Sierra Leone

Elezioni: arrivano gli osservatori dell’Unione Europea

Una squadra di osservatori elettorali è arrivata a Freetown, in Sierra Leone, per cominciare a verificare le prossime elezioni, ritenute cruciali per aiutare il paese a uscire dalla fase di ricostruzione successiva alla guerra civile che lo ha segnato dal 1991 al 2002.

(174 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Ghana Free

    Cacao, la concorrenza cinese preoccupa Accra

    GHANA - La scelta della Cina di produrre ed esportare il cacao mette agitazione in Ghana. La notizia che la Cina avrebbe recentemente esportato cacao in Belgio è infatti diventato motivo di grande preoccupazione per l’industria ghanese, come ha spiegato un portavoce dell’organizzazione governativa che regolamenta la produzione del cacao, Cocobod. In un’intervista all'emittente radiofonica locale Citi Fm, Fiifi Boafo ha affermato che questo sviluppo potrà avere effetti negativi sull’industria del cacao ghanese se alcune misure non verranno attuate. “Il mercato del cacao è saturo e il consumo non sembra crescere alla stessa velocità della produzione di cacao, quindi qualsiasi nuova aggiunta in termini di produzione è motivo di preoccupazione perché una maggiore produzione senza un consumo adeguato spingerà il prezzo del cacao al ribasso”, ha detto il portavoce del Cocobod. Boafo ha però aggiunto che, sebbene l’andamento sia preoccupante, considerando la quantità di cacao esportato e altre variabili, al momento non dovrebbero esserci motivi di allarme. [GT]
  • Liberia Free

    Intesa con Deloitte su gestione sovvenzione agricola

    LIBERIA - Il ministero dell’Agricoltura di Monrovia ha firmato un contratto triennale con la filiale locale dell'azienda di servizi di consulenza e revisione Deloitte per gestire una sovvenzione agricola del valore di 14,25 milioni di dollari per i piccoli agricoltori e le imprese agroalimentari in Liberia. Lo riferisce la stampa locale precisando che l’accordo rientra nell’ambito del Liberia Agriculture Commercialization Fund (Lacf), una componente del Smallholder Agriculture Transformation Agribusiness Revitalization Project (Star-P), che è sponsorizzato dalla Banca Mondiale. “Questo è qualcosa che non vedevo l’ora di vedere accadere. L’accesso alla finanza è fondamentale per migliorare la vita dei nostri piccoli agricoltori e di altri attori della catena del valore agricolo”, ha detto la ministra dell’Agricoltura, Jeanine Milly Cooper, secondo le medesime fonti. [VGM]
  • Mali Free

    Finanziato progetto per sostenere piccole medie imprese

    MALI - L’accordo di finanziamento per il Progetto per promuovere l’accesso al finanziamento, l’imprenditorialità e l’occupazione in Mali (Pafeem), è stato firmato ieri dal ministro maliano dell’Economia e delle Finanze, Alousseini Sanou, e dal direttore delle operazioni della Banca mondiale per il Mali, Soukeyna Kane, per un valore di 60 milioni di dollari. Ad annunciarlo è la stampa locale precisando che il fondo permetterà al governo maliano di sostenere l’imprenditorialità e l’occupazione favorendo l’accesso ai finanziamenti per le attività generatrici di reddito, in particolare per 1.000 micro, piccole e medie imprese (Pmi) e 15.000 persone, che beneficeranno di opportunità di generazione di reddito, con particolare attenzione alle donne. Il direttore delle operazioni della Banca mondiale per il Mali Soukeyna Kane, ha sottolineato, riferiscono le medesime fonti, che il Pafeem aderisce alla strategia di sviluppo economico sostenibile, che include la promozione dello “sviluppo inclusivo e la trasformazione economica e sostiene gli sforzi nazionali per l’occupazione”. Inoltre, il progetto è in linea con la politica della regione dell’Africa occidentale e centrale della Banca Mondiale per rafforzare il capitale umano, l’empowerment delle donne, accelerare la trasformazione digitale e l’integrazione regionale. [VGM]
  • AfricaComoreGhanaRepubblica Congo Free

