Benin

Accesso all’energia elettrica come diritto sociale

BENIN – Il primo ministro Lionel Zinsou ha affermato che l’accesso all’energia elettrica dovrebbe rientrare tra i diritti sociali della popolazione.

(164 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Senegal Free

    Incontro con il Forum dei Paesi esportatori di gas

    SENEGAL - Il Forum dei Paesi esportatori di gas (Gecf), la piattaforma globale delle principali nazioni produttrici di gas, e una delegazione della repubblica del Senegal, guidata dal ministro del Petrolio e dell’Energia Aissatou Sophie Gladima, hanno tenuto un incontro virtuale per aprire la strada a una cooperazione rafforzata. All’incontro ha partecipato anche Mamadou Mamoudou Sall, ambasciatore del Senegal in Qatar. Sebbene il Senegal non sia ancora un produttore di gas naturale, dovrebbe diventarlo a partire dal 2023 grazie allo sviluppo del progetto Great Tortue nel nord del Paese e a due progetti meno noti nel sud. I progetti di gas attualmente in corso in Senegal ammontano a circa 32 miliardi di metri cubi di riserve di gas. [SR]
  • Nigeria Free

    Via libera a progetto parco nazionale ICT ad Abuja

    NIGERIA - Il governo federale è pronto a costruire il Parco nazionale delle Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Ict) ad Abuja dopo l’approvazione di 23,4 milioni di dollari da parte del Consiglio Esecutivo Federale (Fec) per la realizzazione del progetto. Lo si apprende dalla stampa locale che sottolinea che il parco, che verrà costruito su un terreno di 4.200 metri quadrati, sarà il primo del suo genere nell’Africa occidentale per la sua natura, le attività e le strutture all’avanguardia. Disporrà, ad esempio, del Centro Espositivo Nazionale Ict, così come del Museo dell’Ict e dei servizi postali, per mostrare le innovazioni tecnologiche nigeriane. Il Parco Nazionale Ict sarà supportato dal Centro Nazionale per l’Innovazione e l’Imprenditorialità Digitale (Ndiec), lanciato di recente. Secondo il ministro delle Comunicazioni e dell’Economia digitale, Isa Ali Ibrahim Pantami, il Parco sarà un punto di riferimento per la supervisione degli hub Ict sia pubblici che privati nel Paese. “Servirà anche come centro per la formulazione della politica nazionale Ict, la ricerca e lo sviluppo” ha aggiunto il ministro. [VGM]
  • Costa Avorio Free

    Missione imprenditoriale italiana ad Abidjan, firmati...

    COSTA D'AVORIO - Diverse aziende italiane puntano sulla Costa d’Avorio: lo si apprende da un comunicato dell’Ambasciata della Costa d'Avorio in Italia che informa che una delegazione di imprenditori italiani ha effettuato una missione di prospezione nel Paese dell'Africa occidentale dal 15 al 24 gennaio durante la quale sono state prese decisioni e fatti piani per il futuro. Il gruppo italiano Amatec costruirà – precisa la nota – un’unità di lavorazione di 15.000 tonnellate all’anno di anacardi, durante il primo semestre dell’anno 2022 a Nièmene, nella prefettura di Dabakala. Questo impianto di lavorazione, installato su una superficie di 4 ettari, sarà in grado di impiegare 400 persone a tempo pieno. Inoltre, si sta considerando la costruzione di un secondo impianto nella città di Dabakala alla fine della seconda metà del 2022. Un altro accordo è previsto da Innotek che prevede di firmare un’intesa per la modernizzazione della miniera d’oro Coopeda a Bassawa e, inoltre, desidera procedere con l’estrazione di quattro siti d’oro situati a Gboli. Nella città di Bingerville, la società Rete Ecodistricts ha lavorato alla finalizzazione del progetto per la costruzione del mercato alimentare in collaborazione con la società ivoriana Netrafad. A Grand Bassam, sono in corso negoziati con le società Edilegno e Rete Ecodistricts per la costruzione dello Stadio Comunale da 25.000 posti e la costruzione di un nuovo mercato a Mockeyville. La nota precisa che durante il soggiorno in terra ivoriana, la missione economica ha avuto l’opportunità di visitare diversi siti, oltre a interagire con diversi membri del governo. Alla fine della missione diverse aziende italiane hanno espresso la loro intenzione di procedere con la realizzazione di infrastrutture e progetti locali con un forte impatto sociale. [VGM]
  • Costa Avorio Free

