R. Centrafricana

Negoziati Libreville, ribelli intransigenti su dimissioni Bozizé

R. CENTRAFRICANA – Al tavolo dei negoziati d Libreville , cominciati ieri nella capitale gabonese, i ribelli della coalizione Séléka hanno chiesto le dimissioni del presidente François Bozizé e un suo processo davanti alla Corte penale internazionale (Cpi) per crimini di guerra e contro l’umanità, accusandolo di essere responsabile di arresti, detenzioni e sequestri arbitrari, uccisioni sommarie e sparizioni forzate.

(208 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • R.D. Congo Free

    Fondi AfDB per sviluppo agro-industriale

    REP DEM CONGO - La Banca africana di sviluppo (AfDB) ha approvato la concessione di un prestito del valore di circa 70 milioni di dollari per l'attuazione del Programma di sostegno allo sviluppo agroindustriale a Ngandajika (PRODAN) nel centro della Repubblica democratica del Congo.

    A segnalarlo sono i media specializzati, precisando che il prestito sarà erogato dal Fondo africano per lo sviluppo (AFD), lo sportello per i finanziamenti agevolati dell'AfDB.

    Secondo le informazioni rese note, PRODAN costituisce la fase pilota di un'operazione volta all'attuazione di politiche e strategie nazionali per lo sviluppo dei poli di sviluppo agricolo, attraverso la creazione di parchi agroindustriali in ciascuna delle 22 province del Paese, al fine di stimolare una crescita annuale del settore agricolo superiore al 6%.

    L'obiettivo è ridurre la povertà, garantire la sicurezza alimentare e nutrizionale per le popolazioni rurali e creare posti di lavoro e reddito sostenibile. Gli altri risultati attesi riguardano il miglioramento dell'accesso ai mercati, ai fattori produttivi e ai servizi agricoli.

    Il programma si rivolge ad aree fragili ed economicamente, socialmente e ambientalmente svantaggiate, ma con un significativo potenziale agricolo, e il cui sviluppo sostenibile contribuirà a migliorare la sicurezza alimentare del Paese. Ne beneficeranno direttamente più di 131.413 famiglie, ovvero circa 750.000 persone, di cui il 52% donne, e indirettamente 500.000 famiglie agricole. Contribuirà inoltre alla creazione e al consolidamento di circa 35 piccole e medie imprese agricole, 40.000 posti di lavoro diretti per i giovani (18-35 anni) di cui il 30% sono ragazze e 20.000 altri posti di lavoro diretti (30% donne). [MV]

  • AfricaKenyaMozambicoR.D. CongoTanzaniaZambia Free

    Nuovo programma per supportare espansione delle...

    AFRICA - Lancerà il suo primo round di finanziamento basato su Call of Proposals durante la prima metà del 2022 il nuovo programma Modern Cooking Facility for Africa (MCFA), istituito dall’istituzione finanziaria del Nord Europa, Nefco, e dalla Svezia, attraverso l'Agenzia svedese per lo sviluppo internazionale (Sida) e le ambasciate svedesi nell'Africa sub-sahariana, per supportare lo sviluppo e l'espansione delle tecnologie di cucina pulita e conveniente in Africa. Il programma svilupperà nuovi mercati per il settore della cucina pulita in Repubblica Democratica del Congo, Kenya, Mozambico, Tanzania e Zambia attraverso finanziamenti basati sui risultati per gli attori privati del settore. ''Siamo molto lieti di poter sostenere ulteriormente la fornitura da parte del settore privato di accesso all'energia pulita in diversi paesi africani insieme alla Svezia. L'aumento delle soluzioni di cucina pulita avrà un impatto positivo significativo sull'ambiente. L'approccio al finanziamento basato sui risultati garantirà che sia economicamente sostenibile per le persone svantaggiate nell'Africa subsahariana'', ha affermato Trond Moe, amministratore delegato di Nefco, in relazione alla firma dell'accordo con Sida. Un esercizio di valutazione dettagliato è stato condotto tra il 2020 e il 2021, confermando la necessità di strumenti nuovi e innovativi dedicati a soluzioni di cottura di alto livello, come bioetanolo sostenibile, biocarburanti liquidi, biogas, soluzioni di cottura elettriche e biocarburanti solidi sostenibili, come pellet e bricchetti. L'obiettivo del MCFA è fornire tra 1,5 e 3 milioni di africani l'accesso a soluzioni di cucina pulita, migliorando la salute generale e aumentando la crescita economica, in un programma da 40 milioni di euro con la Svezia come primo donatore -  con un finanziamento iniziale di 27,8 milioni di euro - e Nefco come Facility Manager. I fornitori selezionati e convenzionati riceveranno un sostegno finanziario in base ai traguardi raggiunti.  [CN]
  • Camerun Free

