Egitto

Ampliati i poteri presidenziali, critiche a Morsi

Il presidente egiziano Mohammed Morsi ha pubblicato un emendamento costituzionale che garantisce un ampliamento dei poteri della propria figura, ridimensionando quelli della magistratura.

(86 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Nord

  • Tunisia Free

    Presidente tunisino Saied in visita in Italia

    TUNISIA - Il presidente tunisino Kais Saied è da oggi, mercoledì 16 giugno, in Italia per una visita di Stato di due giorni accompagnato dal ministro degli Esteri Othman Jerandi. Prima della partenza, all’aeroporto di Tunisi, Saied ha passato in rassegna un drappello militare e salutato il primo ministro Hichem Mechichi, il governatore di Tunisi, Chedhli Bouallegue, e il sindaco di Tunisi, la signora Souad Abderrahim. In Italia, Saied incontrerà questo pomeriggio il presidente del consiglio Mario Draghi, a Palazzo Chigi. La visita di Saied giunge su invito del capo di Stato italiano Sergio Mattarella: era in programma già diversi mesi fa, poi era stata annullata a causa del covid. La Tunisia sta attraversando un forte momento di crisi economica e sta cercando sostegni internazionali per il suo nuovo programma di sviluppo che dovrebbe essere presentato tra luglio e agosto. L’Italia è uno dei principali partner della Tunisia ed è presente nel Paese nordafricano con oltre 850 imprese. [MS]
  • Egitto Free

    Eni firma per accorpamento concessioni nel Deserto...

    EGITTO - Il gruppo energetico Eni ha annunciato di aver firmato con il governo del Cairo, con l'Egyptian General Petroleum Corporation (EGPC) e con la russa Lukoil un accordo per l’unione e l’estensione al 2036, con la possibilità di ulteriore prolungamento al 2041, delle concessioni delle aree contrattuali di Meleiha e Meleiha Deep, nel Deserto Occidentale dell’Egitto.

    Secondo quel che viene comunicato dal gruppo energetico italiano, l'accordo permetterà di valorizzare, attraverso condizioni contrattuali migliorative, le considerevoli risorse dell’area, aggiungendo nuovo potenziale esplorativo grazie ad una campagna di acquisizione sismica 3D ad alta risoluzione e alla perforazione di pozzi esplorativi e di sviluppo.

    La costruzione di un nuovo impianto di trattamento del gas, che sarà connesso al Western Desert Gas Complex di Alessandria d’Egitto, offrirà inoltre la possibilità di valorizzare ulteriormente le riserve di gas della regione, rafforzando il ruolo di Eni come maggior produttore di gas in Egitto.

    La società farà leva sulle competenze di contrattisti locali già impegnati nella realizzazione di importanti progetti in Egitto, tra cui lo sviluppo fast-track del giacimento di gas di Zohr.

    L’operatore delle concessioni è Agiba, una joint-venture paritetica tra EGPC ed Eni, attraverso la sua controllata IEOC Production. IEOC detiene una quota del 76% nella concessione mentre l’altro partner, Lukoil, detiene il restante 24%.

  • Algeria Free

    Elezioni, maggioranza relativa per Fln

    ALGERIA - Il Fronte di liberazione nazionale (Fln), partito governativo, ha ottenuto 105 seggi nel parlamento algerino nelle elezioni legislative che si sono tenute sabato ed è così la prima formazione politica nel paese. 

    A riferirlo è stata l’autorità elettorale nazionale. Pur avendo la maggioranza relativa dei seggi l’Fln è lontano dai 204 seggi che gli garantirebbero la maggioranza assoluta sui 407 della camera bassa.

    Il principale partito islamico, il Movimento della società per la pace, ha guadagnato invece 64 seggi, mentre i candidati indipendenti 78. A seguire il partito moderato di centro del Raggruppamento nazionale democratico (Rnd) con 57 seggi, i nazionalisti del Fronte El Mostakbel con 48 seggi e il Movimento El Bina con 40.

    Le elezioni algerine erano state convocate anticipatamente dal presidente Abdelmadjid Tebboune, ma sono state segnate dal più alto tasso di astensione da 20 anni, dovuto almeno in parte al boicottaggio invocato da alcuni partiti di opposizione e sostenuto dal movimento pro democrazia Hirak. [TM]

  • Marocco Free

    Prestito per fronteggiare disastri naturali

    MAROCCO - La Banca mondiale ha approvato un finanziamento di 300 milioni di dollari per aiutare il Marocco a far fronte all’impatto dei disastri naturali. Lo ha comunicato la Banca in una dichiarazione. “Proteggendo la sua popolazione e la sua economia dai rischi naturali, il Marocco potrebbe risparmiare più di 800 milioni di dollari all’anno”, ha affermato Jesko Hentschel, direttore delle operazioni della Banca mondiale per il Maghreb, citato dal comunicato. Il finanziamento andrà a migliorare un progetto già avviato sulla gestione del rischio di catastrofi naturali. [TM]
  • Marocco Free

    Accordo con Irena per sviluppare produzione idrogeno

    MAROCCO - Il governo di Rabat e l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (Irena) hanno annunciato di aver firmato un accordo volto a promuovere lo sviluppo e il consumo di idrogeno. L’accordo riguarderà la creazione di una partnership strategica che comporterà lo sviluppo di  questa energia, coinvolgendo il settore privato del Cherifian. L’intesa prevede anche lo sviluppo di modelli di cooperazione pubblico-privato nel settore e lo sviluppo delle basi del commercio di idrogeno verde a livello nazionale e regionale. Per Irena, l’opportunità sta nel fatto che il Marocco è un pioniere in Africa nella transizione energetica e il Paese prevede di toccare oltre il 52% di energie rinnovabili nel proprio mix energetico entro il 2030. L’Agenzia, con sede ad Abu Dhabi , spera così di sostenere gli sforzi attuali per rendere il Paese importante produttore ed esportatore di idrogeno verde. [GT]
  • Egitto Free

    Maggiori stanziamenti per istruzione, sanità e ricerca

    EGITTO - Il governo del Cairo aumenterà del 13,7% gli stanziamenti per i settori dell’istruzione, dell’istruzione superiore, della sanità e della ricerca scientifica. Lo ha dichiarato il ministro delle Finanze, Mohamed Maait, in una dichiarazione davanti al parlamento (riportata dai principali media nazionali). Secondo Maait, i quattro settori riceveranno un totale di 727,8 miliardi di sterline (38 miliardi di euro) nel budget 2021/22, rispetto ai 640 miliardi nel 2020/21. “L’aumento – ha detto il ministro – soddisfa la percentuale stabilita nella Costituzione egiziana per questi settori e mostra che il governo è impegnato ad aumentare le loro assegnazioni ogni anno”. Il ministro ha detto che il programma di riforma economica varato nel 2016 permetterà una riduzione del deficit al 6,6% del Pil e ciò “nonostante l’impatto negativo della pandemia di coronavirus” perché l’Egitto “è stato in grado di ottenere risultati positivi tassi di crescita economica e stabilizzare la sterlina egiziana sul mercato dei cambi”. La dichiarazione di Maait è arrivata in risposta alle lamentele di alcuni parlamentari, come Sami Hashem, capo del Comitato per l’istruzione della Camera dei rappresentanti, secondo cui gli stanziamenti per i quattro settori nel nuovo bilancio non hanno rispettato la quota prevista dalla costituzione. [EC]