Sudafrica

Agenzia di rating riduce ancora giudizio di affidabilità

SUDAFRICA – L’affidabilità del debito sovrano del Sudafrica è stato ridotto per la seconda volta nel giro di meno di un anno dall’agenzia Fitch Ratings a causa della ridotta crescita economica, dell’aumento del deficit di bilancio e della sempre maggiore disoccupazione.

(203 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Sudafrica Free

    Economia in contrazione nel terzo trimestre

    SUDAFRICA - L'economia nazionale del Sudafrica ha registrato una contrazione dell'1,5% nel terzo trimestre di quest'anno rispetto ai tre mesi precedenti, un calo maggiore rispetto alle previsioni. Su base annua, l'economia registra una crescita del 2,4% rispetto a una previsione del 3,5%.

    I dati pubblicati dall'ufficio statistico StatsSA hanno mostrato che il settore agricolo è diminuito del 13,6% trimestre su trimestre, il commercio del 5,5%, la produzione del 4,2%, l'estrazione mineraria dello 0,9% e l'edilizia dello 0,5%. Il settore finanziario è cresciuto dell'1,2% e quello dei servizi alla persona dello 0,5%.

    Secondo StatsSA, la contrazione è legata soprattutto ai disordini di luglio e le restrizioni più severe introdotte durante la terza ondata della pandemia che hanno di fatto bloccato la ripresa economica.

    I disordini di luglio erano cominciati come proteste sporadiche da parte dei sostenitori dell'ex presidente Jacob Zuma dopo il suo arresto per essersi rifiutato di testimoniare in un'inchiesta per corruzione ma si sono poi ampliate in un'ondata generale di rabbia contro povertà e disuguaglianza che persistono più di due decenni dopo la fine del regime di apartheid, causando oltre 300 vittime e disordini che hanno danneggiato migliaia di negozi. [MV]

  • Angola Free

    Definito investimento per progetto fotovoltaico di...

    ANGOLA - Solenova, la joint-venture tra il gruppo energetico italiano Eni e la compagnia statale angolana Sonangol finalizzata allo sviluppo di progetti di energia rinnovabile, ha raggiunto la decisione finale di investimento per la prima fase del progetto fotovoltaico di Caraculo, situato nella provincia di Namibe, in Angola.

    A renderlo noto è stata Eni attraverso una nota inviata alla stampa in cui precisa che per la prima fase del progetto è stato anche firmato il contratto di ingegneria, approvvigionamento e costruzione.

    Secondo quel che viene reso noto, tali sviluppi confermano lo stato di avanzamento del progetto, in linea con l'avvio previsto nel quarto trimestre del 2022. L'impianto avrà una capacità totale di 50 MW e la sua realizzazione avverrà in fasi, la prima delle quali prevederà il raggiungimento della capacità di 25 MW.

    L'impianto fotovoltaico di Caraculo rappresenterà una importante fonte di energia elettrica, generata da fonti rinnovabili, nella provincia del Namibe, consentendo secondo le informazioni rese note di ridurre il consumo di gasolio per la generazione di elettricità, riducendo di conseguenza le emissioni di gas serra e contribuendo al processo di transizione energetica dell'Angola. [MV]

  • Zambia Free

    Verso taglio sussidi energetici

    ZAMBIA - Il governo di Lusaka ha reso noto che la riduzione dei sussidi su carburante ed elettricità era inevitabile nel tentativo di risparmiare la spesa pubblica dello Zambia.

    A dirlo è stato il ministro della Pianificazione economica, Situmbeko Musokotwana, precisando che le riduzioni avverranno in forma graduale al fine di ridurre gli effetti negativi sulle persone.

    Secondo i dati resi noti da Musokotwana, il governo zambiano ha speso quest'anno circa 67 milioni di dollari al mese per sovvenzionare il carburante, ma nel bilancio nazionale del 2022 non sarebbe previsto nessun sussidio per i carburanti.

    In base alle previsioni del governo, la rimozione dei sussidi servirà per liberare fondi per la salute, l'istruzione e l'occupazione, nonché per affrontare questioni chiave della riforma economica che includono il ripristino della sostenibilità fiscale e il riorientamento delle risorse pubbliche verso gli investimenti nelle persone. [MV]

  • Angola Free

    TotalEnergies avvia la produzione della fase 2 del...

