Sud Sudan

Istituito comitato per organizzare commercio cerealicolo

SUD SUDAN – Il ministero dell’Agricoltura di Juba ha costituito un nuovo Comitato cerealico del Sud Sudan (SSGC) allo scopo di promuovere il commercio di grano, organizzare gli agricoltori in modo da aumentare la produzione e migliorare le strutture incaricate di sviluppare gli scambi in prodotti agricoli sul territorio nazionale e all’estero.

(163 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Orientale

  • Etiopia Free

    A marzo conferenza su sviluppo economico in regioni...

    ETIOPIA - Si terrà il 26 marzo 2022 la prossima Conferenza sullo sviluppo economico dell'Etiopia meridionale, promossa dall'Associazione etiopica degli economisti (EEA) e giunta alla sua decima edizione.

    A renderlo noto è la stessa EEA, precisando che la conferenza del prossimo anno si terrà sotto il tema "Agricoltura, industria e turismo per lo sviluppo regionale sostenibile".

    La conferenza è aperta a studiosi, economisti e rappresentanti del settore pubblico e privato per approfondire le questioni legate allo sviluppo agricolo e rurale, gli effetti dei cambiamenti climatici e le politiche necessarie per costruire uno sviluppo economico inclusivo nelle regioni meridionali del Paese.

    Per approfondire, cliccare qui. [MV]

  • Gibuti Free

    Fondi da Banca mondiale per l’economia digitale

    GIBUTI - La Banca Mondiale ha approvato un credito di 10 milioni di dollari dall’International Development Association (Ida), il programma per i Paesi più poveri, a sostegno delle iniziative di Gibuti per accelerare la trasformazione digitale. In un comunicato, la Banca mondiale ha riconosciuto i progressi fatti dal Paese del Corno d’Africa per diventare “un hub digitale nella connettività regionale e nei mercati dei dati”, sottolineando però come molti gibutiani restino esclusi dall’infrastruttura. Il nuovo progetto Digital Foundations mira quindi a garantire che sempre più cittadini e imprese abbiano accesso a internet e a prezzi accessibili. “Accelerare la trasformazione digitale a Gibuti è una necessità urgente per la ripresa post-covid”, ha  sottolineato il ministro dell’Economia e delle Finanze di Gibuti, Ilyas Moussa Dawaleh. Nella nota la Banca mondiale afferma che il nuovo finanziamento rafforzerà la capacità del settore pubblico, in particolare del ministero delle Comunicazioni, con delega a Poste e Telecomunicazioni, del ministero delegato dell’Economia e dell’Innovazione digitale e dell’Autorità di regolamentazione multisettoriale di Gibuti, di promuovere l’economia digitale e la concorrenza di mercato. Fornirà anche sostegno alle micro, piccole e medie imprese, rafforzando al contempo la resilienza di Gibuti agli shock esterni, compresa la risposta ai disastri e il monitoraggio del clima. “Con questo nuovo progetto, la Banca sosterrà Gibuti nei suoi sforzi per rispondere alle vulnerabilità e creare un ambiente favorevole per lo sviluppo di un’economia digitale inclusiva e sicura”, ha rimarcato Boubacar-Sid Barry, rappresentante dell’istituzione finanziaria a Gibuti. [SS]
  • Tanzania Free

    Vodacom firma accordo con Konnect Africa

    TANZANIA – Vodacom Tanzania ha annunciato di aver raggiunto un accordo con Konnect Africa, sussidiaria di Eutelsat, per portare la banda larga alle popolazioni che vivono in zone remote del Paese. Sitholizwe Mdlalose, amministratore delegato del gruppo, ha spiegato “che con Konnect, Vodacom coprirà il 100% del Paese, collegando tutte le regioni, i distretti e i villaggi, indipendentemente dalla loro distanza”. Vodacom Tanzania, del gruppo Vodafone, conta oggi oltre 15 milioni di clienti. L’accordo risponde alla crescente domanda di connettività registrata nel Paese: secondo la Communications Regulatory Authority (TCRA), il traffico dati in Tanzania ha raggiunto i 134.000 Terabit nel secondo trimestre del 2021, contro gli 86.000 del quarto trimestre del 2020. Sul mercato sono presenti altri sei operatori. [SS]
  • Kenya Free

    Kenya Power progetta stazioni di ricarica per auto...

