Sudafrica

In corso sciopero lavoratori agricoli

Accesso Completo, Africa Australe, Sudafrica SUDAFRICA – È ripreso oggi nella provincia di Western Cape lo sciopero dei braccianti agricoli che rivendicano un miglioramento delle condizioni di lavoro e l’aumento della paga giornaliera dagli attuali 75 ad almeno 150 rand, circa 15 euro. La manifestazione odierna è stata indetta dopo alcune dichiarazioni del ministro del Lavoro, Mildred Oliphant, secondo cui la scadenza del 4 dicembre fissata in precedenza per venire incontro alle richieste dei lavoratori non sarebbe stata rispettata. Il mese scorso analoghe manifestazioni si erano tenute nella stessa regione con epicentro a De Doorns, la valle del vino più pregiato d’Africa. La protesta si era estesa a 15 città e le violenze avevano causato due vittime e danni materiali. Sulla base di stime riferite dalla stampa sudafricana, la maggioranza dei circa 10.000 lavoratori di De Doorns sta partecipando allo sciopero. [CC]  

© Riproduzione riservata

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Mozambico Free

    Operativo sistema elettronico per rilascio dei visti...

    MOZAMBICO - Una misura che, secondo il governo, attrarrà più investimenti stranieri e a incrementerà il turismo in Mozambico. Il Presidente della Repubblica, Filipe Nyusi, ha presieduto il lancio ieri a Maputo del sistema elettronico per il rilascio dei visti ai cittadini stranieri, denominato “e-Visa”. "Un altro valore aggiunto è la semplificazione delle procedure per l'ottenimento dei visti per chi entra nel Paese, che potrebbe dare grande impulso al turismo e alle imprese che operano in questo settore, direttamente o indirettamente", ha affermato Nyusi citato dalla televisione STV.  Filipe Nyusi ha inoltre chiesto che i funzionari e gli agenti della migrazione siano adeguatamente formati e qualificati per rispondere alle esigenze di attuazione della misura. Il sistema sarà gestito dal Servizio nazionale per le migrazioni (SENAMI) e dovrebbe ridurre la burocrazia, combattere la corruzione, migliorare il contesto imprenditoriale e incoraggiare il buon governo. [CN]
  • Angola Free

    Consegnato il primo elicottero Bell 505 dell’Africa...

    ANGOLA - Bell Textron Inc ha annunciato la consegna del primo Bell 505 alla compagnia aerea angolana BESTFLY. L'aereo è stato consegnato durante una cerimonia a Mirabel, in Canada. "Siamo orgogliosi di prendere in consegna il primissimo Bell 505 in Africa occidentale", ha affermato Nuno Pereira, CEO e fondatore di BESTFLY. “Questa aggiunta alla nostra flotta aggiungerà una nuova dimensione alla nostra offerta di servizi e mette in mostra il nostro impegno a sviluppare ulteriormente l'industria aeronautica nella regione. Utilizzeremo il nuovo 505 per il trasporto aziendale e le visite guidate, tra le altre missioni,”, ha ancora aggiunto. “Questo aereo sta dimostrando ancora una volta la sua versatilità e affidabilità in questo mercato. Non vediamo l'ora che BESTFLY utilizzi il Bell 505 in molti modi innovativi per tutto il lavoro che svolgono nella regione", ha dichiarato da canto suo Sameer Rehman, amministratore delegato di Bell Textron per Africa e il Medio Oriente.  Questo è il primo Bell 505 in Angola e BESTFLY prevede di aggiungerne un altro alla sua flotta entro la fine del prossimo anno. BESTFLY è stata fondata nel 2009 e oggi è la più grande compagnia di aviazione privata dell'Angola, che svolge una gamma di servizi, tra cui gestione e charter di aeromobili, catering, pianificazione del volo, trasferimenti e gestione del volo. [CN]
  • Mozambico Free

