Zambia

Un piano per obbligazioni destinate a sviluppo infrastrutture

La Banca africana di sviluppo (AfDB/Bad) sta lavorando insieme al governo dello Zambia all’emissione di obbligazioni per finanziare lo sviluppo delle infrastrutture nazionali.

(226 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Mozambico Free

    Al via indagine integrata su filiere agricole

    MOZAMBICO - Il presidente mozambicano Filipe Nyusi ha lanciato ufficialmente un’indagine integrata per la raccolta di dati sulle catene del valore agricole e la sicurezza alimentare nel Paese.

    A segnalarlo sono i media locali, precisando che l’indagine sarà svolta dal ministero dell’Agricoltura in collaborazione con l’Istituto nazionale di statistica (INE); i risultati preliminari sono previsti per metà dicembre.

    Obiettivo del governo, attraverso questa raccolta di dati, è avere statistiche aggiornate e accurate sullo stato dell’attività agricola in Mozambico per guidare la pianificazione e valutare i programmi di sviluppo del settore in corso.

    Secondo Nyusi, l’indagine consentirà inoltre di avere per la prima volta dati dettagliati e affidabili a livello distrettuale, fondamentali per guidare le politiche pubbliche e gli investimenti privati.

    Attualmente l’agricoltura rappresenta il 23% del prodotto interno lordo (PIL) in Mozambico. [MV]

  • Sudafrica Free

    Da oggi riaperte, con limitazioni, le frontiere

    SUDAFRICA - A partire da oggi 1° ottobre il Sudafrica riapre, seppure con determinate limitazioni, le proprie frontiere ai viaggiatori internazionali.

    A darne notizia è il servizio informativo del governo di Pretoria, precisando che sarà data precedenza ai viaggiatori per motivi d’affari.

    Tre sono gli aeroporti internazionali riaperti: l’O.R. Tambo di Johannesburg, quello di Città del Capo e il King Shaka di Durban.

    Le frontiere sudafricane erano chiuse dallo scorso 27 marzo in seguito allo scoppiare nel Paese della pandemia di covid-19.

    Secondo le informazioni disponibili, i viaggiatori internazionali dovranno presentare al loro ingresso in Sudafrica i risultati negativi di un test molecolare PCR effettuato non oltre le 72 ore dalla partenza dal proprio Paese d’origine.

    "Questo test deve essere condotto da un medico certificato e deve includere nome e firma del medico che ha condotto il test", ha detto il ministro per le Relazioni internazionali e la cooperazione Naledi Pandor.

    I viaggiatori dovranno inoltre fornire un indirizzo come prova del loro alloggio in Sudafrica nel caso debbano mettersi in quarantena al momento dell'arrivo nel Paese, se mostrassero sintomi legati al covid-19 o siano stati in contatto con persone infette. In tal caso la quarantena sarà di 10 giorni e prevede l’obbligo di effettuare un ulteriore test. I costi della sistemazione in quarantena e del nuovo test saranno a carico del viaggiatore.

    Il governo ha  sviluppato un modello di classificazione del rischio per i diversi Paesi sulla base della diffusione dei contagi, il cui elenco sarà aggiornato ogni due settimane. Ai viaggiatori per motivi non essenziali provenienti da Paesi considerati ad alto rischio non sarà consentito l’ingresso in Sudafrica. [MV]

  • Angola Free

    Annunciate misure di sostegno ad agricoltura

    ANGOLA - Il governo di Luanda intende adottare una serie di misure per alleviare gli effetti economici sull'agricoltura della diffusione della pandemia di covid-19.

    A dirlo è stato il segretario di Stato per l’Agricoltura e l’allevamento, João Manuel da Cunha, ricordando che il governo angolano ha già fornito sostegno al settore informale, da cui dipende gran parte delle famiglie angolane, con finanziamenti tramite il Fondo Agrario e gli istituti bancari commerciali per attività agricole a conduzione familiare .

    Tra le misure in via di istituzione, secondo quel che viene riportato dai media locali, figurano la creazione di un Fondo di microcredito a sostegno delle scuole rurali e delle banche di credito comunitario, di un Fondo di emergenza per fornire supporto finanziario alle piccole imprese agricole nelle comunità più vulnerabili e programmi alimentari di base.

