Sudafrica

Presunti ribelli congolesi incriminati per tentato golpe contro Kabila

SUDAFRICA - Sono incriminati per tentato golpe i 19 congolesi arrestati in settimana dalle unità di élite sudafricane in un'area isolata della provincia settentrionale del Limpopo. Gli imputati, che ieri sono comparsi dinanzi a un tribunale sudafricano, sarebbero esponenti dell'Unione dei nazionalisti per il rinnovamento (Unr), un movimento antigovernativo congolese. Secondo la pubblica accusa i presunti ribelli avrebbero tentato di procurarsi migliaia di fucili, granate, missili terra-aria e materiale di telecomunicazioni, allo scope di orchestrare un colpo di Stato contro il presidente Joseph Kabila. Il gruppo si stava addestrando nel Limpopo sotto la copertura di una formazione contro il bracconaggio, sempre secondo la versione dell'accusa. Due esponenti del gruppo, i leader, Etienne Kabila e il generale Yakatumbu, sono fuggiti all'arresto. [CC]© Riproduzione riservata

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Sudafrica Free

    Turismo, rafforzati i collegamenti aerei nel ...

    SUDAFRICA - Dal mese prossimo, la compagnia aerea nazionale Lift effettuerà tre voli al giorno tra Johannesburg e la costa orientale. Questo il piano strategico di rilancio turistico provinciale presentato da Jonathan Ayache, CEO e cofondatore del vettore che metterà a disposizione i suoi veicoli tra Johannesburg e Durban a partire dal prossimo 26 ottobre. Lift ha affermato che l'ampliamento del percorso è il primo passo per collegare il famoso "Triangolo d'oro" tra Johannesburg, Durban e Città del Capo. In effetti, la compagnia aerea ha anche in programma la rotta da Città del Capo a Durban per novembre.  “Oltre alla nuova rotta, Lift aumenterà la sua frequenza tra Johannesburg e Città del Capo fino a un massimo di 14 voli al giorno”, ha precisato Ayache. L'introduzione della nuova rotta di Lift è stata accolta favorevolmente dalle autorità turistiche e dal governo del KwaZulu-Natal. [CN]
  • MozambicoSudafrica Free

    Allo studio un confine dedicato ai camion a Ressano...

    MOZAMBICO - Il governo del Mozambico sta valutando di negoziare con il vicino Sudafrica la creazione di una frontiera specializzata per i camion che transitano dai valichi di Ressano Garcia fino al porto di Maputo e viceversa. Il ministro dei Lavori pubblici, dell'edilizia abitativa e delle risorse idriche, Carlos Mesquita, ritiene che questa soluzione possa alleggerire il traffico sulla strada nazionale numero 4 (EN4), consentendo la massimizzazione dei guadagni nel corridoio di Maputo. “È importante parlare di nuovo con i nostri vicini in Sudafrica, magari pensare anche a un confine specializzato, deviare questo traffico stradale verso un un altro sistema e che può poi passare attraverso il ponte Maputo/Katembe e sfociare direttamente nel Porto di Maputo”, ha detto. Il Ministro dei lavori pubblici, dell'edilizia abitativa e delle risorse idriche è intervenuto negli scorsi giorni durante un seminario sul corridoio di sviluppo di Maputo, che ha riunito gli operatori del governo e delle infrastrutture e gli utenti di questa zona economica. [CN]
  • Angola Free

    Prima edizione dell'International Sharing Economy Forum...

    ANGOLA - Inizierà domani presso la sede della Scuola Nazionale di Amministrazione e Politiche Pubbliche (ENAPP), nella capitale Luanda, la 1° edizione dell'International Sharing Economy Forum, nell'ambito di un'iniziativa di Tech21 Africa e Wedo Brand. In una nota, l'organizzazione dell'evento afferma che per due giorni gli specialisti del settore provenienti da tre continenti presenteranno tendenze mondiali, storie di successo e progetti incentrati sull'economia condivisa. “Con questo forum vogliamo presentare concretamente l'economia condivisa come alternativa alle attuali sfide di generare lavoro e reddito per le famiglie”, afferma Kiesse Canito, portavoce dell'evento, secondo il quale si tratta di un settore che in Angola sta crescendo sempre di più, generando reddito e lavoro, principalmente attraverso applicazioni di mobilità urbana. Durante le due giornate, saranno trattati temi quali "L'impatto dell'economia condivisa sulla mobilità urbana", "La sharing economy e il suo impatto sul settore immobiliare e alberghiero", "Il co-working e il futuro dell'office design", "Web 3.0 e il futuro della sharing economy” e, infine, “l'infrastruttura tecnologica come leva per la sharing economy”. [CN]
  • Sudafrica Free

    KPMG Economic Outlook, economia sta tornando ai livelli...

