Nigeria

Fondo sovrano Singapore acquista quota in società petrolifera locale

NIGERIA – La Temasek Holding, il fondo sovrano di Singapore, espande la propria presenza in Africa dopo aver concluso ieri l’acquisto di una quota di partecipazione nella società petrolifera nigeriana Seven Energy.

(141 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • AfricaGhana Free

    Presentata convention del cinema africano

    GHANA - E’ stata presentata ufficialmente ad Accra la prima edizione del Meta Cinema Forum Africa, appuntamento previsto nella capitale del Ghana per presentare le opportunità per investitori cinematografici e distributori di film in Africa.

    All’appuntamento, promosso dall’Autorità nazionale dei film (Nfa) del Ghana in collaborazione con la società emiratina Great Minds Group, è attesa la partecipazione di investitori cinematografici, distributori di film, sviluppatori cinematografici e responsabili politici per esplorare le opportunità nello sviluppo delle infrastrutture cinematografiche nel continente africano. La manifestazione si svolgerà sotto fora di una conferenza, un’esposizione commerciale di contenuti cinematografici e una rassegna di film.

    Secondo l’amministratrice delegata della Nfa, Juliet Yaa Asantewa Asante, l’Africa è il mercato cinematografico più sottoservito a livello globale: in base ai dati dell’Unesco, in tutto il continente ci sono infatti meno di 1.700 schermi cinematografici, pari a meno di uno schermo ogni 787.402 persone.

    Asante ha affermato che una migliore infrastruttura cinematografica incoraggerebbe una distribuzione più efficace dei film in Africa, che a sua volta incoraggerebbe maggiori investimenti in contenuti locali di alta qualità.

    Per approfondire, cliccare qui. [MV]
  • Costa Avorio Free

    Varato piano produzione ittica

    COSTA D'AVORIO - Il governo ivoriano ha varato il piano di ricostituzione della produzione ittica continentale (Prepico2) che mira, nel periodo 2022-2026, a produrre 150mila tonnellate di pesce attraverso l’attuazione di progetti di acquacoltura e con il supporto di partner tecnici e finanziari, in particolare l’Agenzia giapponese per la cooperazione internazionale (Jica). Il Prepico2 ha l’obiettivo di contribuire allo sviluppo della piscicoltura continentale attraverso un approccio orientato al mercato. “Si tratta di un progetto per le cooperative di acquacoltura che consentirà loro di migliorare la commercializzazione del pesce proveniente dall’acquacoltura. Sarà distribuito nelle regioni di Grands Ponts, Agneby-Tiassa, Indénié-Djuablin, Sud Comoé, Mé e il Distretto di Abidjan”, ha precisato il ministro delle Risorse animali e della pesca, Sidi Tiemoko Toure. Il Prepico è un programma complementare al Programma strategico per la trasformazione dell’acquacoltura in Costa d’Avorio (Pstaci), lanciato il 1° agosto 2022 a Bouaké, alla presenza del primo ministro Patrick Achi. [CC]
  • Guinea Free

    Pubblicata gara per giacimento bauxite di Santou Houda

    GUINEA - Il governo di Conakry, attraverso il suo ministero delle Miniere e della geologia, ha pubblicato il bando di gara internazionale aperto per la messa in concessione del blocco di bauxite di Santou Houda.

    A darne notizia sono i media locali, pubblicando il testo dell’avviso di gara che fissa il termine per la presentazione delle offerte a mercoledì 5 ottobre 2022.

    Alla gara, si legge nell’avviso, possono candidarsi tutte le imprese che rispondono ai requisiti stabiliti per lo sfruttamento minerario, purché si impegnino a trasformare localmente la totalità delle sostanze minerarie estratte.

    Secondo i media specializzati, lo sviluppo del progetto estrattivo di Santou Houda è considerato strategico per sostenere un aumento della produzione di bauxite del 6% medio annuo entro i prossimi cinque anni. 

    Con un totale stimato di 7,4 miliardi di tonnellate, la Guinea è il Paese con le maggiori riserve di bauxite al mondo ed è attualmente il secondo produttore al mondo dopo l’Australia.

    Per approfondire, cliccare qui. [MV]
  • Ghana Free

    Progetto per aumentare produzione di cocco

    GHANA - La Ghana Export-Import (Exim) Bank ha avviato il progetto “Coconut for Life” da 3 milioni di euro con l’obiettivo di aumentare la produzione di cocco in Ghana. Lo ha rivelato ad Alabokazo, nel distretto di Ellembelle della Regione Occidentale, l’amministratore delegato della Exim Bank, Lawrence Agyinsam, in occasione del lancio del 2° Festival internazionale del cocco che, sul tema “Riposizionamento del settore della noce di cocco del Ghana per l’agenda di industrializzazione accelerata”, si terrà ad Accra dal 20 al 23 settembre. Secondo Agyinsam, la Exim Bank lavorerà a stretto contatto con la Ghana Export Promotion Authority (Gepa), il Council for Scientific and Industrial Research (Csir), l’Oil Palm Research Institute (Opri), il Ministero per l’Alimentazione e l’Agricoltura e la Coconut Farmers and Exporters Association, per garantire il raggiungimento dei risultati. “Con un interesse per l’efficace funzionamento di tutte le parti della catena del valore, la Exim Bank, in collaborazione con la Gepa, esplorerà le opportunità del mercato di esportazione per i produttori locali”, ha affermato Agyinsam, aggiungendo che “il boom del mercato interno ed estero, unito alle condizioni pedoclimatiche favorevoli, rendono la produzione di cocco un importante prodotto di riferimento nell’obiettivo del governo di rastrellare 25 miliardi di dollari all’anno dalle esportazioni non tradizionali”. Nell’ambito del progetto, la produzione annua passerà entro i prossimi cinque anni da 50.000 a un milione di noci cingalesi Green Dwarf incrociate con la varietà ibrida Vanuatu Tall. La produzione di cocco in Ghana, coltivato nella savana costiera e nelle zone forestali su un’area stimata di 36.000 ettari, è aumentata da 219.000 tonnellate nel 1985 a 412.000 tonnellate nel 2020. [CN]
  • Liberia Free

