Sierra Leone

Petrolio, nuova licenza per African Petroleum

Il governo di Freetown ha concesso alla multinazionale australiana African petroleum corp Ltd la licenza di esplorazione e di produzione di petrolio su un nuovo blocco off shore, l’sl-4a-10. Non si conoscono i termini precisi dell’accordo.

(118 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Capo Verde Free

    Arcipelago rischia di rimanere senza voli nazionali a...

    CAPO VERDE - I voli tra le isole di Capo Verde rischiano di essere sospesi entro tre giorni, con Transportes Interilhas de Cabo Verde (Ticv), l'unica compagnia che assicura questi collegamenti, che non offre voli per alcuna destinazione a partire da lunedì 17 maggio, rendendo impossibile l'acquisto dei biglietti per voli interni tramite il sito web dell'azienda o dalle agenzie di viaggio.  "Esprimiamo la più grande preoccupazione di fronte alla notizia che i voli tra le isole sono garantiti solo fino al prossimo 16 maggio", si legge in una dichiarazione dell'Associazione delle agenzie di viaggio e turismo (Aavt) di Capo Verdefirmata dal presidente, Mário Sanches, dopo  diversi colloqui con l'unica compagnia aerea responsabile dei voli interni. Nella nota, l’associazione imprenditoriale sottolinea la "grave situazione" che mette a repentaglio non solo la stabilità e la capacità di pianificazione delle agenzie di viaggio e turismo nazionali, ma anche la pianificazione degli stessi operatori internazionali. Già qualche settimana fa, il Primo ministro Ulisses Correia e Silva ha riconosciuto la difficile situazione che sta attraversando la compagnia e garantito l’intervento del governo per ristabilire i collegamenti: "I voli interni sono fondamentali per l'unificazione del mercato nazionale e per la circolazione e la mobilità delle persone, quindi la compagnia deve garantire i voli", ha affermato. Nel 2020 i voli nazionali a Capo Verde operati da Ticv, hanno gestito circa 125.000 passeggeri, ossia 286.000 in meno (-230%) rispetto all'anno precedente, a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia covid-19. [CN]
  • Ghana Free

    Annunciato tour di Akufo-Addo per rilanciare economia

    GHANA - Il presidente del Ghana, Nana Addo Dankwa Akufo-Addo, dovrebbe intraprendere domenica una visita di lavoro ufficiale, della durata di nove giorni, in Francia, Belgio e Sud Africa. Il viaggio rientra negli sforzi che il Presidente sta compiendo per impegnarsi a rilanciare l’economia ghanese, dopo lo stallo indotto dalla pandemia da covid-19. I dettagli del viaggio sono stati ammunciati dalla Presidenza. Il 18 maggio, Akufo-Addo parteciperà a Parigi a un vertice sul finanziamento delle economie africane, convocato dal presidente francese, Emmanuel Macron. Il vertice, che riunirà diversi leader africani ed europei e capi di istituzioni finanziarie internazionali, elaborerà strategie per promuovere una ripresa del continente fondata sul settore privato e orientata a una transizione verde e digitale, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile indicati dalle Nazioni Unite per il 2030 e l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. Mercoledì 19 maggio, su invito del presidente del Consiglio europeo Charles Michel, il presidente Akufo-Addo si troverà a Bruxelles, per colloqui bilaterali con il presidente e i funzionari del Consiglio europeo e incontrare parti interessate al partenariato tra Ghana e Unione europea. I colloqui con Michel dovrebbero incentrarsi sulla sicurezza regionale, sulle questioni di sostenibilità in due settori trainanti dell’economia ghanese, ossia la coltivazione del cacao e la pesca, e sul loro impatto sulle relazioni tra il Ghana e l’Unione europea. In agenda anche un incontro con il presidente della Banca europea per gli investimenti, Werner Hoyer, e la partecipazione a una conferenza degli investitori sul Ghana a Bruxelles. Nell’ultima tappa del suo tour, il presidente Akufo-Addo tornerà in Africa e volerà a Johannesburg, in Sudafrica, per intervenire alla quarta sessione ordinaria del quinto parlamento del Parlamento panafricano (Pap), prevista lunedì 24 maggio. Le deliberazioni di questa sessione saranno guidate dal tema dell’Unione africana per il 2021. Il tema è Anno delle arti, della cultura e del patrimonio: leve per costruire l’Africa che vogliamo. Con Akufo-Addo viaggeranno i ministri egli Affari Esteri, delle Finanze e vari funzionari governativi. [SR]
  • AfricaNigeria Free