    SUDAFRICA - Il Sudafrica sta tornando ai livelli di crescita economica pre-covid-19. Lo afferma l'ultimo rapporto Global Economic Outlook della società di ricerca e consulenza economica KPMG. Secondo il documento, il Sudafrica è rimasto in una posizione unica in cui molte delle sue esportazioni di risorse naturali rispecchiavano quelle della Russia, come palladio e altri metalli del gruppo del platino, oro, minerale di ferro e carbone, nonché come molti altri metalli industriali. Di conseguenza, il Paese ha tratto profitto dall'aumento dei prezzi delle materie prime causato inizialmente dal covid-19 e ora dal conflitto in Ucraina.     Secondo KPMG, il prodotto interno lordo (PIL) del Sudafrica è destinato a crescere di circa l'1,8% quest'anno, guidato dai contributi del settore finanziario, immobiliare e dei servizi alle imprese, dalla crescita dei servizi alle persone, nonché dei settori minerario, agricolo e commerciale, ristorazione e alloggio. Una crescita tuttavia notevolmente inferiore a quella raggiunta nel 2021, a seguito della forte contrazione indotta dal covid-19 e sperimentata nel 2020. Nel frattempo, si stima che la crescita nel 2023 scenderà ulteriormente all'1,5%, con tassi di interesse più elevati e una crescita globale inferiore che riducono la domanda aggregata a livello locale, mentre nel 2024 la crescita economica dovrebbe tornare al livello medio pre-covid-19 di circa l'1,7%, poiché le pressioni inflazionistiche si saranno attenuate e i tassi di crescita globali saranno migliorati.   KPMG osserva però che il Sudafrica deve ancora fare i conti con implicazioni inflazionistiche sorte come diretta conseguenza della pandemia di covid-19 e dell'invasione russa dell'Ucraina.  Le prospettive economiche globali di KPMG forniscono previsioni economiche biennali, prodotte dai team di macroeconomia nella rete globale della società utilizzando una suite di modelli esterni e interni che catturano le principali interrelazioni nell'economia mondiale. [CN]
  • Angola Free

    Il governo punta alla produzione di energia attraverso...

    ANGOLA - Il governo angolano sta lavorando al programma “Macro Ecologica”, che mira al riciclo e al riutilizzo della plastica come materia prima per la produzione di energia elettrica. L'informazione è stata fornita dalla Segretaria di Stato per l'Azione per il Clima e lo Sviluppo Sostenibile, Paula Coelho, in occasione della recente Giornata Mondiale del Mare. Secondo la funzionaria, che ha tenuto una conferenza su “Nuove tecnologie per un trasporto più ecologico”, questo meccanismo per produrre carburante sostenibile avrà un effetto moltiplicatore, in quanto mira a ridurre la quantità di plastica depositata a terra e in mare. Paula Coelho ha sottolineato che l'obiettivo di questo progetto pilota è ottenere il miglior utilizzo di questi rifiuti solidi come materia prima per la promozione dell'industria, basata sulle nuove tecnologie, nonché quello di creare una catena di trasporto più sostenibile. [CN]
  • Mozambico Free

    Annunciati nuovi investimenti per aumentare la...

    MOZAMBICO - Entro il prossimo anno, il Mozambico aumenterà la sua capacità di produzione interna di elettricità e la fornitura al Sudafrica. Un'iniziativa che mira, in parte, a rispondere alla crisi energetica nel paese confinante. Ciò potrebbe comportare l'installazione di una centrale termoelettrica nella Zona Industriale di Beluluane, nel comune di Boane, con una capacità produttiva di 2.000 megawatt, equivalente a quella della centrale idroelettrica di Cahora Bassa. L'infrastruttura del valore di 2,8 miliardi di dollari comprenderà un impianto di gassificazione, da installare nel porto di Matola, con un gasdotto per il trasporto del gas nel vicino Sudafrica e una diramazione per la centrale termoelettrica di Beluluane. L'amministratore delegato di MozParks, Honório Boane, ha spiegato che con l'impianto di Beluluane si creeranno le condizioni per lo sviluppo della seconda fase del progetto di ampliamento del Parco Industriale e la conseguente attrazione di più investimenti industriali in Mozambico. [CN]