Marocco

Mohamed VI in visita in Mali, Guinea, Costa d’Avorio e Gabon

MAROCCO  – Il Re del Marocco Mohamed VI è atteso domani in Mali per una visita ufficiale su invito del presidente Ibrahim Boubacar Keita. Durante la visita di quattro giorni, il sovrano avrà un colloquio diretto con il presidente e firmerà diverse convenzioni di cooperazione tra i due paesi.

(153 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Nord

  • Marocco Free

    Accordo di pesca con la Russia

    MAROCCO - Rabat e Mosca hanno firmato una nuova intesa sulla cooperazione nel settore della pesca marittima. L'accordo, che è l'ottavo del suo genere, sostituisce quello del 2016 scaduto a marzo di quest'anno. L'intesa consente a una flotta di dieci navi russe di pescare al largo delle acque marocchine oltre le 15 miglia nautiche e sostiene la cooperazione scientifica e tecnica tra l'Istituto nazionale di ricerca sulla pesca e la sua controparte russa per il monitoraggio dell'ecosistema pelagico. Il ministero dell'Agricoltura marocchino ha affermato che l'attività delle navi russe nelle acque marocchine sarà monitorata in ogni fase e offrirà opportunità di lavoro ai pescatori marocchini. Il ministero ha inoltre ricordato che l'accordo offre “una compensazione finanziaria annuale finanziaria, che copre il diritto di accesso alle risorse ittiche, la quota annuale e le tasse per la licenza di pesca”. La pesca è una delle risorse naturali più ambite del Marocco. Oltre al nuovo accordo con la Russia, il Paese ha anche un accordo di pesca decennale con l'Unione europea. [EC]  
  • Marocco Free

    Cinema marocchino in crisi

    MAROCCO - L’industria cinematografica marocchina è in crisi. Il Centro cinematografico ha chiuso il bilancio 2019-2020 con una perdita del 50% rispetto all'anno precedente. Solitamente frequentati da cineasti di fama e dalle major hollywoodiane soprattutto, dall’inizio della pandemia, i set marocchini hanno chiuso i battenti durante il lockdown. «Il risultato è che chiudiamo il 2020 con circa 400 milioni di dirham di investimenti stranieri (poco più di 36 milioni di euro), contro gli 800 milioni dell’anno scorso», spiega Sarim Fassi Fihri, produttore e direttore del Centro cinematografico marocchino. Per il futuro però ci sono spiragli di ottimismo: «Cinque grandi produzioni americane hanno già anticipato i loro impegni per il 2021, qui in Marocco - osserva Sarim Fassi Fihri -. Sono pronti a girare lungometraggi e serie televisive a partire dal primo trimestre dell’anno nuovo; da Tangeri al deserto tutto il Paese geograficamente è interessato». [EC]
  • Egitto Free

    Fondi dalla Francia per protezione climatica

    EGITTO - Sono pari a 100 milioni di euro i fondi previsti nell’ambito di un accordo siglato dall’Agenzia francese di sviluppo (AFD) con la Banca nazionale d’Egitto (NBE) per finanziare progetti di protezione dai cambiamenti climatici e per lo sviluppo sostenibile.

    A darne notizia sono i media economici egiziani, precisando che i fondi consentiranno di finanziare direttamente progetti individuati dalla NBE e compatibili con il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) e la conservazione ambientale.

    Secondo il direttore dell’ufficio del Cairo di AFD, Fabio Grazi, l'interesse della cooperazione francese nella concessione di questo finanziamento va letta soprattutto alla luce del processo di trasformazione su larga scala in atto al livello del sistema finanziario globale, che richiede azioni dirette per l'attuazione di standard di sviluppo sostenibile. [MV]

  • Algeria Free

    Al via prossimo anno progetto per nuovo porto a El...

    ALGERIA - I lavori per la costruzione del nuovo porto in acque profonde di El Hamdania, nella provincia di Tipasa in una baia naturale una cinquantina di chilometri a ovest di Algeri, cominceranno il prossimo anno.

    A dirlo è stato il ministro delle Finanze algerino Aymen Benabderrahmane, precisando in un intervento in Parlamento che il porto di El Hamdania è inserito in una lista di grandi progetti infrastrutturali considerati dal governo prioritari per lo sviluppo del Paese.

    “Tutte le procedure autorizzative a livello di ministeriale sono state completate”, ha aggiunto Benabderrahmane, ricordando che il nuovo porto sarà dotato di 23 moli con una capacità di 6,5 milioni di container e 26,7 milioni di tonnellate per anno.

    Il costo complessivo del progetto è stimato in 3,3 miliardi di dollari, il 49% dei quali sarà garantito da partner privati.

    Tra gli altri progetti infrastrutturali inseriti nella lista considerata prioritaria dal governo algerino figurano una serie di iniziative per promuovere l’estrazione di fosfato, zinco e ferro. [MV]

  • Tunisia Free

    Un percorso cinematografico per rilanciare il turismo

    TUNISIA - La Tunisia ha ideato un percorso turistico-cinematografico per attirare visitatori e produzioni. Il progetto, in fase di creazione, dovrebbe prendere il via entro la fine del 2021 e ha come perno la visita alle location dove sono stati girati film famosi. "La Tunisia è piena di siti culturali da valorizzare. Al di là delle spiagge, degli hotel all-inclusive e dei pochi musei nazionali, un intero patrimonio è ancora in attesa di essere evidenziato, o restaurato", ha detto alla stampa locale Mouna Methlouthi, direttore generale della Cooperazione internazionale del ministero tunisino del Turismo. Dagli studi cinematografici tunisini alle numerose ambientazioni naturali che abbondano nel Paese, sono stati selezionati 18 siti di riprese di lungometraggi di fama internazionale per comporre il percorso. I visitatori avranno la possibilità di visitare i luoghi dove sono state girate scene di film cult come: ‘Star Wars’ (diretto da George Lucas), ‘Monty Python: The Life of Brian’ (Terry Jones), ‘Indiana Jones’ (Steven Spielberg), ‘The English Patient’ (Anthony Minghella), ‘The Last Legion’ (Doug Lefler) e ‘Black Gold’ (Jean-Jacques Annaud).  [VGM]
  • Algeria Free

    Via libera alla costruzione di 140.000 nuovi alloggi su...

    ALGERIA - I lavori per la costruzione di 140.000 nuovi alloggi in diverse province dell’Algeria da mettere in vendita a prezzi calmierati con la sottoscrizione di mutui agevolati inizieranno tra qualche giorno. Ad annunciarlo è stato il direttore generale dell’Agenzia nazionale per l’Ammodernamento e lo Sviluppo degli Alloggi (Aadl), Belaaribi Mohamed Tahar, ricordando che altre 30.000 unità abitative saranno complessivamente assegnate in tutto il paese entro la fine dell’anno. “Con la pandemia del coronavirus, abbiamo attuato un programma quotidiano di assegnazione a pochi acquirenti alla volta, tra i 50 e gli 80 al giorno”, ha ancora precisato Tahar, a margine della cerimonia di attribuzione di 1800 unità abitative nella wilaya di Ain Defla, su un totale di 7000 previste per la provincia. L’Aadl è un’agenzia governativa che fa capo al ministero dell’Habitat e dell’Urbanismo ed è incaricata dello sviluppo del mercato immobiliare in Algeria. Il governo persegue un ambizioso programma per la costruzione di nuove unità abitative per fare fronte alla crisi degli alloggi che colpisce il paese. [CN]