    Cna Federmoda a Maputo per la Fashion Week

    MOZAMBICO - Cna Federmoda torna a Maputo per la Mozambique Fashion Week con una doppia progettualità al fine di presentare l’intera filiera del Made in Italy agli operatori del continente africano. “La pausa forzata, a causa della situazione pandemica internazionale, della nostra partecipazione alle MFW in occasione delle ultime due edizioni non ci ha fatto comunque perdere le relazioni ed il confronto con gli organizzatori della manifestazione e verificare l’immutata energia espressa dai creativi mozambicani” dichiara Antonio Franceschini, responsabile nazionale Cna Federmoda. “Quest’anno – continua Franceschini – saremo in Mozambico con un programma articolato anche grazie al supporto dell’Ufficio Ice Agenzia di Maputo, infatti oltre alla partecipazione alla serata internazionale della Mozambique Fashion Week in programma sabato 10 dicembre dove porteremo in passerella capsule delle collezioni di Clò by Claudia B ed in collaborazione con il Centergross quelle di Exibit, Nous Live Fashion Man, Souvenir, Stilosophy e Takeshi Kurosawa oltre alle creazioni di Francesca Corelli vincitrice del XXXII Concorso nazionale Professione moda giovani stilisti – RMI 2022. Il 9 dicembre pomeriggio terremo presso il Centro congressi dell’Indy Village di Maputo un workshop dedicato alla presentazione delle tendenze moda con la partecipazione di imprese a monte della filiera come Bovina Fiori per la Moda, Cieffe Filati, Dienpi e Iafil“. “Questo – ha aggiunto il dirigente Cna – nell’ottica di continuare una progettazione già avviata nel passato e che di recente ci ha visto partecipare anche alla Hub of Africa Fashion Week di Addis Abeba per promuovere questa parte della filiera verso un movimento di designer africani in costante crescita”. Il workshop “manifattura italiana” di Cna Federmoda realizzato in collaborazione con Ice Agenzia sarà aperto dai saluti dall’ambasciatore italiano Gianni Bardini e dall’intervento del responsabile nazionale Cna Federmoda, Antonio Franceschini per continuare con il direttore Ice Maputo, Paolo Gozzoli e con Vasco Rocha, direttore generale della MFW, mentre Roberto Corbelli, ricercatore ed esperto di tendenze interverrà sulle evoluzioni moda e socioculturali del settore. [GT]
  • Zambia Free

    Siccità, fino a sei ore di tagli all’elettricità

    ZAMBIA - Lo Zambia avrà interruzioni di elettricità giornaliere fino a un massimo di sei ore, con la sua principale fonte di energia, una centrale idroelettrica situata nel sud del Paese, che funziona attualmente a livelli minimi a causa della drastica mancanza di acqua. Lo ha annunciato il governo negli scorsi giorni. "La riduzione del carico durerà fino a sei ore al giorno a partire dal 15 dicembre 2022 e fino a quando i livelli dell'acqua non miglioreranno", ha annunciato il ministro dell'Energia Peter Kapala in parlamento. Lo Zambia condivide il funzionamento della diga di Kariba, una delle più grandi del sud del continente, con il vicino Zimbabwe, anch'esso dotato di una centrale elettrica. Dopo che la scorsa settimana, l'autorità che gestisce la diga ha affermato che a causa delle scarse precipitazioni (la stagione nell'Africa meridionale va da novembre ad aprile), il serbatoio di stoccaggio utilizzabile era solo del 4,6% della capacità, anche il ministro dell'Energia dello Zimbabwe, Soda Zhemu, ha precisato in questi giorni che la centrale idroelettrica da cui il Paese trae gran parte della sua energia "continuerà a produrre, ma con capacità ridotta". Ricorrente negli ultimi anni nell'Africa australe, la siccità aveva già ridotto a un livello drammatico le riserve della diga di Kariba. Lo Zambia ottiene oltre l'80% della sua elettricità dall'energia idroelettrica. [CN]
  • Mozambico Free

    Debito nascosto, tra prove insufficienti a Maputo e...

