Gabon

Ferro, licenza per azienda australiana

GABON - La compagnia australiana Ferrex, attraverso la sua filiale locale Ressources équatoriales, di cui possiede l'82%, ha ottenuto il permesso di estrarre il ferro di Mitzic, a Ngama, nella provincia settentrionale di Woleu-Ntem. Lo hanno annunciato fonti ufficiali di Libreville. Le riserve sono stimate in 20 milioni di tonnellate di minerale contenente il 60% di ferro e 50 milioni di tonnellate contenente il 47%. Il sito copre una superficie di 309 chilometri quadrati e si trova a 30 chilometri da una strada di accesso alla ferrovia. Il principale giacimento di ferro del Gabon si trova a Belinga, nel nord-est del paese. Scoperto nel 1895 fu uno dei primi giacimenti sfruttati al mondo. Altre miniere si trovano a Batouala, Boka-Boka e Minkébé L'obiettivo del “Gabon industriale” promosso dal governo prevede la valorizzazione di nuove risorse, oltre agli idrocarburi: il ferro, il manganese, l'oro, i diamanti, il piombo, i fosfati, il magnesio, il sali di potassio. [CC]© Riproduzione riservata

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • Camerun Free

    Prestito da Adfb per due progetti

    CAMERUN - Due accordi di prestito sono stati firmati tra il Camerun e la Banca africana per lo sviluppo (Afdb). I fondi sono destinati all’attuazione del progetto di sviluppo delle strade per l’apertura del porto e dell’area industriale di Kribi, e del progetto complementare per il drenaggio dell’acqua piovana a Yaoundé. L’importo del finanziamento è di 90 miliardi di franchi Cfa, pari a circa 136 milioni di euro. Gli accordi sono stati siglati tra il ministro dell’Economia, Alamine Ousmane Mey e Serge N’Guessan, amministratore delegato della Banca africana di sviluppo per l’Africa centrale. [CC]
  • CiadGabon Free

    Successo per titoli di Stato in Africa centrale

    CIAD / GABON - I risparmiatori in Gabon e Ciad sono più attivi sul mercato secondario dei titoli di Stato della Bank of Central African States (Beac), rispetto a quelli che vivono in Camerun, Paese tuttavia definito come la locomotiva dell’economia della sub- regione. Lo rivelano i dati dell’Unità di regolamentazione e conservazione dei titoli dei Paesi Cemac (Camerun, Congo, Gabon, Ciad, CAR e Guinea Equatoriale).

    Nel dettaglio, il rapporto sull’operatività sul mercato dei titoli del Tesoro di agosto 2022 rileva che i gabonesi sono i più attratti dai titoli di Stato del mercato secondario, con 33,51 miliardi di franchi cfa (circa 50 miliardi di euro) in portafoglio ad agosto 2022. Ciò corrisponde al 2,54% dei titoli detenuti dai vari investitori del Paese. Sebbene sia tra i mercati minori, il Ciad sta vedendo un crescente interesse da parte dei suoi investitori per i titoli di stato. In questo Paese, si apprende ufficialmente, i privati ​​detengono fino al 2,3% dei titoli in circolazione.

    In Camerun, Paese che tuttavia fornisce circa il 70% del capitale mobilitato dagli Stati Cemac sul mercato primario dei titoli pubblici del BEAC, solo l’1,07% dei titoli pubblici, è detenuto da singoli risparmiatori. [GT]

  • CamerunR. Centrafricana Free

    Cogea cerca subappaltatori per base logistica

    CAMERUN - Cogea Development Corporation (Cdc), società sudafricana specializzata nello sviluppo di basi logistiche, zone economiche speciali e progetti infrastrutturali, è stata scelta dal Centrafrica per realizzare il suo progetto di costruzione di basi logiche in Camerun. In dettaglio, Cdc deve fornire una piattaforma per lo stoccaggio delle merci e condurre le operazioni doganali per le merci in transito da o verso il Centrafrica attraverso i porti di Douala e Kribi. Dalla stampa specializzata si apprende che, per realizzare il progetto, Cdc ha lanciato una procedura internazionale per selezionare una società o un gruppo che realizzi, in qualità di subappaltatore, i lavori di sviluppo per la costruzione delle infrastrutture della base logistica di Douala. Le candidature fisiche o online devono pervenire al Cdc entro il 31 ottobre 2022. [VGM]
  • Ciad Free

    Prestito da Fondo Opec per istituto scienze e...