    “Le linee di azione che guidano la nostra attività si concentrano principalmente sul rilancio del Programma nazionale di sostegno alla produzione, diversificazione delle esportazioni e sostituzione delle importazioni (PRODESI)”, ha aggiunto da Cunha, precisando che il programma prevede un’alleanza con il settore privato per aumentare la produzione agricola nazionale.

    "Per raggiungere questo obiettivo - ha concluso il segretario di Stato per l’Agricoltura - stiamo gradualmente cambiando il paradigma, incoraggiando la meccanizzazione, perché in Angola il 72% del terreno è ancora preparato manualmente, e il 25% con trazione animale". [MV]

  • Botswana Free

    Altri sei mesi di stato d'emergenza post-covid

    BOTSWANA – Il Parlamento del Botswana ha approvato la proroga di sei mesi di stato d’emergenza imposto per la lotta alla diffusione del coronavirus. Attraverso questa decisione, il presidente Mokgweetsi Masisi continuerà a governare tramite decreti fino a marzo 2021, ovvero un anno dopo la comparsa del virus in Africa. È proprio da marzo che le autorità di Gaborone avevano imposto lo stato d’emergenza. I numeri dell’epidemia nel Paese, tuttavia, rimangono piuttosto contenuti, rispetto alla situazione globale: si registrano poco più di 3.170 casi positivi e 16 decessi, secondo il tracking della John Hopkins University. La proroga suscita critiche nei ranghi dell’opposizione, che la ritiene un provvedimento non necessario, soprattutto alla luce del fatto che i Paesi confinanti hanno riaperto i confini. Dumelang Saleshando, leader dell’opposizione parlamentare, ha messo in guardia sulle conseguenze delle restrizioni sull’economia nazionale. [CC]
  • Zambia Free

    Settore del rame, pressioni per modifica regime fiscale

    ZAMBIA - Gli operatori del settore del rame in Zambia hanno sospeso 2 miliardi di dollari di investimenti pianificati perché una tassa sui diritti introdotta lo scorso anno rende i progetti non redditizi, secondo una lobby industriale. L’amministratore delegato della Zambia Chamber of Mines, Sokwani Chilembo, ha riferito alla stampa locale, che la società First Quantum Minerals ha bloccato un miliardo di investimenti nel sito di Kansashi e che manterrà tale posizione fin quando le royalties non torneranno a essere deducibili da altri oneri fiscali. Stessa situazione sarebbe quella che interessa la Emr Capital e il sito di Lubambe.  Citando questi due casi Chilembo ha quindi auspicato un ritorno al regime fiscale precedente come condizione per far ripartire gli investimenti. [MS]
  • Burkina FasoLiberiaZambia Free

    Bando per progetti rinnovabili off-grid

    BURKINA FASO / LIBERIA / ZAMBIA - Il fondo per lo sviluppo delle rinnovabili Beyond the Grid Fund for Africa (BGFA), gestito dall’istituzione finanziaria scandinava NEFCO, ha lanciato la fase di pre-qualificazione di un bando per lo sviluppo di soluzioni off-grid nelle regioni rurali e peri-urbane di Burkina Faso, Liberia e Zambia.

    L’iniziativa si propone di incentivare le società specializzate in soluzioni energetiche off-grid ad accelerare la creazione di nuovi servizi sostenibili a lungo termine e su larga scala.

    Secondo quel che viene reso noto, in totale sono circa 30 milioni di euro i fondi a disposizione nell'ambito dei tre diversi programmi nazionali.

    Il piano si propone la firma di circa 15 contratti entro maggio del prossimo anno, con l’attuazione dei progetti a partire dal mese di agosto 2021. I fondi assegnati saranno erogati durante un periodo di quattro anni.

    Le aziende interessate possono presentare entro il 30 ottobre 2020 le domande di prequalificazione. Maggiori informazioni sono disponibili consultando le linee guida disponibili sul sito del BGFA. [MV]