    MOZAMBICO - Continua a Maputo la lettura della sentenza nel processo per il “Debito nascosto”, il più grande caso di corruzione nella storia del Mozambico. Sabato, il giudice ha affermato che "non ci sono prove sufficienti” contro otto dei 19 imputati al processo. “Non si tratta di presumere che non fossero coinvolti in alcuna attività criminale, ma di presumere che non siano state trovate prove sufficienti”, ha dichiarato il giudice Efigénio Baptista, mentre nei primi tre giorni di lettura della sentenza, sono state ritenute provate le accuse nei confronti di Ndambi Guebuza, figlio dell'ex Presidente della Repubblica Armando Guebuza, ex dirigenti del SISE (Servizio di informazione e sicurezza statale) e altri imputati coinvolti. Sul banco degli imputati ci sono 19 persone accusate dal Pubblico Ministero di coinvolgimento in un piano che ha defraudato lo Stato di oltre 2,7 miliardi di dollari di debiti contratti con banche internazionali tra il 2013 e il 2014 e garantiti dal governo del Fronte di Liberazione del Mozambico (Frelimo), guidato all'epoca da Armando Guebuza, all'insaputa del Parlamento e del Tribunale Amministrativo. Nel frattempo, si apprende che la procedura intrapresa presso il Commercial Court di Londra nell’ambito dello stesso caso rischia di essere rinviato o prorogato a causa di ritardi nel rilascio degli atti processuali. L'avvocato britannico che rappresenta il Mozambico nel procedimento, Jonathan Adkin, ha chiesto una proroga fino al 27 gennaio 2023 per adempiere agli obblighi di comunicazione. Secondo l'avvocato , questa proroga è necessaria per raccogliere tutti i documenti richiesti, con l'ufficio del procuratore generale che ha già messo a disposizione più di 100.000 elementi. "Non siamo pessimisti e pensiamo che sia possibile rispettare i tempi e iniziare il processo a ottobre 2023", ha detto ancora l’avvocato.  Hanno ammesso ritardi anche la banca russa Vtb, che accusa le sanzioni internazionali a cui è soggetta per la guerra in Ucraina, e il gruppo navale Privinvest, che ha invocato le difficoltà create dalla crisi bancaria in Libano.  Intanto la banca Crédit Suisse, anch'essa imputata, ha visto accolta la sua richiesta di conoscere l’identità dei funzionari pubblici o politici contattati dal pubblico ministero, chiedendo l'accesso ai dispositivi elettronici e agli account di posta elettronica. Secondo la decisione pubblicata mercoledì scorso, diversi funzionari del governo o dell'amministrazione del Mozambico hanno utilizzato regolarmente mezzi personali per ricevere e inviare comunicazioni elettroniche ufficiali. Il Credit Suisse ha presentato un primo elenco di 33 nomi di persone a cui è interessato, ma l'avvocato Adkins ha già affermato che intende impugnare la decisione. Il processo nella giustizia britannica è stato avviato nel 2019 dall’Ufficio del procuratore per conto della Repubblica del Mozambico per cercare di cancellare parte dei debiti contratti dal governo dell’epoca. [CN]
  • Sudafrica Free

    Corruzione, multa milionaria per un gruppo svizzero di...

    SUDAFRICA - Una multa di 4,3 milioni di dollari è stata inflitta al gruppo svizzero di ingegneria e tecnologia ABB dal procuratore generale del Sudafrica in relazione a un caso di corruzione. Secondo quanto riportato da fonti di stampa locali, ABB e la National Prosecuting Authority (NPA) del Sudafrica hanno raggiunto un accordo secondo cui la società pagherà un risarcimento per il suo coinvolgimento nella corruzione dello Stato, si legge in una nota del pubblico ministero. L'ufficio del procuratore generale ha dichiarato che la sanzione è stata inflitta ad ABB per "non aver preso tutte le disposizioni organizzative necessarie e ragionevoli al fine di impedire pagamenti di corruzione a funzionari stranieri in Sudafrica". Questa nuova multa si aggiunge ai 92,48 milioni di dollari che la società ha duvotu pagare all'azienda elettrica statale sudafricana Eskom nel 2020, dopo essere stata giudicata colpevole di pagamenti impropri e altri problemi di conformità presso la centrale elettrica di Kusile in seguito a un'indagine su vasta scala sulla corruzione dello Stato conclusasi nel giugno 2022. [CN]