    CIAD - Il Fondo Opec per lo sviluppo internazionale ha concesso un prestito del valore di 11 milioni di dollari alla Repubblica del Ciad per sostenere il progetto di espansione dell’Istituto nazionale di scienze e tecnologie di Abéché, la terza città del Paese. Il progetto è cofinanziato con la Banca araba per lo sviluppo economico in Africa  e includerà l’espansione delle strutture dell’Istituto. Consentirà ad ulteriori 600 studenti ogni anno di completare un’istruzione approfondita nelle scienze tecniche e nella biomedicina. Moussa Batraki, ministro dell’economia, della Pianificazione dello sviluppo e della Cooperazione internazionale e il direttore generale del Fondo Opec, Abdulhamid Alkhalifa hanno firmato ieri l’accordo di finanziamento a Vienna. “Un’istruzione di qualità inclusiva è la pietra angolare dello sviluppo sociale ed economico. Infrastrutture migliori e sostenibili, tra cui alloggi di qualità superiore, strutture accademiche e sociali consentiranno agli studenti di concentrarsi sui loro studi e istruzione. Siamo lieti di sostenere le ambizioni di sviluppo del Ciad nel settore dell’istruzione e l’obiettivo di sviluppo sostenibile 4 – istruzione di qualità “. Il governo ciadiano ha identificato l’educazione come settore chiave per lo sviluppo nazionale e ha adottato una strategia nazionale di due anni per l’istruzione superiore, la ricerca scientifica e la formazione professionale nel 2021. Mira ad aumentare il numero di studenti nell’istruzione superiore e collegare i programmi di sviluppo delle risorse umane con il mercato del lavoro. Il Fondo Opec ha sostenuto lo sviluppo sostenibile nel Chad dal 1977, fornendo fino ad oggi oltre 125 milioni di dollari per progetti di trasporto, istruzione e agricoltura. Il Fondo Opec per lo sviluppo internazionale vanta di essere l’unico istituto di sviluppo obbligatorio a livello globale che fornisce finanziamenti dai Paesi membri ai Paesi non esclusivamente membri. L’organizzazione lavora in collaborazione con i partner dei Paesi in via di sviluppo e la comunità di sviluppo internazionale per stimolare la crescita economica e il progresso sociale nei paesi a basso e medio reddito in tutto il mondo. Il Fondo Opec è stato istituito dai Paesi membri nel 1976 con uno scopo distinto: guidare lo sviluppo, rafforzare le comunità e potenziare le persone. Si concentra su progetti di finanziamento che soddisfano bisogni essenziali, come cibo, energia, infrastrutture, occupazione (in particolare relative a (Msme) acqua pulita e igiene, assistenza sanitaria e istruzione. Ad oggi, il Fondo Opec dichiara di aver impegnato oltre 22 miliardi di dollari per progetti di sviluppo in oltre 125 Paesi con un costo totale di progetto stimato di 187 miliardi di dollari. Il Fondo Opec è classificato AA+/Outlook stabile da Fitch e AA, Outlook positivi di S&P nel 2021. [CC]
  • CamerunNigeria Free

    Inondazioni, apertura diga di Lagdo in Camerun...

    NIGERIA - L’Agenzia nazionale per la gestione delle emergenze (Nema) della Nigeria ha tenuto una riunione di emergenza per fare il punto sulle inondazioni mortali, situazione che potrebbe peggiorare anche per effetto dell’apertura dei cancelli di una diga da parte del vicino Camerun per rilasciare acqua in eccesso. Dall’inizio della stagione delle piogge almeno 300 persone sono state uccise e più di 100.000 altre sono state costrette ad abbandonare le proprie abitazioni. Il direttore generale della Nema, Mustapha Habib Ahmed, ha affermato ai media locali e alla News agency Nigeria che 13 stati nigeriani sono stati interessati dalle inondazioni e sono ancora in una situazione di alto rischio. Ahmed ha detto che gli effetti di ricaduta dell’apertura della della diga di Lagdo in Camerun, combinati con le forti piogge, potrebbero influenzare la tenuta di più stati, incluso il delta del Niger, importante produttore di petrolio. “L’acqua rilasciata complica la situazione più a valle, poiché anche i bacini idrici interni della Nigeria, inclusi Kainji, Jebba e Shiroro, dovrebbero traboccare da qui alla fine di ottobre” ha detto Ahmed. Le forti piogge nel nord-est dello Stato di Yobe hanno sommerso le strade e distrutto completamente, travolgendolo, un importante ponte che collega la capitale dello stato e alcune aree del governo locale. [ASB]
  • Camerun Free

    Huawei lancia formazione per giovani talenti

    CAMERUN - La filiale camerunese del colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei ha lanciato ufficialmente a Yaoundé, capitale del Paese, la settima edizione del programma “Seeds for the future”, volto al trasferimento di competenze verso i giovani camerunesi. Per 10 giorni, 20 studenti scelti dopo una rigorosa selezione avvenuta all’interno delle otto principali scuole e università partner della “Huawei ICT Academy”, vedranno rafforzate le loro capacità attraverso un periodo di formazione. “In Huawei, crediamo che attraverso la consapevolezza collettiva e lo sforzo congiunto di tutte le parti interessate in un settore, il divario tra l’offerta di talenti e la domanda di professionisti ICT sarà colmato”, ha affermato Thomas Zhang, ceo di Huawei Camerun. [GT]