Kenya

Kenya: imboscata contro poliziotti, almeno 26 morti

È salito a 26, ma potrebbe crescere ancora, il numero dei poliziotti uccisi ieri in un’imboscata tesa contro le forze di sicurezza nel nord del Kenya, nel distretto di Samburu.

(166 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Orientale

  • Kenya Free

    Hapag-Lloyd apre nuovo ufficio a Mombasa

    KENYA - La compagnia di navigazione tedesca Hapag-Lloyd ha aperto un nuovo ufficio di rappresentanza a Mombasa per accompagnare la crescita delle proprie attività logistiche in Africa orientale.

    A renderlo noto è stata la stessa società, precisando che le attività principali saranno gestite dalla città portuale di Mombasa mentre la compagnia avrà un proprio ufficio di rappresentanza anche a Nairobi.

    Hapag-Lloyd esporta dal Kenya principalmente merci agricole, in particolare tè, caffè, frutta e tessuti, mentre le importazioni consistono principalmente di prodotti chimici, prodotti alimentari e un'ampia gamma di merci in plastica o gomma.

    Secondo quel che viene reso noto, da Mombasa la compagnia tedesca offre due diversi servizi collegando il Kenya con alcuni dei porti più importanti dell'Asia.

    "Il Kenya è il fulcro economico dell'Africa orientale e la regione in crescita più importante del continente - ha detto il  direttore di Hapag-Llooyd responsabile per il Medio Oriente, Dheeraj Bhatia - Aprendo il nostro nuovo ufficio in Kenya, ci aspettiamo di continuare la nostra solida crescita nel continente africano".

    Con l'apertura della nuova sede di Mombasa, Hapag-Lloyd ha ora cinque sedi nel continente: oltre in Kenya, anche in Sudafrica, Egitto, Ghana e Nigeria. [MV]

  • Rwanda Free

    Nuovo prestito dalla Cina e intesa su mini...

    RWANDA - Un nuovo prestito di 60 milioni di dollari e la cancellazione di un debito di sei milioni: sono quesi i contenuti di un accordo firmato dal governo di Kigali con la Cina.

    A riportarlo sono i media locali, dai quali si apprende che i fondi ottenuti attraverso il nuovo prestito saranno destinati a progetti di cooperazione economica e tecnica in ambito agricolo ed energetico ancora da concordare tra le parti.

    Secondo il ministro ruandese delle Finanze, Uzziel Ndagijimana, la decisione cinese di cancellare parte del debito "è molto significativa, perché consente di liberare risorse che altrimenti sarebbero dovute essere utilizzare per pagare il debito".

    In base alle informazioni rese note dal governo di Kigali, i prestiti concessi dalla Cina rappresentano meno del 5% dello stock di debito pubblico del Rwanda. [MV]

  • Sudan Free

    Un piano in cinque punti per rilanciare il Paese

    SUDAN - Il governo di Khartoum ha lanciato un piano in cinque punti per rilanciare l’economia, la pacificazione nazionale, la transizione democratica e le relazioni estere. Il piano, secondo quanto riportato dai media locali, è stato adottato nel corso di una riunione di tre giorni di tutti i membri del gabinetto per stabilire le priorità del governo formato l’8 febbraio dopo l’inclusione dei gruppi armati, firmatari dell’accordo di pace di Juba il 3 ottobre 2020. Il ministro dell’Informazione e portavoce del governo Hamzah Balloul, sabato sera, ha letto un comunicato sulle risoluzioni del ritiro, caratterizzato da “un buon spirito di squadra per rafforzare le percezioni del governo di transizione per realizzare i compiti della gloriosa rivoluzione di dicembre”. Ha aggiunto che le discussioni si sono basate sulle cinque priorità che il primo ministro Abdallah Hamdok aveva già discusso con tutti i partner della transizione dopo le consultazioni con ampi segmenti della società sudanese. [EC]
  • Kenya Free

    Inaugurata linea di produzione per quadri industriali

    KENYA - La multinazionale francese Schneider Electric ha inaugurato presso il proprio impianto di Nairobi una nuova linea di produzione di quadri industriali per la distribuzione elettrica.

    A darne notizia sono i media locali, dai quali si apprende che la produzione è destinata ai mercati regionali dell'Africa orientale.

    "L'investimento che abbiamo fatto è stato intenzionalmente fatto per avvantaggiare il Kenya tramite il trasferimento di tecnologia" ha detto Carol Koech, direttrice generale di Schneider Electric per l'Africa orientale.

    Secondo l'azienda, la produzione locale dei quadri dovrebbe abbassarne il costo e ridurre i tempi necessari per la consegna agli utenti finali. [MV]

  • Kenya Free

    Gruppo francese EDF acquisisce nuove partecipazioni 

    KENYA - Il gruppo energetico francese EDF rafforza la propria posizione sul mercato keniano acquisendo quote di partecipazione in due società specializzate nel settore dell'energia solare e dei sistemi off-grid in Kenya.

    A renderlo noto è stata lo stesso gruppo francese, precisando di aver acquisito una quota del 50% in Econet Energy Kenya e del 23% in Bboxx Kenya, senza tuttavia specificare i termini economici delle due transazioni.

    Econet Energy Kenya è una filiale del gruppo sudafricano DPA specializzata in energia solare distribuita per il mercato BtoB.

    Bboxx Kenya viene invece descritto come il principale fornitore off-grid del Kenya per uso domestico con oltre 500.000 utenti.

    "Grazie alla collaborazione con Bboxx Kenya ed Econet Energy Kenya, il gruppo EDF diventa un attore chiave nel mercato keniota delle soluzioni energetiche a basse emissioni - ha detto la vice-presidente esecutiva di EDF, Béatrice Buffon - Queste due partnership ci stanno aiutando a raggiungere uno degli obiettivi principali della nostra PAC Strategia 2030: triplicare le nostre operazioni su scala internazionale rispetto al 2015". [MV]

  • Etiopia Free

    Intesa con Fmi su quadro per revisione contratti di...

    ETIOPIA - Il Fondo monetario internazionale (Fmi) ha concordato con il governo di Addis Abeba un piano per completare la revisione dei programmi di prestito con l'Etiopia, tenendo conto dell'impatto del coronavirus e della “situazione della sicurezza interna” nel Paese.

    A renderlo noto è stata la stessa istituzione finanziaria internazionale, ricordando che il programma di prestito con l'Etiopia era stato stabilito a dicembre 2019 per in valore di 2,9 miliardi di dollari.

    La revisione del programma, il cui calendario non è stato tuttavia ancora delineato, è "incentrate sul bilanciamento della necessità di affrontare le sfide in corso create dalla pandemia e dalla sicurezza interna".

    Nella nota diffusa dal Fmi, si legge inoltre che la situazione della sicurezza "ha creato bisogni umanitari e di ricostruzione che richiedono un aggiustamento delle politiche e il sostegno della comunità internazionale".

    Il Fondo ha poi affermato di aver accolto con favore la richiesta dell'Etiopia di "trattamento del debito nell'ambito del quadro comune del G20".

    Il mese scorso, l'Etiopia ha dichiarato di aver pianificato di ristrutturare il proprio debito sovrano nell'ambito del quadro, progettato per aiutare con le pressioni economiche indotte da COVID-19, e stava esaminando tutte le opzioni.

    Secondo l'Fmi, la crescita economica in Etiopia dovrebbe essere del 2% nel 2020/21, in gran parte a causa degli effetti della pandemia, ma si prevede che possa rimbalzare all'8,7% nel 2021/22 in linea con la ripresa globale. [MV]