Senegal

Progetto contro erosione costiera ricompensato dall’Onu

Un progetto senegalese è stato selezionato dalla segreteria della Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici e verrà ufficialmente durante una cerimonia speciale in occasione della prossima conferenza internazionale di Doha (Qatar), dal 27 novembre al dicembre.

(136 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Ghana Free

    Verso quotazione cacao su borsa merci

    GHANA - La borsa merci del Ghana, Ghana Commodity Exchange (GCX), sta valutando di quotare le fave di cacao sulla propria piattaforma di trading al fine di promuoverne il consumo locale.

    A renderlo noto è stato l'ente nazionale di regolamentazione del settore del cacao (COCOBOD), precisando che circa un terzo della produzione nazionale di fave di cacao viene lavorato localmente e che l'obiettivo è aumentare questa quota al 50%.

    Oltre a promuovere il consumo locale del cacao avvalendosi della borsa merci per assicurare un più facile accesso dei trasformatori nazionali, la quotazione ha anche lo scopo di aiutare a determinare il prezzo del cacao ghanese sui mercati internazionali.

    “Nel periodo a medio termine, stiamo cercando di portare nuove materie prime nel piano di negoziazione della borsa - ha detto il direttore operativo del GCX, Robert Dowuona - Stiamo inoltre valutando la possibilità di scambiare il cacao lavorato qui in Ghana e i contratti del raccolto".

    Secondo Dowuona, l'introduzione del cacao e di altre colture da reddito sulla piattaforma attirerà nuovi investimenti in GCX. Attualmente è in fase di preparazione e approvazione anche la procedura per consentire la negoziazione di contratti legati alla produzione di anacardi. [MV]

  • Ghana Free

    Nasce la prima scuola dedicata al settore ferroviario

    GHANA - Ha aperto i battenti la prima scuola del Ghana dedicata ai professionisti del settore delle ferrovie e del loro sviluppo infrastrutturale.

    Lo riferiscono oggi i media locali, precisando che la Ghana School of Railways and Infrastructure Development fa parte dell'Università delle miniere e della tecnologia, Tarkwa. Tutti i programmi offerti dalla Scuola sono corsi di ingegneria e la durata di ogni programma è di quattro anni.

    Nel 2021, la scuola dovrebbe accogliere circa 300 studenti. Nei prossimi quattro anni, la Scuola prevede di accogliere circa 5.000 studenti.

    Con i massicci investimenti effettuati nel settore ferroviario dal governo Akufo-Addo, si prevede che lo sviluppo della capacità delle risorse umane nel settore registrerà un forte impulso.

    La scuola, che rilascerà titoli e diplomi anche con riconoscimento internazionale, intende fornire una formazione pratica e di qualità nel trasporto ferroviario e nella logistica, per rispondere a un settore previsto in forte crescita nei prossimi anni.

    L'idea di creare un istituto ferroviario per il Ghana risale al 1985 quando le forze armate del Ghana consegnarono le proprie caserme a Takoradi all'allora Autorità portuale e delle ferrovie del Ghana per l'utilizzo da parte del Railway Central Training Institute per la formazione del proprio personale.

  • AfricaEgittoEtiopiaKenyaNigeria Free

    Cdc investirà un miliardo nel continente

    AFRICA - Il gruppo Cdc, istituto britannico per lo sviluppo, sta pianificando investimenti per un miliardo di dollari in Africa nei settori delle infrastrutture e della finanza. Sta inoltre valutando un'offerta per acquisire una licenza di telecomunicazioni in Etiopia. Cdc ha investito 3,7 miliardi di dollari in Africa negli ultimi tre anni, più della metà del capitale dell'istituzione. L’investimento previsto per il 2021 è pari a quello effettuato nel 2020, ha dichiarato in un'intervista l'amministratore delegato Nick O'Donohoe, e si concentrerà prevalentemente in Egitto, Etiopia, Kenya e Nigeria. “Concentreremo i fondi su iniziative legate al contenimento degli effetti dei cambiamenti climatici e sulla tecnologie - ha affermato il ceo - In aggiunta a ciò, continueremo a investire in infrastrutture”. L’impegno di 1 miliardo di dollari rappresenta un segnale di interesse notevole verso l’Africa, che, secondo le stime, dovrebbe aver subito un calo compreso dal 25 al 40 per cento degli investimenti diretti esteri lo scorso anno, secondo un rapporto della Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo, a causa della pandemia e dei prezzi più bassi di petrolio e materie prime. Cdc ha creato una partnership con Vodafone Group Plc e Sumitomo Group per presentare un'offerta per una licenza di telefonia mobile in Etiopia nell’ambito del piano di privatizzazione dell'economia del Paese, ha affermato l’amministratore delegato, confermando un rapporto di Bloomberg News a giugno. Il processo è stato ritardato, ma ora sembra andare avanti, ha detto. La nazione del Corno d'Africa prevede di vendere due nuove licenze e una quota di minoranza dell’azienda di Stato Ethio Telecom, sebbene il processo sia stato rallentato da complessità normative e turbolenze politiche, incluso un conflitto nella regione settentrionale del Tigray. [EC]
  • Ghana Free

