Sudafrica

Parziale ritorno al lavoro in una miniera d’oro

Dopo la minaccia di licenziare 15.000 minatori in sciopero dallo scorso 25 settembre annunciata ieri dalla Gold Fields, sarebbero almeno 6200 i dipendenti della miniera d’oro di Beatrix che sono tornati al lavoro.

(224 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Namibia Free

    In corso fase uno della riabilitazione del canale...

    NAMIBIA - Tre appaltatori locali sono stati incaricati dalla compagnia pubblica Namibia Water Corporation (NamWater) di riabilitare il canale Calueque-Oshakati lungo 150 km, nel nord della Namibia. Lo ha annunciato il ministero dell’Agricoltura, dell'Acqua e della Riforma Agraria, precisando che il progetto sarà implementato nella sua fase uno, che coprirà 5,8 chilometri, da Radial Truss Industries, Imperative Construction Engineering e Brumar Construction per un costo di 6,4 milioni di dollari.  “NamWater spende milioni di dollari ogni anno per la manutenzione del canale, ma le perdite d'acqua continuano a causa dell'evaporazione. Alcuni membri della comunità lungo il canale hanno deliberatamente vandalizzato la struttura per l'acquacoltura e l'allevamento del bestiame. Inoltre, i contadini hanno piantato giardini lungo la diga. Di conseguenza, NamWater non riceve più acqua a sufficienza per rifornire le fabbriche, compreso l'impianto di acqua potabile di Oshakati”, ha detto il ministro dell'Agricoltura, Calle Schlettwein, sottolineando che questo primo tratto del canale sarà ricostruito in modo che possa essere in grado di fornire acqua sia per le attività agricole che per l’industria.  Il canale Calueque-Oshakati lungo si estende dall'Angola, nell’area di Omahenene, alla regione di Oshakati, in Namibia: l'acqua che scorre nel canale proviene dalla diga di Calueque, situata sul fiume Cunene, nel Sud dell'Angola. La diga, che ha una capacità di stoccaggio di 200.000 m3, rifornisce il l'Angola meridionale, oltre a quattro impianti di acqua potabile di NamWater in Namibia, rispettivaemente situati a Olushandja, Outapi, Ogongo e Oshakati. L’acqua viene poi distribuita alle popolazioni locali che la utilizzano come acqua potabile o per l'irrigazione. [CN]
  • Angola Free

    Annunciata gara per la privatizzazione dei negozi Kero...

    ANGOLA - Un gara pubblica sarà aperta quest’anno per la privatizzazione del Gruppo Zahara, proprietario degli ipermercati Kero: lo ha annunciato il governo dell’Angola, precisando che l’appalto rientrerà nell’ambito del Programma di privatizzazione dei beni dello Stato (Propriv), avviato nel 2019. “Ci sono linee guide dallo Stato per includere rapidamente Zahara nel Programma di privatizzazione entro la fine dell’anno, in linea con il normale corso di una gara pubblica”, ha dichiarato il presidente dell’Istituto di gestione dei beni e partecipazioni statali (Igape) nonché vice coordinatore del Propriv, Patricio Vilar, che ha ricordato che per rilanciare l’economia nel paese, l’esecutivo ha deciso di rinunciare alla proprietà di alcuni beni. Il gruppo Zahara, oltre ad essere proprietario dei supermercati a marchio Kero, gestisce anche la catena di negozi Nosso Super. Prima di passare tra i beni pubblici dello Stato nello scorso ottobre, la società era di proprietà del gruppo Aquattro Internacional. [CN]
  • Sudafrica Free

    Attivo a Città del Capo lo sportello Vfs per i visti...

    SUDAFRICA - Dopo Johannesburg, Durban e Pretoria, ora anche Città del Capo conta da lunedì scorso un Centro Richiesta Visti per l’Italia per offrire ai clienti sudafricani un processo di richiesta sicuro e protetto, soprattutto nel contesto pandemico. L’apertura dello sportello dalla società di outsourcing e servizi tecnologici Visa Facilitation Services (Vfs) Global nella capitale legislativa del Sudafrica è stata annunciata dal Consolato d’Italia a Città del Capo. "Mentre continuiamo a costruire la nostra presenza operativa per conto del governo italiano in Sudafrica, sono lieto di annunciare l'estensione della nostra rete come parte del nostro impegno a offrire un servizio conveniente e senza interruzioni", ha affermato il Console d'Italia a Città del Capo, Emanuele Pollio, ricordando che un altro centro sarà presto attivo anche a Port Elizabeth. I centri visti in Sudafrica sono stati istituiti dopo che nel 2019, il Consolato Generale d'Italia ha assegnato un contratto a Vfs Global per fornire servizi di visto nel paese d’Africa australe. I centri attuano funzionalità opzionali come servizi di Sms, corriere, fotocopie, stampe e fotografie. I clienti che desiderano richiedere un visto per l'Italia in Sudafrica devono tuttavia aver prenotato nel centro un appuntamento per presentare la propria domanda. Vfs Global serve i clienti attraverso 89 centri di richiesta visti in 35 paesi del mondo. [CN]
  • Mozambico Free