    Rimesse (2), flussi in positivo esclusa eccezione...

    AFRICA - La lettura sui dati della Banca Mondiale relativa al trasferimento di rimesse verso l’Africa deve tener conto della significativa eccezione nigeriana: se infatti il dato generale sull’Africa subsahariana parla di un calo delle rimesse del 12,5% per il 2020, escludendo i flussi verso la Nigeria il dato medio diventa positivo (+2,3%). Di fatto, la Nigeria ha registrato da sola un calo delle rimesse del 28% che falsa un quadro tutto sommato resiliente secondo la Banca Mondiale. La crescita delle rimesse è stata tra gli altri Paesi positiva in Zambia (37%), Mozambico (16%), Kenya (9%) e Ghana (5%). Nel 2021, si prevede che i flussi di rimesse nella regione aumenteranno del 2,6%, supportati da migliori prospettive di crescita nei paesi ad alto reddito. L’Africa subsahariana rimane invece la regione più costosa in cui inviare denaro: l’invio di 200 dollari è costato in media l’8,2% nel quarto trimestre del 2020. [MS]
  • Africa OccidentaleTogo Free

    Dal franco Cfa all’Eco, giornate di riflessione a Lom...

    AFRICA OCCIDENTALE - Si terranno dal 26 al 28 maggio 2021 nella capitale togolese, Lomé, gli stati generali dell’Eco, la futura moneta dell’Africa occidentale: sono attese più di 200 personalità, tra leader del mondo economico e politico, dall’Africa e dall’Occidente. Al termine dell’incontro è prevista la preparazione di una tabella di marcia da sottoporre ai capi di stato della Comunità economica dell’Africa occidentale (Cedeao/Ecowas) per l’istituzione della nuova moneta che sostituirà il franco Cfa. Secondo il sito Togo First, sono annunciati in questo forum l’ex primo ministro del Benin Lionel Zinsou, l’economista Carlos Lopes, l’economista Michel Nadim Kalife, il direttore generale di Ecobank Costa d’Avorio e il direttore esecutivo regionale per la zona di Uemoa, Paul -Harry Aithnard e l’Amministratore Delegato della Borsa Regionale (Brvm), Edoh Kossi Amenounve. “Dal Cfa all’Eco: quale moneta per quale sviluppo in Africa occidentale” è il tema questo convegno internazionale, quadro di riflessione sul passaggio alla futura moneta comune. Lo svolgimento di questi incontri è un’iniziativa dell’economista togolese Kako Nubukpo, rappresentante del Togo in seno all’Unione economica e monetaria dell’Africa occidentale (Uemoa). Nel settembre del 2020, il presidente della Costa d’Avorio, Alassane Dramane Ouattara, ha annunciato che il danno economico causato dalla pandemia di coronavirus costringe a rinviare di almeno tre anni i piani per introdurre una nuova valuta regionale in Africa occidentale. Il blocco dell’Unione economica e monetaria ovest-africana – che riunisce otto paesi per lo più di lingua francese – aveva deciso a dicembre 2019 di iniziare a eliminare gradualmente il franco Cfa, da sette decenni valuta comune. Un’operazione che avrebbe dovuto cominciare già nel 2020. L’annuncio del passaggio dal franco Cfa all’Eco aveva suscitato una polemica tra i governi francofoni e anglofoni. Questi ultimi accusano i francofoni di aver scavalcato il progetto di moneta unica della Cedeao/Ecowas. La riforma, aveva ricordato il ministro sierraleonese degli Esteri, Nabeela Tunis, «fa parte delle azioni da compiere per trasformare il franco Cfa, così come le altre monete, in Eco, così come previsto dalla road-map rivisitata della Cedeao”. Nel caso dei Paesi della zona Cfa, l’adozione dell’Eco doveva cambiare anche il principio che vuole, sin dalla creazione nel 1945 della moneta dell’area francofona, che il 50% delle riserve in valuta estera sia detenuto presso la Banca di Francia, l’ex potenza colonizzatrice, dove peraltro vengono stampati i Cfa. Dovrebbe invece rimanere il principio di parità fissa con l’euro, ovvero 1 euro per 655,96 franchi CFA, che sebbene possa essere utile nel contenere l’inflazione, rappresenta secondo diversi economisti africani un freno alle esportazioni. [CC]
  • Gambia Free

