Ghana

Tagliati i sussidi alla benzina

GHANA – Aumenteranno del 20% i prezzi dei carburanti e del 15% quelli del kerosene in seguito alla decisione del governo di tagliare i sussidi al consumo di prodotti petroliferi.

(154 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Ghana Free

    Accordo tra Zeepay e Visa

    GHANA - Zeepay, una fintech finanziaria africana in rapida crescita, ha annunciato una partnership con Visa, il noto operatore di sistemi di pagamento internazionale, che consentirà agli africani della diaspora di inviare denaro direttamente su carte di debito e prepagate Visa in Ghana. Attraverso la partnership, Zeepay integrerà la soluzione di pagamento push in tempo reale di Visa Direct, con Instntmny, la sua piattaforma di trasferimento di denaro, per fornire agli utenti dell'app Zeepay un modo veloce, conveniente e sicuro per ricevere denaro e rimesse direttamente sulla loro carta. La fase di sviluppo iniziale inizierà attraverso i corridoi europei e nordamericani di Zeepay per poi estendersi a tutti i principali corridoi a livello globale. Dede Quarshie, Chief Commercial Officer di Zeepay, ha affermato che il servizio sarà immediatamente disponibile per oltre due milioni di titolari di carte Visa in Ghana: “Riteniamo che questo servizio - ha detto - approfondirà ulteriormente la nostra spinta all'inclusione finanziaria in Ghana e in Africa in generale”. [MS]
  • Senegal Free

    Sanità, investimenti per ospedali e risorse umane

    SENEGAL - Il governo senegalese avvierà le procedure per rafforzare il sistema sanitario nazionale sia in termini di risorse umane che di infrastrutture e attrezzature. Ad annunciarlo è stato il capo di Stato Macky Sall.  Più nel dettaglio si procederà all’assunzione di 1500 lavoratori (500 medici e 1000 infermieri) e si investiranno 500 miliardi di franchi Cfa (circa 900 milioni di dollari) per modernizzare gli ospedali esistenti e per costruirne di nuovi.  Tali sviluppi arrivano in risposta alle sfide poste dalla diffusione del coronavirus e alle necessità rese evidenti dall’emergenza sanitaria. [MS]
  • Ghana Free

    Allo studio prosecuzione piano “Un distretto, una...

    GHANA - Il governo di Accra sta valutando come far proseguire il programma ‘One district, One factory’ (1D1F) per promuovere l’industrializzazione del Paese.

    A dirlo il ministro ghanese del Commercio e dell’industria, Alan Kyetematen, secondo il quale una prosecuzione del piano garantirebbe che le aziende locali siano più competitive e diventino attori chiave nella spinta all'industrializzazione del Ghana.

    Introdotto nel 2016, il programma 1D1F mirava alla realizzazione di fabbriche e industrie in ogni distretto in cui è suddiviso amministrativamente il Paese con un’attenzione particolare dedicata al settore della trasformazione dei prodotti agro-alimentari.

    Secondo i dati ufficiali a disposizione, grazie al programma sono state realizzati 28 impianti produttivi che sono già operativi mentre altri 153 sono in via di approvazione. [MV]

  • Guinea BissauNiger Free

    Presidente nigerino incontra Embaló a Bissau, più...

    GUINEA BISSAU / NIGER – Si è recato ieri a Bissau per una vista di «amicizia e di lavoro» il presidente uscente del Niger, Mahamadou Issoufou. Con il suo omologo Umaro Sissoco Embaló, eletto a fine febbraio al termine di un processo elettorale controverso, Issoufou ha concordato di potenziare la cooperazione politico-diplomatica e di armonizzare le posizioni dei due governi dinanzi alle istituzioni internazionali.   Per quanto riguarda la cooperazione bilaterale, i due presidenti hanno analizzato, tra l’altro, le opportunità e i bisogni nei settori della pesca, della sicurezza, dei trasporti, della sicurezza, dell’istruzione e della sanità.   Issoufou ed Embaló hanno inoltre scambiato opinioni sulla necessità di rafforzare la cooperazione tra i Paesi della regione in materia di sicurezza dei confini, di lotta al traffico di armi leggere, di criminalità organizzata transfrontaliera, di tratta delle persone umane, di lotta ai gruppi terroristici e di immigrazione clandestina.   Issoufou ha espresso apprezzamento per la costituzione, a Bissau, di un governo inclusivo, il cui programma e bilancio sono già stati approvati dall’Assemblea nazionale. [CC]
  • Sierra Leone Free

    Accuse di corruzione contro l’ex presidente Koroma e...

    SIERRA LEONE  -  Sono banditi, almeno per ora, i viaggi all’estero per l’ex presidente Ernest Bai Koroma e per 11 alti funzionari che hanno servito sotto il suo mandato. Accuse di corruzione pesano contro l’ex capo di Stato e la sua squadra, al potere in Sierra Leone dal settembre 2007 all'aprile 2018. Nel mirino della giustizia figurano anche l’ex vicepresidente Victor Bockarie Foh,  quasi tutti i menbri del gabinetto ministeriale, capi di dipartimenti e di agenzie statali. Una commissione d’inchiesta della procura avrebbe rivelato l’appropriazione indebita di centinata di milioni di dollari sotto il mandato di Koroma. Il partito dell’ex presidente, l’All People’s Congress (Apc), respinge le accuse e sostiene che si tratta di un complotto contro la formazione politica e i suoi esponenti. [CC]
  • Ghana Free

    Cacao, produzione in calo ma prezzi in aumento

    GHANA – È diminuita fino al suo più basso livello da cinque anni la produzione annuale di cacao in Ghana.  Lo si apprende dai più recenti dati sulla stagione agricola appena trascorsa, riferiti dalla Bloomberg, che cita fonti esperte del settore ma che per il momento hanno preferito mantenere l’anonimato. I numeri preliminari sulla stagione 2019/2020 indicano una produzione di 770.000 tonnellate, in calo rispetto alle 812.000 tonnellate della scorsa stagione. A causare danni al raccolto del cacao nel secondo Paese produttore al mondo è stata soprattutto una malattia che ha colpito le piante, la «swollen shoot disease», una malattia virale letale in poco tempo, già noto anche nella vicina Costa d’Avorio. Il calo di produzione dovrebbe essere compensato, dal punto di vista dei produttori, da un incremento del prezzo d’acquisto. La nuova tariffa è in aumento del 28% ed è stata annunciata in questi giorni dal presidente Nana Akufo-Addo, ed è frutto di un accordo con la Costa d’Avorio e con i soggetti interessati. [CC]