Anno 4 Numero 5 Maggio 2016

10,00

COD: AA-anno4-numero5 Categoria:

E l’Italia riscoprì l’Africa

L’Italia ha finalmente scoperto – o riscoperto – l’Africa. La politica estera, commerciale e di cooperazione dell’Italia in Africa e stata storicamente altalenante, con il prevalere nei decenni recenti di un senso di distanza, timore e disinteresse. Poi è arrivato il 2013, sulla scia di una crisi economica che aveva innescato nuove, forti pressioni nel Paese e sui nostri governanti e la conseguente necessità di inventarsi qualcosa. In un’Italia che faticava (e fatica) a recuperare ossigeno, tutto doveva essere al servizio della ripresa economica, incluse le relazioni estere gestite dalla Farnesina. Nel dicembre 2013 viene quindi lanciata dall’allora ministro degli Esteri, Emma Bonino, l’Iniziativa Italia-Africa. E’ il segnale di una nuova attenzione. A cavallo tra il 2013 e il 2014 iniziano infatti a fiorire una serie di altre iniziative e occasioni che enfatizzano il crescente potenziale dei mercati africani emergenti. Il primo ministro italiano Matteo Renzi infila tre missioni tanto inedite quanto inattese nel corso di solo un triennio, visitando dapprima l’area centro-australe (Mozambico, Angola e Congo Brazzaville), poi l’Africa orientale (Kenya ed Etiopia, con tanto di visita all’Unione Africana), approdando infine sul fronte occidentale all’inizio di quest’anno (Nigeria, Ghana e Senegal). Il presidente Sergio Mattarella visita a marzo Etiopia e Camerun. La parabola del ritrovato interesse italiano per l’Africa toccherà il suo culmine il 18 maggio 2016, con la prima Conferenza ministeriale Italia- Africa organizzata dalla Farnesina, un inedito vertice che suggellerà questa fase. Quattro sono i temi ufficialmente sul tavolo della conferenza ospitata a Roma – sviluppo economico, sostenibilità socio – ambientale, migrazioni, conflitti e stabilita.

In questo focus:

  • E l’Italia riscoprì il Continente nero
  • La Cornice dei rapporti Italia – Africa
  • Perchè l’Africa rappresenta la nostra profondità strategica
  • Rinnovabili pilastro per lo sviluppo
  • Università, ricerca e formazione: si rilancia la cooperazione culturale
  • Dinamiche migratorie e prospettive
  • A colloquio con Gian Paolo Calchi Novati

Nella sezione Equilibri:

  •  Panama Papers in salsa africana
  • Paradisi fiscali: Oxfam contro Banca Mondiale
  • Imprenditori d’Italia in Ghana uniti
  • Sempre più hotel a sud del Sahara
  • La Cina corteggia l’Eac
  • Il calo del petrolio frena la crescita, ma ci sono le eccezioni
  • ZOOM/il caso Regeni e la giustizia necessaria

Nella sezione Dentro l’Africa:

  • Energia/Eni annuncia investimenti miliardari
  • Agricoltura/Burundi, un anno da record per il tè
  • Industria/In Namibia la miniera d’uranio più grande al mondo
  • Infrastrutture/ Per il Senegal nuova compagnia aerea
  • Commercio/ Accordo tra Etiopia e Somaliland per il porto di Berbera
  • Economia e Finanza/ Piazza affari, Casablanca meglio di Johannesburg
  • Sviluppo/ Il piano italiano contro El Nino

Nella sezione Viaggiare in Africa:

  • R.d. Congo, museo “satanico”