    Inaugurata centrale solare galleggiante su diga...

    GHANA - Le autorità ghanesi hanno inaugurato una centrale solare galleggiante realizzata nel serbatoio della diga idroelettrica di Bui, nel nord-est del Ghana.

    L'impianto da 5 Mw è la prima fase di un progetto a supporto dell'impianto idroelettrico con un sistema solare da 250 Mw.

    La seconda fase dell'impianto solare è in costruzione.

    In tempi di siccità, l'impianto solare dovrebbe integrare la produzione della diga, che diminuisce al diminuire del flusso del fiume Volta Noire.

    La diga idroelettrica di Bui ha la capacità di produrre 400 Mw di elettricità. Quando l'ibridazione solare sarà completata, sarà in grado di produrre 650 Mw.

    La Bui Power Authority (Bpa) è l'organismo responsabile della gestione di questa struttura.

  • Ghana Free

    Annunciata prossima emissione obbligazionaria

    GHANA - Il ministero delle Finanze del Ghana ha un programma nel corso del primo trimestre di quest'anno, un'emissione di obbligazioni in valuta locale. 

    A segnalarlo sono i media locali, precisando che obiettivo dell'emissione è riuscire a raccogliere una cifra pari ad almeno tre miliardi di euro. 

    Secondo quel che è stato reso noto dal ministero delle Finanze ghanese, l'emissione servirà per rinnovare 2,8 miliardi di euro di obbligazioni in scadenza mentre la parte restante sarà utilizzata per soddisfare i requisiti di finanziamento del governo. 

    In particolare, il calendario diffuso dal ministero delle Finanze ghanese mostra che il governo ha intenzione di emettere settimanalmente buoni del tesoro con scadenza di 91 e 182 giorni, mentre i buoni con scadenza annuale saranno emessi ogni due settimane.

    L'economia del Ghana è stata duramente colpita dall'epidemia di coronavirus che ha frenato la crescita economica e ampliato il suo deficit. [MV]

  • Guinea Bissau Free

    Lisbona firma nuovo programma di cooperazione...

    GUINEA BISSAU - Ha un valore economico pari a 60 milioni di euro il nuovo programma di cooperazione strategica, valido fino al 2025, firmato dal governo del Portogallo con la Guinea Bissau. 

    A darne notizia il ministero degli Affari esteri portoghesi in una nota inviata alla stampa, in cui si precisa che il piano  è stato "redatto in conformità con gli obiettivi e le priorità di sviluppo della Guinea-Bissau" e coprirà progetti nei settori dell'istruzione e della cultura, della giustizia, della sicurezza e della difesa, della salute, degli affari sociali e del lavoro, dell'agricoltura, della pesca, dell'energia e dell'ambiente, delle infrastrutture, dell'economia e della finanza. 

    "Particolare enfasi sarà posta sulla promozione di partenariati con altri attori, pubblici e privati, nazionali e internazionali, in particolare con il settore privato, le organizzazioni non governative di sviluppo (ONG), le fondazioni, il mondo accademico e la comunità internazionale dei donatori, in particolare le Nazioni Unite e l'Unione Europea", si legge ancora nella nota diffusa dal ministero degli Affari esteri portoghese.

    In base alle informazioni rese note, il precedente programma di cooperazione strategica tra Portogallo e Guinea Bissau, valido per il periodo compreso tra il 2015 e il 2020, disponeva di un bilancio di 40 milioni di euro. [MV]