Kenya

Presidenziali, diminuisce divario tra candidati principali

KENYA – I più recenti sondaggi diffusi dai media keniani evidenziano come si sia drasticamente ridotto il divario tra i due principali candidati alle elezioni presidenziali previste il prossimo 4 marzo.

(163 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Orientale

  • Kenya Free

    Ingente impegno del governo per combattere il...

    KENYA - Cinquantacinque miliardi di dollari: questo l’importo che il governo del Kenya prevede di raccogliere per attuare politiche e programmi che contribuiranno a ridurre le sue emissioni di gas serra del 32% nei prossimi 10 anni. Lo ha annunciato il capo dello Stato, Uhuru Kenyatta, precisando che il 13% della cifra stimato in oltre 7 miliardi di dollari, proverrà da fonti nazionali, mentre il resto dai partner per lo sviluppo. "Stiamo inviando una chiara dichiarazione politica che il Kenya è pronto a lavorare con istituzioni che la pensano allo stesso modo per accelerare l'azione per moderare gli impatti negativi dei cambiamenti climatici e facilitare gli adeguamenti agli impatti climatici previsti", ha affermato il presidente in un discorso pronunciato tramite un collegamento durante la sua recente visita in Sudafrica. Come  alcune delle azioni lanciate dal governo per contribuire a mitigare gli effetti del cambiamento climatico, Kenyatta a elencato la legge sui cambiamenti climatici, la legge sulla gestione della siccità nazionale, la politica nazionale sulla finanza per i cambiamenti climatici, il piano d'azione nazionale sui cambiamenti climatici, il piano nazionale di adattamento e il piano di attuazione della strategia per l'economia verde. Secondo il segretario di gabinetto dell'Interno Fred Matiang'i, fino al 30% del budget operativo del ministero viene spento per affrontare le sfide poste dai cambiamenti climatici. "Siamo costretti ad affrontare sfide che non erano prevedibili 10 anni fa", ha affermato Matiang'i, che ha collegato i conflitti comunitari a Laikipia, Turkana, West Pokot ed Elgeyo Marakwet agli effetti del cambiamento climatico. [CN]
  • Kenya Free

    Fondi europei per alloggi accessibili ed ecosostenibili

    KENYA - Ha anticipato il lancio formale del nuovo hub regionale della Banca europea per gli investimenti (BEI) per l'Africa orientale il sostegno fornito dalla banca pubblica internazionale a un’iniziativa dell’International Housing Solutions Kenya (IHS) 203 milioni di dollari volta a costruire oltre 8200 nuove case a prezzi accessibili ed efficienti dal punto di vista energetico e a far fronte alla cronica carenza di alloggi per le famiglie a basso e medio reddito. Nell’ambito del progetto, la BEI parteciperà con 40,6 milioni di dollari di investimenti azionari. “La nuova cooperazione della BEI con il principale partner specializzato in alloggi International Housing Solutions aumenterà gli investimenti essenziali per affrontare la cronica carenza di alloggi a prezzi accessibili a Nairobi e nelle città del Kenya”, ha dichiarato Werner Hoyer, presidente dell’istituzione finanziaria europea. Kioi Wambaa, amministratore delegato di IHS Kenya, ha affermato: “Collaborando con la BEI, il nostro partner di fiducia, e altri investitori nel mettere in comune le risorse per la fornitura di alloggi ecologici a prezzi accessibili, siamo determinati a dimostrare che gli alloggi ecologici a prezzi accessibili devono essere una realtà ed è in grado di attrarre investimenti a lungo termine, insieme al previsto benefici sociali e ambientali per tutti”. L'iniziativa di IHS Kenya fornirà unità abitative per famiglie con un reddito familiare compreso tra 50.000 scellini (444 dollari) e 150.000 scellini (1300 dollari). Il progetto si concentrerà sulla costruzione di case e unità abitative che utilizzino il design delle migliori pratiche per ridurre il consumo di energia e acqua. [CN]
  • AfricaKenyaSudafrica Free

    Partnership per una compagnia panafricana a partire dal...

    KENYA/SUDAFRICA - Migliorerà l'attuazione dell'Accordo sull'area africana di libero scambio continentale (AfCFTA) la partnership strategica firmata la scorsa settimana da Kenya Airways (KQ) e South African Airways (SAA) per la creazione di una compagnia aerea panafricana nel 2023. La firma è avvenuta a seguito di una visita ufficiale del presidente Uhuru Kenyatta in Sudafrica. "Questa cooperazione è in linea con lo scopo principale di Kenya Airways di contribuire allo sviluppo sostenibile dell'Africa e si basa su vantaggi reciproci", ha dichiarato il presidente di KQ Michael Joseph, prima di aggiungere: "Aumenterà la connettività attraverso il traffico passeggeri e le opportunità di carico, migliorando al contempo l'attuazione dell'Accordo sull'area africana di libero scambio continentale (AfCFTA)". La firma dell'accordo, che  vedrà le due compagnie aeree africane lavorare insieme per aumentare il traffico passeggeri, le opportunità di carico e il commercio generale, arriva appena pochi mesi dopo che le compagnie aeree africane hanno accettato di perseguire un modello di consolidamento in un workshop ospitato dall'African Airlines Association (AFRAA). Si prevede che la partnership migliorerà la sostenibilità finanziaria delle due compagnie aeree. I clienti beneficeranno inoltre di offerte a prezzi più competitivi sia per i segmenti passeggeri che merci. Sia Kenya Airways che South African Airways registrano perdite da anni: se il governo del Kenya ha nazionalizzato il vettore KQ acquistando gli azionisti di minoranza per ribaltare il declino del vettore, la compagnia nazionale sudafricana è appena uscita dalla bancarotta, a causa della quale non operava voli da marzo 2020. [CN]
  • Burundi Free

    Intesa per finanziare progetto nazionale di accesso a...

