli occhiali dello sviluppo dovrebbero dare, consente di vedere bene gli spazi che si aprono di fronte alle aziende italiane ed europee del settore.

In questo Focus:

  • Mercato, occupazione e più sicurezza alimentare – L’allevamento di pollame e la produzione di uova sono sempre di più considerati un settore su cui investire per trasformare l’agricoltura da un mondo di sussistenza a una realtà commerciale e industriale.
  • Fieravicola di Forlì guarda all’Africa
  • L’Africa sbalordirà il mondo e il mio Ghana tira la cordata – Intervista a Gertrude Nimako Boateng (Direttrice esecutiva dell’International Trade Institute per l’Africa occidentale, Itiwa)
  • Un miliardo di consumatori di uova, ma produzione ancora al palo
  • Avicoltura su InfoAfrica
  • Kenya: Partnership con produttori locali per incubatrici realizzate in Cina
  • Nigeria: Tecnologie per uova in polvere parola all’associazione avicola
  • Angola: Il governo punta a raddoppiare la produzione di uova in due anni

In questo numero:

  • Agroalimentare: la vera risorsa per uno sviluppo sostenibile – Produrre cibo nutriente e in quantità crescenti potrà colmare il divario creato dall’incremento della popolazione e contribuire comunque a aumentare la ricchezza collettiva con l’esportazione delle eccedenze.
  • Linee guida internazionali per limitare la pesca irregolare – Quello ittico è un settore ancora poco sviluppato, ma le acque pescose attorno al continente, in particolare lungo la costa occidentale, sono meta privilegiata di flotte di pescherecci asiatici ed europei.
  • Gli africani aggiustano il tiro la Cina non è più così romantica – Hanno suscitato polemiche le parole del governatore della Banca centrale della Nigeria che ha invitato a vedere nel Paese di mezzo anche un potenziale concorrente e non soltanto un gradito partner.
  • Si chiama Open Data Platform monitorerà gli indici di crescita – Un’iniziativa della Banca africana di sviluppo consentirà di riunire e condividere dati statistici e informazioni sulle dinamiche sociali ed economiche: un database che alla fine coprirà i 54 paesi africani

Dentro l’Africa:

  • Kenya, nuove regole per le esplorazioni pag. 36
  • La Nigeria punta sulle proprie zone rurali pag. 38
  • La classifica delle top 500 pag. 40
  • In autostrada da Lagos a Abidjan pag. 43
  • Stati Uniti e Africa accelerano pag. 44
  • Zambia, strategie di diversificazione pag. 46
  • Sviluppo, l’ascesa del Sud del mondo pag. 48