    Annunciato sostegno USA per settore trasporti

    COSTA D'AVORIO - Sono pari a 292 milioni di dollari i fondi che gli Stati Uniti intendono concedere alla Costa d'Avorio nell'ambito del programma di cooperazione bilaterale Millennium Challenge Account per finanziare il progetto Abidjan Transport.

    A dirlo è stata la direttrice generale del programma Millennium Challenge Account in Costa d'Avorio (MCA-CI), Florence Rajan, precisando che gli investimenti saranno destinati alla riabilitazione di quasi 32 chilometri di strade e infrastrutture critiche adiacenti al porto autonomo di Abidjan.

    Le arterie interessate includono: Boulevard Valéry Giscard d'Estaing (VGE) - 9 km; il Boulevard du Port / Boulevard de Vridi / Boulevard de Petit Bassam - 8 km, inclusa la riabilitazione del ponte Vridi; il Boulevard de la Paix - 7 km; e la superstrada Yopougon - 8 km.

    Obiettivo del progetto è aumentare aumentare la competitività della città di Abidjan come polo di crescita del Paese, migliorare il flusso del traffico locale e decongestionare il corridoio centrale della città che collega il suo porto alle aree settentrionali, orientali e occidentali del Paese. [MV]

  • GuineaLiberia Free

    Proposta ferrovia tra Liberia e Guinea

    GUINEA / LIBERIA - Rafforzare i legami socio-economici attraverso l’attuazione di progetti bilaterali concreti, come il collegamento ferroviario tra Liberia e Guinea: è l’impegno del presidente liberiano George Weah. A segnalarlo sono i media di Monrovia, riportando la notizia della visita a Conakry di una delegazione guidata ministro degli Esteri liberiano Dee-Maxwell Saah Kemayah per partecipare alla prima edizione del Guinea Investment Forum (Guif). In un incontro con il presidente della Guinea Alpha Condé, il ministro Kemayah assicurato che la Liberia intende seguire quanto stabilito nell’accordo firmato dai due presidenti nell’ottobre 2019, un documento impegnava entrambi i paesi alla realizzazione di una ferrovia di collegamento per il trasporto di merci, servizi e persone dalla Guinea attraverso il porto liberiano di Buchanan. Il viaggio della delegazione liberiana in Guinea si è concentrato molto sulla realizzazione di questa ipotetica ferrovia: si sono tenute diverse sessioni di lavoro con i funzionari locali e altrettanti incontri preparatori. [ASB]
  • Nigeria Free

    Non si arrestano le perdite quotidiane di greggio

    NIGERIA - Il Paese dell'Africa occidentale perde ogni giorno circa 200.000 barili di petrolio greggio a causa del furto di idrocarburi tramite il sabotaggio degli oleodotti: lo ha dichiarato l’amministratore delegato della Nigerian National Petroleum Corporation (Nnpc) Mele Kyari in un comunicato stampa. Nell’agosto 2020 le perdite di greggio ammontavano a una media di 70.000 barili al giorno. Secondo Kyari le perdite sono dovute essenzialmente ai furti di petrolio dalle condotte e ai sabotaggi, ragion per cui la compagnia lavora a stretto contatto con l’esercito: grazie al supporto delle agenzie di sicurezza la rete chiamata System 2B, utilizzata principalmente per il trasporto di benzina importata, ha invece registrato una forte diminuzione dei furti. Nel 2019, ricorda S&P Global, il revisore dei conti dell’industria petrolifera nigeriana, la Nigeria Extractive Industries Transparency Initiative (Neiti), ha pubblicato un rapporto che mostrava una perdita media di 138.000 barili al giorno di petrolio greggio per furto negli ultimi 10 anni, per un valore di 40,06 miliardi di dollari. [ASB]