    KENYA - Kenya Power ha annunciato la creazione di una rete nazionale di stazioni di ricarica per le macchine elettriche, da allestire lungo autostrade, parcheggi e centri commerciali. L’azienda elettrica ha anche fatto sapere di essere in trattative con lo Stato per tagliare le tasse di importazione sulle auto elettriche e sulle attrezzature necessarie per la costruzione delle postazioni di ricarica, in modo da sostenere l’obiettivo nazionale di avere almeno il 5% delle auto immatricolate non a benzina. “Stiamo anche pianificando di creare strutture di ricarica in tutto il Paese e utilizzeremo le nostre officine per fornire servizi post-vendita come il supporto meccanico", ha annunciato agli azionisti l'amministratore delegato di Kenya Power, Rosemary Oduor. [SS]
  • Uganda Free

    Investitori degli Emirati costruiranno impianti per la...

    UGANDA – Investitori degli Emirati Arabi Uniti hanno espresso l’intenzione di costruire impianti per la lavorazione del tè in alcuni distretti nel Nord e nell’Ovest dell’Uganda. Secondo quanto riportato dai media ugandesi, gli investitori hanno visitato il Paese guidati dal Direttore esecutivo e membro del consiglio di amministrazione del gruppo Elite Agro di Abu Dhabi, Abdul Monem, secondo cui “la costruzione degli impianti per la lavorazione del tè inizierà subito dopo la nostra indagine”. Un rappresentante degli agricoltori del distretto di Kisoro, nella zona occidentale del Paese, ha assicurato che i coltivatori della zona sono in grado di produrre 45.000 kg di tè verde al giorno, sufficienti per mandare avanti un impianto senza interruzioni, sottolineando come non abbiano mai avuto finora un mercato pronto per le loro foglie di tè. Da parte sua, il governo tanzaniano starebbe approntando piani per sfruttare l’energia idroelettrica e per migliorare la rete stradale a sostegno dello sviluppo della regione. [SS]
  • Etiopia Free

    Modificate priorità di allocazione valuta estera

    ETIOPIA - La Banca centrale dell'Etiopia (NBE) ha modificato le priorità di allocazione della valuta estera per gli articoli di importazione di prima priorità aggiungendo nuovi prodotti all'elenco.

    A darne notizia sono i media economici locali, citando la nuova direttiva n. FXD/77/2021 della NBE che sostituisce la precedente n. FXD/67/2020 introdotte un anno fa. 

    Secondo le informazioni rese note, tra gli articoli considerati prioritari figurano l'input per l'industria manifatturiera di olio commestibile e gas di petrolio liquefatto (GPL), nonché le attività degli uffici di cambio.

    In passato, l'allocazione della valuta estera e la direttiva sulla gestione del cambio erano state modificate più volte da quando la prima è stata emessa nel 2016 ponendo medicinali, input per la produzione di prodotti farmaceutici e reagenti di laboratorio nella lista delle prime priorità.

    Le direttive attuali e precedenti sull'allocazione in valuta estera stabilivano che l'assegnazione in valuta estera per le importazioni di articoli elencati nella prima, seconda e terza priorità deve avere almeno il 50 percento dell'assegnazione totale in valuta estera di tutte le importazioni di beni e servizi in qualsiasi momento. Secondo la nuova direttiva di NBE, la quota della quota di articoli di importazione di prima priorità dal 50 percento è aumentata al 15 percento dal precedente 10 percento.

    L'elenco della seconda e della terza priorità include, rispettivamente, input per i settori agricolo e manifatturiero nonché articoli e servizi considerati essenziali. Ai sensi di legge, gli articoli elencati sono esentati dalla procedura di registrazione degli elementi essenziali e devono essere serviti su richiesta forex per tutte le transazioni incluse. [MV]