R. Centrafricana

Scontri a Bangui, ministro in stato di fermo

R. CENTRAFRICANA – Sarebbe di sei vittime e almeno 25 feriti il bilancio degli scontri che hanno contrapposto esponenti dell’ex ribellione – integrata al governo – Séléka agli abitanti di un quartiere di Bangui nel pomeriggio di venerdì scorso. Gli scontri sarebbero iniziati in seguito alla morte di uno studente attribuita alla Séléka. Gli abitanti del quartiere di Gobongo erano scesi in strada per manifestare in segno di protesta ma si sono scontrati al fuoco dei combattenti della Séléka che non avrebbero esitato a sparare sulla folla.

(224 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Centrale

  • R. CentrafricanaRwanda Free

    RwandAir annuncia nuova rotta verso Bangui

    RWANDA / REP CENTRAFRICANA - Si stanno preparando per volare da febbraio tra Kigali e Bangui gli aerei della compagnia di bandiera ruandese, RwandAir. 

    “Stiamo in fase di preparativi per iniziare i voli il mese prossimo se tutto andrà bene. Non abbiamo ancora identificato la data di inizio perché stiamo ancora cercando di ottenere tutti i permessi", ha detto l’amministratrice di RwandAir, Yvonne Makolo. Da Kigali, capitale del Rwanda, due voli a settimana  voli faranno scalo a Douala, in Camerun, prima di raggiungere la capitale della Repubblica Centrafricana.

    Il Rwanda e la Repubblica Centrafricana intrattengono da tempo relazioni cordiali. Il questo momento, in particolare, Kigali sta aiutando attivamente il governo di Bangui sul fronte della sicurezza, mentre il Paese è alle prese con una nuova ribellione, in pieno periodo elettorale. Le truppe ruandesi sono state dispiegate nella missione di mantenimento della pace dell’Onu della Repubblica centrafricana dal 2014. Il 20 dicembre scorso, il Ruanda ha dispiegato forze speciali aggiuntive nell'ambito della cooperazione bilaterale. [CC]

  • R.D. Congo Free

    Al via i lavori di un nuovo edificio per l’universit...

    R. D. CONGO - Sarà un edificio moderno che potrà accogliere fino a 1800 studenti il nuovo anfiteatro dell'Istituto superiore de Commerce (Isc) di Goma, i cui lavori sono stati inaugurati la scorsa settimana alla presenza della ministra provinciale dell’Istruzione del Nord-Kivu, Prisca Luanda Kamala "Si tratta di un anfiteatro con una superficie di 1125 m² che sarà costruito su un nucleo massiccio di cemento armato su uno spazio con una superficie di 25 mx 45 m, il cui costo ammonta a 200.000 dollari e con un capacità da 1.500 a 1.800 studenti ", ha affermato il professor Joseph Kitaganya, direttore generale dell'Isc-Goma, prima di ricordare che questo progetto risponde alla volontà del capo di Stato, Félix Tshisekedi, di offrire strutture moderne agli studenti per un'istruzione di qualità. “Questo anfiteatro è l'espressione della volontà di ricostruire i pilastri fondamentali del nostro sistema educativo. Questa deve essere  l'occasione per ricordare che nonostante tutte le difficoltà che sta attraversando il paese, dobbiamo andare avanti per tappe, nello spirito di consultazione e di impegno dello Stato perché il settore universitario costituisce la base di qualunque sviluppo di un paese”, ha aggiunto il numero uno dell’Istituto di Commercio di Goma. L’edificio sarà costruito sul sito dell’Isc-Goma, nel distretto di Mugunga. I lavori dovrebbero estendersi su un periodo di due anni e saranno finanziati dai fondi propri dell’università. 
  • Repubblica Congo Free

    Soppressa tassa su prodotti elettronici

    REP CONGO - L'importazione di apparecchiature informatiche in Repubblica del Congo è esonerata dall'obbligo di pagare qualsiasi imposta.

    A segnalarlo sono i media locali, precisando che la misura ha una durata prevista di due anni ed è inclusa nella legge finanziaria appena approvata dal Parlamento.

    Obiettivo dell'esonero è dare impulso all'economia digitale nazionale, favorendo la diffusione di dispositivi tecnologici tra la popolazione. Resta tuttavia la questione della scarsità di infrastrutture di base come la fornitura di elettricità che rimane un problema in un Paese dove solo il 9,7% della popolazione ha accesso ad Internet. [MV]

  • Camerun Free

    Zone industriali per attirare gli investitori

    CAMERUN - Realizzare zone industriali su oltre 6.700 ettari: è questa l’ambizione della Missione per lo sviluppo e la gestione delle zone industriali (Magzi), società statale incaricata dello sviluppo delle aree industriali in Camerun. I progetti riguardano soprattutto la zona portuale di Kribi, dove si pensa a 5.000 ettari da dedicare a speciali zone industriali, ma anche alla regione del Litorale, alla regione meridionale, all’estremo nord e a Limbe, nella regione sud-occidentale. “La domanda di terreni da parte delle aziende è molto forte. La maggior parte dei potenziali clienti, potenziali investitori provenienti dall'estero, che richiedono appezzamenti di terreno per stabilirsi rimangono insoddisfatti, a causa dell'offerta che è al di sotto delle prescrizioni e dei requisiti minimi", aveva sottolineato tempo fa Commissione tecnica per la riabilitazione delle imprese del settore pubblico e parapubblico in un rapporto. [CC]
  • Repubblica Congo Free

    Manca poco alla consegna della nuova sede del porto...

    REP CONGO - Sarà consegnata il mese prossimo allo Stato congolese la nuova sede amministrativa del porto autonomo di Pointe-Noire. L'azienda incaricata dei lavori, la China Geo Engineering Corporation International Ltd, ha riferito di aver già ordinato tutti i materiali di finitura dalla Cina. Il nuovo edificio in vetro di 15 piani, a forma di barca a vela, sarà dotato di uffici, di una sala convegni da 1000 posti, di ristoranti, di un sistema di controllo biometrico, di quattro ascensori e altri servizi. Avviati in persona dal presidente della Reppublica Denis Sassou N'Guesso il 23 dicembre 2011, i lavori in corso daranno luce alla nuova sede amministrativa del Porto Autonomo di Pointe-Noire destinata a migliorare sia la qualità e l’efficacia dei servizi forniti agli utenti della struttura che le condizioni di lavoro del personale. Finanziata per un valore di 26 milioni di euro dal governo congolese che ha fatto della riabilitazione del porto di Pointe-Noire una priorità della propria azione, quest’opera, situata a pochi metri dall'Oceano Atlantico, si inserisce nel programma di investimenti prioritari per la modernizzazione e il miglioramento dei servizi e strutture portuali.
  • Camerun Free

    Industria tessile, chiude la Cicam di Garoua

    CAMERUN - La Cotonnière industrielle du Cameroun (Cicam), l’unico trasformatore di cotone dell’Africa centrale, ha dovuto chiudere la sua fabbrica di Garoua, nella parte settentrionale del Paese. Lo si apprende da fonti di stampa camerunesi. Il provvedimento segue la decisione della Cotton Development Corporation (Sodecoton) di sospendere le consegne della materia prima a Cicam che ha quasi 2 milioni di dollari di debiti non pagati all’azienda cotoniera. La chiusura della filiale di Garoua, da molti anni finanziariamente fragile a causa della concorrenza dei tessuti importati dalla Cina e dall’Africa occidentale, ha portato al licenziamento di 352 dipendenti. [VGM]