Sudafrica

Isolati ‘super anticorpi’ in grado di uccidere il virus dell’HIV

SUDAFRICA – Tecnicamente sono stati definiti anticorpi neutralizzanti ad ampio spettro (broadly neutralising antibodies) praticamente gli anticorpi isolati da una donna originaria del Kwa Zulu Natal in Sudafrica sono degli anticorpi in grado di neutralizzare ed addirittura uccidere il virus dell’Immunodeficienza umana acquisita (VIU/HIV).

(223 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Angola Free

    Diamanti e petrolio verso la privatizzazione

    ANGOLA -  Il governo di Luanda ha deciso di privatizzare i settori dei diamanti e del petrolio, due fiori all'occhiello del Paese. Le privatizzazioni dovrebbero avvenire entro la fine del 2021. Secondo il ministro delle Finanze, Vera Daves Da Souza, il processo sarà rapido. Anche perché se queste privatizzazioni sono dettate dall'urgenza dell'attuale crisi economica, fanno anche parte di un vasto programma di progressivo ritiro dello Stato dalla sfera economica. Sonangol è la spina dorsale dell'Angola che è il secondo produttore di petrolio africano. Lo stesso vale per Endiame. Se l'industria diamantifera rappresenta solo il 3% della ricchezza nazionale, l'azienda è però una fonte importante di entrate per lo Stato. Con l'avvento al potere di Joao Lourenço, il Paese ha intrapreso un ambizioso programma di privatizzazioni destinato a trasformare radicalmente un'economia ancora ampiamente in mano pubblica. Anche se il Fmi ha promesso 3,7 miliardi di dollari per risanare i debiti ereditati dal vecchio regime, il Paese privatizzerà anche un'altra trentina di società nei settori bancario, assicurativo, trasporti e infrastrutture. [EC]
  • AngolaR.D. Congo Free

    Idrocarburi, nasce commissione per gestione zona comune

    ANGOLA / RD CONGO - I governi di Luanda e Kinshasa hanno concordato l’istituzione di una commissione tecnica per la gestione condivisa delle risorse di idrocarburi nell’area esplorativa comune tra i due Paesi.

    Ad annunciarlo è stato il ministro delle Risorse minerarie angolano, Diamantino Pedro Azevedo, al termine di un incontro con il suo omologo congolese Rubens Mikindo.

    “Abbiamo deciso di istituire una commissione tecnica congiunta e incaricato le nostre due compagnie petrolifere statili, la Sonangol per la parte angolana e la Sonahydro per quella congolese, di avviare negoziati sulla commercializzazione dei derivati del petrolio e del gas naturale estratti nella zona comune”, ha detto Azevedo.

    Secondo quel che viene reso noto dai media angolani, la decisione di istituire una commissione congiunta nasce dalla constatazione che nell’area di confine tra Angola e Repubblica democratica del Congo negli ultimi anni è cresciuto enormemente il contrabbando di prodotti petoliferi.

    Compito della commissione è tracciare una roadmap per ridurre il problema del contrabbando e avviare iniziative di esplorazione congiunta nella zona comune. [MV]

  • Zimbabwe Free

    Stime di crescita per il 2021

    ZIMBABWE - Il prodotto interno lordo dello Zimbabwe dovrebbe crescere del 7,4% nel 2021, dopo la contrazione del 4,1% attesa quest’anno.

    A rendere note le nuove stime di crescita dell’economia dello Zimbabwe è stato il ministro delle Finanze di Harare, Mthuli Ncube, presentando in Parlamento il documento di bilancio per l’anno prossimo.

    "Dal lato dell'offerta, questa crescita sarà guidata da una forte ripresa nei settori dell’agricoltura, dell’estrazione mineraria, dell’elettricità, dell’edilizia, dei trasporti e delle comunicazioni, nonché della finanza e delle assicurazioni", ha detto Ncube.

    Il ministro delle Finanze dello Zimbabwe ha inoltre annunciato una serie di misure di stimolo economico tra cui pacchetti specifici per i settori agricolo e manifatturiero e sgravi fiscali per i produttori.