    Allo studio strategie per esportazioni di idrogeno blu

    MOZAMBICO - Analizzare le opportunità a lungo termine derivate dalla produzione di idrogeno blu: questo l’obiettivo della task force recentemente formata dalla compagnia statale mozambicana Empresa Nacional de Hidrocarbonetos (Enh) e dalla società Tcrk Energy. “Non si tratta di abbandonare il gas naturale liquefatto (Gnl), principale risorsa del Mozambico, ma di dotare il paese di una strategia a lungo termine”, ha spiegato a fonti di stampa locali Thomas Bruton, direttore della compagnia con sede a Londra, intenta a sviluppare potenziali esportazioni di idrogeno blu nel paese d’Africa australe. I mercati di importazione sono entusiasti che i produttori di combustibili catturino il carbonio che viene elaborato nel processo di reforming vapore-metano (Smr), ha affermato il direttore di Tcrk Energy, il cui lavoro maggiore si concentra proprio sul sequestro del Co2, che contrassegna il prodotto come idrogeno blu. Tra le opzioni per la cattura del carbonio disponibili localmente, Tcrk Energy sta considerando quella delle microalghe, che potrebbe alimentare la produzione di biocarburanti e quindi contribuire a ridurre le importazioni del Mozambico. “Abbiamo un progetto comunitario pilota che inizierà su questo alla fine dell’anno. Mancano ancora cinque anni al primo gas, ma il sequestro del carbonio è un fattore talmente determinante che abbiamo bisogno di esempi del mondo reale”,  ha ancora affermato Bruton, sottolineando che la produzione di carburante porterebbe alla creazione di posti di lavoro e a un migliore accesso all’energia per tutti. “Per ora, Tcrk Energy si sta concentrando sul derisking della tecnologia per produrre idrogeno nella quantità di cui abbiamo bisogno e sullo sviluppo di strategie che crediamo guideranno la capacità locale”, ha precisato Bruton, che ritiene che il progetto inizierà nel bacino di Rovuma, nel Nord del Mozambico. L’azienda sta anche prendendo in considerazione lo Smr potenziato, per migliorare l’efficienza del processo di produzione dell’idrogeno e il trasporto: “Stiamo esaminando i vettori di idrogeno organico liquido (Lohc), poiché la capacità di spedire idrogeno su larga scala non esiste“, ha infine detto il direttore di Tcrk Energy, che ha già lanciato Tcrk Marine e Tcrk Lng per sviluppare opportunità  con Enh nel settore energetico. L’azienda sta anche lavorando a un progetto per consentire importazioni più facili, tramite un’unità di stoccaggio e disidratazione galleggiante (Fsdu).  
  • Angola Free

    Annunciata revisione della Costituzione

    ANGOLA - Il presidente angolano João Lourenço ha annunciato l'intenzione di proporre una revisione parziale della Costituzione della Repubblica.

    A darne notizia sono i media locali, dai quali si apprende che secondo quel che ha dichiarato Lourenço la revisione ha lo scopo di chiarire, tra le altre questioni, il ruolo del Parlamento nel verificare le attività del capo dello Stato.

    Tra gli altri aspetti che saranno oggetto di revisione figurano le procedure di voto per i cittadini angolani residenti all'estero e la gradualità del calendario elettorale.

    Le modifiche mirano inoltre all'affermazione del Banco Nacional de Angola come entità amministrativa indipendente dal ramo esecutivo.

    "Con questa proposta di revisione puntuale della Costituzione si intende preservare la stabilità dei suoi principi fondamentali, adattare alcune sue norme alla realtà attuale per mantenerla adeguata al contesto politico, sociale ed economico, chiarire i meccanismi di ispezione politica e migliorare i rapporti tra gli organi sovrani, oltre a correggere alcune carenze", ha detto Lourenço annunciando la revisione durante un consiglio dei ministri. [MV]

  • Sudafrica Free

    Entra nel mercato locale delle rinnovabili una società...

    SUDAFRICA - Un portafoglio di prodotti rinnovabili da 775 MW: questo il risultato della transazione effettuata dalla società per le energie rinnovabili Magnora, che ha acquisito il 100% delle azioni di un’azienda con sede in Sudafrica per le sue attività di sviluppo green field. La compagnia norvegese ha inoltre aumentato al 50% la propria partecipazione nella società svedese Vindr Group, specializzata in progetti rinnovabili di piccole e medie dimensioni, che si sta fondendo con un'altro sviluppatore attivo in Sudafrica, che possiede attualmente nel complesso quasi 2 GW eolici onshore e solari fotovoltaici in fase di sviluppo. Con quest’ultima transazione, Magnora dovrebbe guadagnare oltre 1 GW di potenziale netto di progetti di energia rinnovabile nel mercato sudafricano. “Riteniamo che questi due investimenti abbiano un eccellente potenziale di creazione di valore per i nostri azionisti e siamo lieti di acquisirli entrambi. Le autorità sudafricane sono molto dedite allo sviluppo delle energie rinnovabili”, ha osservato il presidente esecutivo di Magnora, Torstein Sanness, ricordando che “l’anno scorso è stato deciso di deregolamentare il mercato elettrico in Sudafrica, il ché ha portato a diversi sviluppi positivi che facilitano il prelievo dagli impianti di energia rinnovabile. Il quadro politico e normativo è stabile e le condizioni del vento e del sole sono eccellenti. Non vediamo l'ora di sviluppare ulteriormente queste interessanti prospettive”. [CN]