    Governo autorizza quattro incubatori di imprese

    CAMERUN - Il ministro delle Piccole e Medie Imprese, dell’Economia Sociale e dell’Artigianato del Camerun, Achille Bassilekin III, ha rilasciato le prime autorizzazioni alle strutture di incubazione di imprese. Si tratta di quattro strutture specializzate nel supportare i project leader, la creazione o lo sviluppo d’impresa. Ad ottenere le autorizzazioni la Jacky Felly Nafack Institute of Technology, il Groupement des femmes d’affaires du Cameroun, la Digital Transformation Alliance) e la N ‘lonako Valley Authority. “Questi riconoscimenti testimoniano la qualità e l’eccellenza gestionale, tecnica e tecnologica promosse all’interno delle rispettive strutture di incubazione. Solo le strutture legalmente costituite potranno continuare a svolgere l’attività di incubazione nel nostro Paese e potranno beneficiare di qualsiasi finanziamento o sussidio da parte dello Stato” ha spiegato il ministro. [GT]
  • R.D. Congo Free

    Annunciata l’istituzione di un Consiglio per le...

    REP DEM CONGO - Avrà il compito di promuovere le energie più pulite il futuro Consiglio per le batterie che la Repubblica Democratica del Congo (RDC) intende istituire. La nascita del nuovo organismo è stata annunciata mercoledì dal Primo ministro, Jean-Michel Sama Lukonde, all'apertura dell’RDC-Africa Business Forum 2021 che si svolgerà a Kinshasa fino a oggi. Secondo Lukonde, il Consiglio per le Batterie guiderà la politica del governo per promuovere ulteriormente l'industria delle batterie elettriche, il mercato dei veicoli elettrici e le energie più pulite in Africa. "La transizione globale verso l'energia verde e la decarbonizzazione delle economie è un requisito al giorno d'oggi, che stimola la domanda di determinati metalli", ha affermato all’inaugurazione dei lavori dell’evento il presidente della Repubblica Democratica del Congo, Felix Tshisekedi, riferendosi al cobalto, uno degli elementi più importanti per la produzione di batterie dei veicoli elettrici. La Repubblica Democratica del Congo rappresenta quasi il 70% della produzione mondiale di cobalto, mentre nel suo sottosuolo sono identificate oltre 25 milioni di tonnellate di riserve di questo metallo, ovvero circa i due terzi delle riserve mondiali. [CN]
  • Camerun Free

    Governo acquisisce maggioranza delle azioni della Union...

    CAMERUN - “A Douala si è tenuta l’assemblea generale straordinaria degli azionisti; l’agenda si è concentrata principalmente sull’aggiornamento del piano di ristrutturazione, che si è registrato con la ratifica dell’uscita di Ecobank Transnational Incorporated e l’ingresso dello Stato del Camerun fino al 54% della partecipazione”. Con questo comunicato stampa la Union Bank of Camerun ha annunciato ufficialmente la conclusione di un processo di partecipazione azionaria avviato dallo Stato del Camerun dall’inizio dell’anno in corso.  Infatti, per evitare la liquidazione di UBC e NFC Bank, due banche private camerunesi in difficoltà dal 2009, lo Stato ha deciso di partecipare ai piani di ristrutturazione partecipando alla ricapitalizzazione. Operazione autorizzata dal presidente della Repubblica. L’obiettivo del governo, a conclusione della ristrutturazione, sarà quello della cessione delle quote di maggioranza ai privati. Operazione di risanamento che secondo gli analisti dovrebbe durare 5 anni e comunque non superare i 7 anni. [GT]
  • R.D. Congo Free

    Approvato finanziamento per costruzione di una fonderia...

    REP DEM CONGO - Sarà la più grande in Africa e una delle più grandi a linea singola del mondo la fonderia di rame da 500.000 tonnellate all'anno che prevedono di costruire la cinese Zijin Mining e la canadese Ivanhoe Mines per il progetto di rame Kamoa-Kakula insieme in Repubblica Democratica del Congo. Annunciando che il suo consiglio di amministrazione ha approvato l'investimento per la fonderia, Zijin Mining ha precisato martedì che il progetto consentirà di ridurre la dipendenza dell’azienda di terze parti. Secondo la società cinese, i 769 milioni di dollari che richiederà il progetto, i cui lavori dovrebbero durare tre anni, proverranno dai flussi di cassa della joint venture Kamoa-Kamula. Nella futura fonderia, Ivanhoe e Zijin deterranno il 39,6% ciascuno, il governo congolese il 20% e Crystal River Global Limited lo 0,8%. Ivanhoe ha dichiarato la scorsa settimana che il contratto di ingegneria di base era stato assegnato alla Cina Nerin Engineering Co. Circa il 35% dell'attuale produzione di concentrato di rame proveniente da Kamoa-Kakula, che ha iniziato a produrre a maggio, viene trattato nella vicina fonderia di Lualaba, di proprietà della China Nonferrous Mining Corp Ltd (CNMC), mentre il resto viene portato a fonderie internazionali. Secondo le previsioni della joint venture, il sito ha il potenziale per raggiungere il picco di produzione annuale di rame di oltre 800.000 tonnellate, il che lo renderebbe il secondo complesso minerario di rame più grande al mondo, dopo la miniera di Escondida in Cile. [CN]