    ANGOLA - TotalEnergies ha annunciato l’avvio della produzione della fase due del progetto CLOV, in collaborazione con l’Agenzia nazionale del Petrolio, del Gas e dei Biocarburanti (ANPG), nel Blocco 17, situato a circa 140 chilometri dalla costa dell'Angola, a una profondità di 1100-1400 metri. Il progetto mira a raggiungere una produzione di 40.000 barili di petrolio al giorno entro giugno 2022: complessivamente si stima che le risorse siano equivalenti a circa 55 milioni di barili. La prima fase del progetto CLOV era stata avviata nel 2014. Il Blocco 17 è gestito da TotalEnergies, che ne detiene il 38%, insieme a Equinor (22,16%), ExxonMobil (19%), Bp (15,84%) e Sonangol (5%). Nei giorni scorsi la Bp ha avviato la produzione nel vicino Blocco 18. [SS]
  • Sudafrica Free

    DNG Energy avvia le forniture commerciali del Gnl

    SUDAFRICA – L’azienda sudafricana DNG Energy ha annunciato l’avvio delle forniture di gas naturale liquefatto (Gnl) a clienti dei settori industriale, dei trasporti, marittimo ed energetico dopo aver ricevuto la prima spedizione di gas dai Paesi Bassi presso il suo stabilimento di Germiston, a sud-ovest di Pretoria. L’azienda punta sul Gnl come carburante alternativo a diesel e benzina, a un'opzione più pulita per i trasporti, le applicazioni industriali, la produzione di energia, l'estrazione mineraria e il trasporto marittimo. L’amministratore delegato di DNG Energy Aldworth Mbalati ha detto di voler vedere almeno 2.000 camion alimentati a Gnl sulle strade del Sudafrica nel 2022. L’avvio della fornitura arriva dopo sette anni di lavoro di progettazione e richieste di autorizzazioni e licenze, con l'obiettivo di lanciare un programma di investimenti di circa 5 miliardi di dollari nei prossimi anni per garantire l'approvvigionamento di Gnl a prezzi accessibili in Sudafrica. “Guardiano al Gnl in modo olistico, dalla fonte al consumo, con solidi piani infrastrutturali di espansione in Sudafrica, Mozambico e Nigeria. Nei prossimi anni, il Gnl può guidare una crescita significativa e la creazione di posti di lavoro, aiutando allo stesso tempo il Sudafrica a raggiungere i suoi obiettivi di riduzione delle emissioni di gas serra fino al 30%-40%”, ha sottolineato Mbalati. [SS]
  • Zambia Free

    Semina rinviata a causa della siccità

    ZAMBIA - Il Dipartimento meteorologico dello Zambia ha invitato gli agricoltori a rinviare l'inizio della semina, prevista per questi giorni, a causa della persistenza di un periodo di siccità che si protrarrà ancora almeno per una decina di giorni.

    A segnalarlo sono i media locali, dai quali si apprende che il Dipartimento meteorologico ha inoltre consigliato agli agricoltori che non praticano l'agricoltura conservativa di continuare a preparare il terreno e di applicare fertilizzanti di base al momento della semina.

    “Gli agricoltori che non praticano l'agricoltura conservativa (Minimum Tillage) dovrebbero continuare con la preparazione del terreno e sfruttare la poca umidità del suolo dovuta alle piogge ricevute finora - si legge in un bollettino diffuso dal Dipartimento - Si consiglia vivamente di applicare fertilizzanti di medicazione di base al momento della semina per garantire un'emergenza colturale vigorosa e un buon sviluppo delle radici”.

    Il Dipartimento precisa inoltre che il periodo di siccità sperimentato negli ultimi giorni potrebbe aver portato a una riduzione dell'umidità dei suoli, che potrebbe influire sulla germinazione e ha quindi consigliato agli agricoltori di non piantare alcuna coltura, a parte la manioca, fino a quando le precipitazioni non saranno migliorate nel Paese.

    Il Dipartimento ha infine esortato gli agricoltori a prestare massima attenzione a eventuali parassiti e focolai di malattie, in particolare alle larve della lafigma (Spodoptera frugiperda o Fall Armyworm) che probabilmente aumenteranno a causa dei periodi di siccità sperimentati. [MV]