    BURUNDI - La Banca africana di sviluppo (AfDB) e il governo di Bujumbura hanno firmato un accordo di sovvenzione da 29 milioni di dollari per finanziare la prima fase del progetto Access to Energy, che fa parte del programma di sviluppo delle infrastrutture nazionali del Burundi.

    A segnalarlo sono i media locali, dai quali si apprende che la prima fase del progetto Access to Energy andrà a beneficio non solo della popolazione ma anche dello sviluppo del settore privato. 

    In particolare, il progetto coprirà un totale di 36 località in 11 province con l'obiettivo di collegare 40.000 famiglie burundesi alla rete elettrica nazionale. Il progetto mira inoltre a fornire accesso all'elettricità a 450 imprese, 200 istituti di istruzione e otto centri sanitari. Saranno elettrificati anche circa 40 mercati e 150 luoghi di culto.

    L'altro obiettivo principale del Burundi Energy Access Project sarà la riduzione delle perdite di elettricità causate da impianti di trasmissione e distribuzione obsoleti nella rete nazionale. Per affrontare questo problema, le autorità prevedono di rafforzare 60 stazioni di trasformazione che sono attualmente sovraccariche. Questo lavoro migliorerà l'affidabilità della rete elettrica nazionale del Burundi.

    Secondo i dati messi a disposizione dalla Banca mondiale, nel 2019 in Burundi solo l'11,1% della popolazione aveva accesso diretto all'elettricità. [MV]

  • AfricaKenyaMozambicoR.D. CongoTanzaniaZambia Free

    Nuovo programma per supportare espansione delle...

    AFRICA - Lancerà il suo primo round di finanziamento basato su Call of Proposals durante la prima metà del 2022 il nuovo programma Modern Cooking Facility for Africa (MCFA), istituito dall’istituzione finanziaria del Nord Europa, Nefco, e dalla Svezia, attraverso l'Agenzia svedese per lo sviluppo internazionale (Sida) e le ambasciate svedesi nell'Africa sub-sahariana, per supportare lo sviluppo e l'espansione delle tecnologie di cucina pulita e conveniente in Africa. Il programma svilupperà nuovi mercati per il settore della cucina pulita in Repubblica Democratica del Congo, Kenya, Mozambico, Tanzania e Zambia attraverso finanziamenti basati sui risultati per gli attori privati del settore. ''Siamo molto lieti di poter sostenere ulteriormente la fornitura da parte del settore privato di accesso all'energia pulita in diversi paesi africani insieme alla Svezia. L'aumento delle soluzioni di cucina pulita avrà un impatto positivo significativo sull'ambiente. L'approccio al finanziamento basato sui risultati garantirà che sia economicamente sostenibile per le persone svantaggiate nell'Africa subsahariana'', ha affermato Trond Moe, amministratore delegato di Nefco, in relazione alla firma dell'accordo con Sida. Un esercizio di valutazione dettagliato è stato condotto tra il 2020 e il 2021, confermando la necessità di strumenti nuovi e innovativi dedicati a soluzioni di cottura di alto livello, come bioetanolo sostenibile, biocarburanti liquidi, biogas, soluzioni di cottura elettriche e biocarburanti solidi sostenibili, come pellet e bricchetti. L'obiettivo del MCFA è fornire tra 1,5 e 3 milioni di africani l'accesso a soluzioni di cucina pulita, migliorando la salute generale e aumentando la crescita economica, in un programma da 40 milioni di euro con la Svezia come primo donatore -  con un finanziamento iniziale di 27,8 milioni di euro - e Nefco come Facility Manager. I fornitori selezionati e convenzionati riceveranno un sostegno finanziario in base ai traguardi raggiunti.  [CN]
  • Tanzania Free

    Nuovo radar all'aeroporto di Mwanza per aumentare le...

    TANZANIA - È per incrementare le vendite di prodotti ittici a destinazione dei mercati dell’Europa che è stato installato un radar all'avanguardia per migliorare la sicurezza e le operazioni degli aerei all'aeroporto della città nordoccidentale di Mwanza, in Tanzania, sulle rive del Lago Vittoria. Lo ha detto un funzionario mercoledì. "Gli aerei sono ora garantiti al cento per cento della sicurezza all'aeroporto di Mwanza in seguito all'installazione del radar ultramoderno", ha affermato Hamza Johari, direttore generale della Tanzania Civil Aviation Authority (TCAA), dicendosi ottimista sul fatto che il radar, insieme alla presenza di un moderno impianto di celle frigorifere, aumenterà le esportazioni di pesce verso i mercati europei. Finora, proprio per la mancanza di sicurezza aerea all'aeroporto di Mwanza, la Tanzania esportava prodotti ittici dal Lago Vittoria in Europa attraverso gli aeroporti del Kenya e dell'Uganda. Nel maggio 2020, Ethiopian Airlines ha effettuato il suo primo volo dalla città di Mwanza a destinazione dei mercati europei, trasportando 17.262 chilogrammi di pesce lavorato dal Lago Vittoria per un valore di circa 83.000 dollari. [CN]