    Secondo quel che viene riportato dai media locali che riportano la notizia, il governo si concentrerà nel 2021 sulla stabilità macro-economica, lo sviluppo e il sostegno delle catene del valore produttive, lo sviluppo del capitale umano, l'ottimizzazione della gestione delle risorse naturali e delle infrastrutture, delle tecnologie di comunicazione dell'informazione e dell'economia digitale.

    Il documento di bilancio si inserisce nel solco di una strategia quinquennale presentata a inizio novembre dal presidente Emmerson Mnangagwa che mira a un tasso di crescita economica del 5% annuo. [MV]

  • Madagascar Free

    Sovvenzioni Power Africa per mini-grid in zone rurali

    MADAGASCAR – Tre aziende di Madagascar – la Autarsys Madagascar, la Hydro Ingenierie Etudes et Réalisations (Hier) e la Henri Fraise Fils & Cie – hanno ottenuto un incentivo complessivo del valore di 1,2 milioni di dollari per la realizzazione di mini-grid destinati all’elettrificazione di aree rurali, dall’iniziativa Power Africa attraverso l’agenzia statunitense per lo sviluppo Usaid. Dal comunicato dell’ambasciata USA ad Antananarivo, si legge che soltanto il 5% delle comunità rurali hanno un accesso diretto all’elettricità nonostante la ricchezza del Paese i termini di fonti rinnovabili, come il solare, l’eolico o l’idroelettrico. Grazie alla nuova sovvenzione di Power Africa, circa 5.200 famiglie o piccole aziende rurali potranno avere accesso all’energia. «Queste sovvenzioni fanno parte dello sforzo del governo statunitense, del valore di 3 milioni di dollari, per accrescere la produzione d’elettricità e l’accesso all’energia» a Madagascar, scrive l’ambasciata, che sostiene di aver aiutato finora circa 57.000 persone ad aver accesso all’elettricità.  Power Africa ha lanciato il programma di sovvenzioni per le mini-grid nell’isola nel maggio 2020. Sono state 17 le aziende che hanno fatto domanda presentando progetti. [CC]
  • Angola Free

    In preparazione privatizzazione Sonangol ed Endiama

    ANGOLA - Il governo di Luanda intende avviare tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022 una parziale cessione di quote di proprietà della compagnia petrolifera Sonangol e della società responsabile dell’estrazione di diamanti Endiama.

    A dirlo è stata la ministra delle Finanze angolana, Vera Daves de Sousa, precisando che la cessione dovrebbe avvenire possibilmente attraverso offerte pubbliche iniziali su un mercato regolamentato.

    La privatizzazione rientra in una strategia del governo di Luanda per far ripartire un’economia di fatto bloccata.

     L'Angola ha già avviato le procedure di privatizzazione di 30 società attraverso un programma che proseguirà fino al 2022 e prevede la cessione completa o parziale di 195 attività in precedenza di proprietà statale. Attualmente è in corso la cessione di partecipazioni in una compagnia di assicurazioni e in una banca commerciale.

    "Puntiamo alla fine del 2021, al massimo all'inizio del 2022 per avviare il processo di privatizzazione dei grandi gruppi come Sonangol ed Endiama", ha detto Daves de Sousa aggiungendo che tutto ciò dipenderà dalla velocità con cui si riuscirà a riorganizzare le società. [MV]

  • Mozambico Free

    Azienda cinese verso acquisto cementificio

    MOZAMBICO - Il gruppo cinese Sino Energy ha siglato un memorandum d’intesa non vincolante per acquisire una quota del 65% nel cementificio di Pemba, nella provincia settentrionale di Cabo Delgado.

    A segnalarlo sono i media specializzati, dai quali si apprende che il memorandum è stato firmato con il gruppo Hong Kong Construction che attualmente detiene l’intera proprietà del cementificio di Pemba.

    Non sono stati resi noti i termini economici dell’operazione e, secondo le informazioni a disposizione, Sino Energy condurrà nei prossimi quattro mesi un’attività di due diligence e negoziati per determinare il possibile valore della transazione.

    L'impianto ha una capacità produttiva annua di 400mila tonnellate di cemento, ma produce attualmente circa 250.000 tonnellate a causa della mancanza di domanda.

    Inaugurato nel 2016, il cementificio è stato realizzato con un investimento pari a 24 milioni di dollari. [MV]