    Al via lavori per mausoleo ex-presidente Jawara

    GAMBIA - Sono cominciati i lavori per la costruzione del mausoleo del primo presidente del Gambia, Dawda Kairaba Jawara. A riportarlo sono oggi le edizioni online dei principali quotidiani nazionali, dai quali si apprende che il mausoleo sarà eretto all’interno dei locali dell’Assemblea nazionale di Banjul, dove Jawara era stato sepolto nell’agosto 2019 dopo la sua morte. 

    La costruzione del mausoleo, gestita dal ministero gambiano dei Trasporti, dei Lavori pubblici e delle Infrastrutture, ha lo scopo di onorare il defunto presidente, consentendo a chiunque, visitatori e turisti, di visitare la struttura e rendere omaggio all’uomo politico che fu primo ministro del Gambia tra il 1963 e il 1969, ottenendo per il Suo Paese l’indipendenza nel 1965 dalla Gran Bretagna seppur mantenendo come capo dello Stato la regina Elisabetta II. Quando nel 1970 il Gambia divenne una Repubblica, Jawara fu eletto suo primo presidente.

    Obiettivo delle istituzioni di Banjul è rendere il mausoleo dell’ex presidente Jawara un luogo di attrazione per tutti i turisti nazionali e internazionali in visita nel Paese, riflettere sulla vita del defunto presidente in un ambiente pacifico, mediare e consentire alle persone di interagire con alcuni dei suoi beni personali. Secondo le informazioni rese note, il mausoleo occuperà una superficie di 324 metri quadrati e ospiterà al suo interno diverse strutture tra cui un archivio, una biblioteca, negozi, caffetterie e un ristorante. I lavori hanno una durata prevista di 13 mesi e un costo stimato pari a circa quattro milioni di euro. [MV]

  • Nigeria Free

    A gruppo statunitense incarico per progettazione...

    NIGERIA - Sarà la società statunitense KBR a realizzare l'incarico per completare la progettazione di fattibilità della nuova raffineria che il gruppo nigeriano BUA intende costruire nello stato sud-orientale di Akwa Ibom.

    A renderlo noto è stata la stessa società di ingegneria statunitense, sottolineando come l'assegnazione rappresenti la continuazione delle relazioni con il gruppo nigeriano BUA per il quale KBR aveva già svolto gli studi di pre-fattibilità del progetto nel 2018.

    In base alle informazioni rese note, l'impianto avrà una capacità di raffinazione di 200.000 barili di greggio al giorno e sosterrà la produzione di carburante per i mercati nazionali e regionali della Nigeria, contribuendo a ridurre la dipendenza del paese dalle forniture importate.

    L'incarico include la progettazione di un impianto con capacità di rimozione dello zolfo, strutture per il trattamento dell'acqua per soddisfare standard ambientali di alto livello e integrazione del calore al fine di garantire un'efficienza di produzione di lunga durata. [MV]