    Gli operatori portuali in aiuto delle tartarughe marine

    AFRICA - Programmi per la conservazione della biodiversità e la sostenibilità degli spazi dove vengono svolte attività portuali: questo l’impegno preso dalla compagnia Bolloré Ports, operatore di concessioni portuali, particolarmente orientato alla salvaguardia delle tartarughe marine nel continente. “Bolloré Ports attribuisce importanza alla sostenibilità ambientale e sociale delle sue attività. È per questo motivo che tutti i nostri terminal portuali attuano una politica ambientale volta a preservare gli ecosistemi delle nostre strutture. Con l'aiuto di Ong ed esperti ambientali, i nostri team identificano e gestiscono i rischi ambientali e sociali associati alle nostre attività. A tal fine, stiamo implementando metodi innovativi per garantire la conservazione della flora e della fauna", ha affermato Olivier De Noray, direttore generale delle concessioni di Bolloré Ports. E così da una parte all’altra del continente: Congo Terminal, operatore del terminal container del porto di Pointe Noire, in Repubblica del Congo, Meridian Port Services (Mps), ad Accra, in Ghana, e il terminal Moroni, nelle Comore, sono impegnati in programmi e iniziative di sensibilizzazione sulla conservazione della biodiversità, e più particolarmente a favore della protezione delle tartarughe marine, sui danni del bracconaggio e sulle implicazioni dell'acqua per il pianeta. Inoltre, i terminal gestiti da Bolloré Ports sono impegnati nel processo di certificazione ambientale ISO 14001/2015. [CN]
  • São Tomé e Príncipe Free

    Allo studio privatizzazione compagnia idrica ed...

    SAO TOME E PRINCIPE - La compagnia idrica ed elettrica di São Tomé e Príncipe, Emae, è al centro di un progetto di riforma che prevede la sua ristrutturazione aziendale e la successiva privatizzazione.

    A dirlo è stato Faustino Neto, consulente tecnico dell'Agenzia sao-tomense di regolamentazione dell'elettricità (Ager), che sta portando avanti il progetto di riforma del settore nell'arcipelago.

    "Stiamo riformando l'Ager in modo che possa davvero essere un ente regolatore e offrire un servizio  migliore allo Stato di Sao Tomé", ha detto il funzionario, ricordando che spetta al regolatore "fare gli studi tariffari" e presentare le sue proposte al governo.

    Secondo quel che ha dichiarato Neto, il governo di Sao Tomé si prepara a consentire ai privati di entrare nella produzione di energia elettrica. Il governo sao-tomense sta inoltre negoziando con banche e agenzie internazionali per individuare investitori interessati a ristrutturare o  costruire un insieme di centrali idroelettriche - per rafforzare la capacità elettrica installata attualmente pari a circa 40 megawatt -, e  centrali solari, che hanno il potenziale per generare più di 60 megawatt da iniettare nella rete elettrica di Sao Tome. [MV]

  • Liberia Free

    Al via lavori della Cesaf per nuova sede federazione...

    LIBERIA - E' stato inaugurato a Monrovia, in Liberia, il cantiere per la realizzazione della nuova sede della Liberia Football Association (Lfa), la federazione calcistica del Paese. La Lfa e la società edile Cesaf Liberia, sussidiaria dell'italiana Cesaf, hanno firmato un contratto da 1,4 milioni di dollari il 29 gennaio dello scorso anno. Il progetto, che avrebbe già dovuto essere partito, è stato gravemente ostacolato dalla pandemia da covid-19. A marzo 2017, Cesaf Liberia aveva partecipato, vincendola, alla gara per la progettazione e la costruzione della futura sede Lfa, che sarà realizzata grazie ai fondi della Fifa. Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo edificio su tre piani, che sarà realizzato nel rispetto delle normative internazionali in materia di abbattimento delle barriere architettoniche. [SR]