    Corruzione, Usa sanzionano tre alti funzionari governo

    LIBERIA - Gli Stati Uniti hanno sanzionato tre alti funzionari del governo liberiano – Nathaniel McGill, Sayma Syrenius Cephus e Bill Twehway – per il loro coinvolgimento in casi di corruzione pubblica. Lo ha annunciato lunedì il Dipartimento del Tesoro statunitense in una nota. McGill è ministro di Stato per gli Affari presidenziali e capo dello staff del presidente George Weah; Cephus è l’attuale procuratore generale e procuratore capo della Liberia; Twehway è l’attuale amministratore delegato dell’Autorità portuale nazionale (Npa). “Con la loro corruzione, questi funzionari hanno minato la democrazia in Liberia per il proprio tornaconto personale”, ha dichiarato in un comunicato il sottosegretario al Tesoro per il terrorismo e l’intelligence finanziaria Brian E. Nelson. “Le designazioni odierne del Tesoro dimostrano che gli Stati Uniti restano impegnati nel ritenere responsabili i soggetti corrotti e nel continuo sostegno al popolo liberiano”. In seguito alle sanzioni degli Stati Uniti, tutte le proprietà e gli interessi relativi dei tre individui che si trovano negli Stati Uniti o sono in possesso o sotto il controllo di persone statunitensi devono essere bloccati e segnalati all’Office of foreign assets control (Ofac) del Dipartimento del Tesoro. Inoltre, “le persone che effettuano determinate transazioni con le persone designate rischiano di essere esposte a sanzioni o di essere soggette ad azioni esecutive”, si legge nella nota. Il Dipartimento del Tesoro Usa ricorda che la corruzione ha rappresentato “una lunga sfida per la democrazia e l’economia della Liberia, privando il popolo liberiano dei fondi per i servizi pubblici, dando potere agli attori illeciti e distruggendo lo stato di diritto”. Il Dipartimento del Tesoro ha fatto sapere che, nello specifico, durante il suo mandato di governo, McGill “ha corrotto proprietari di aziende, ha ricevuto tangenti da potenziali investitori e ha accettato bustarelle per indirizzare contratti a società in cui aveva interessi”. McGill “ha manipolato le procedure di appalto pubblico per assegnare contratti multimilionari a società di sua proprietà” e ha utilizzato fondi governativi destinati ad altre istituzioni governative liberiane per gestire i propri progetti. Ha anche effettuato pagamenti in contanti in nero ad alti dirigenti del governo e ha organizzato i signori della guerra per minacciare i rivali politici, ha dichiarato il Tesoro. Cephus ha invece ricevuto tangenti da persone in cambio dell’archiviazione dei loro casi giudiziari e ha anche fatto da scudo a riciclatori di denaro e li ha aiutati a passare attraverso il sistema giudiziario, secondo il Dipartimento del Tesoro. Ha intimidito i pubblici ministeri nel tentativo di bloccare le indagini ed è stato accusato di aver alterato le prove in casi che coinvolgevano membri di partiti politici di opposizione. Secondo la medesima fonte Twehway ha orchestrato il dirottamento di 1,5 milioni di dollari di fondi per il deposito delle navi dall’Npa a un conto privato e ha costituito una società privata alla quale ha poi assegnato unilateralmente un contratto per il carico e lo scarico di merci al porto di Buchanan. Twehway e altri complici si sono serviti di membri della famiglia per nascondere il proprio coinvolgimento nella società, pur beneficiando finanziariamente della stessa. [VGM]
  • Niger Free

    Uranio, creata società con i canadesi di Global Atomic

    NIGER - Il governo di Niamey e la società canadese Global Atomic Corporation hanno firmato un accordo per la creazione della “Société des Mines de Dasa” (Somida) detenuta all’80% da Global Atomic e al 20% dallo Stato del Niger. La società opererà nel settore dell’uranio. Ousseini Hadizatou Yacouba, ministro delle Miniere, ha sostenuto che la creazione di questa nuova società costituisce un nuovo impulso allo sfruttamento dell’uranio in Niger. La Global Global Atomic Corporation, titolare di permessi di esplorazione, ha fatto scoperte e ottenuto nel 2020 un’importante concessione per lo sfruttamento a nord di Agadez. Si prevede di avviare la costruzione della miniera nel 2023 e di poter estrarre uranio nel 2025. Il progetto dovrebbe creare 217 posti di lavoro diretti. È considerato un’alternativa alla chiusura della miniera della Cominak il 31 maggio 2021. [CC]