Mozambico

Cooperazione UE e opportunità per le imprese, un approfondimento a Milano

MOZAMBICO – Un approfondimento dedicato ai nuovi trend della Cooperazione allo sviluppo dell’Unione europea e alle opportunità che essa offre alle imprese italiane, con particolare attenzione alla situazione del Mozambico, avrà luogo lunedì 25 gennaio presso la sede di Assolombarda Confindustria a Milano.

Organizzata da Confindustria insieme all’Agenzia ICE e al ministero per lo Sviluppo economico, l’iniziativa ha lo scopo di informare le imprese sugli strumenti ed i finanziamenti sui mercati di maggiore interesse nel continente africano tenendo conto delle proiezioni di crescita dei singoli mercati e delle allocazioni di budget dell’UE.

Durante l’incontro verranno illustrati i meccanismi di funzionamento generale della Cooperazione allo Sviluppo dell’UE e le opportunità di business -commerciali e di investimento – in Mozambico, oltre agli strumenti messi a disposizione dalla Cooperazione UE specifici in quel mercato.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il programma dell’evento. Le aziende interessate a partecipare devono registrarsi compilando il formulario a questo link entro il 20 gennaio. [MV]

© Riproduzione riservata

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Sudafrica Free

    Rating junk e outlook positivo secondo S&P

    SUDAFRICA - S&P Global Ratings ha mantenuto il grado ‘junk’ per l’economia sudafricana avvertendo anzi sull’impatto che il covid-19 potrebbe avere con una stima di riduzione del pil per il 2020 del 4,5%.  Secondo un comunicato della stessa società, i rating del debito in valuta estera e locale a lungo termine del Paese sono mantenuti rispettivamente a BB- e BB. L’agenzia ha comunque mantenuto l’outlook stabile.  L’economia sudafricana è quella più integrata con il resto del mondo fra le economie della regione subsahariana. L’arrivo della pandemia ha contribuito ad esacerbare criticità già esistenti, benché secondo alcuni osservatori l’arrivo di Cyril Ramaphosa alla presidenza abbia aperto prospettive diverse rispetto a quelle del suo predecessore. [MS]
  • Zimbabwe Free

    Due istituti bancari rimossi da elenco sanzioni USA

    ZIMBABWE - Due istituti bancari locali con legami diretti con il governo di Harare sono stati rimossi dall’elenco statunitense dei soggetti sottoposti a sanzioni economiche.

    A darne notizia sono i media locali, precisando che si tratta della Agricultural Development Bank of Zimbabwe (Agribank) e della Infrastructure Development Bank of Zimbabwe (IDBZ).

    L’annuncio della rimozione dall’elenco è giunta attraverso una nota diffusa dal Dipartimento del Tesoro statunitense, in cui viene specificato che l’ufficio responsabile del controllo delle attività estere sta modificando il regolamento delle sanzioni applicate a soggetti dello Zimbabwe al fine di autorizzare nuovamente tutte le transazioni che coinvolgono Agribank e IDBZ.

    I due istituti erano stati posti sotto sanzione da parte degli Stati Uniti nel luglio 2008.

    "Qualsiasi notizia di rimozione dall’elenco delle sanzioni statunitensi è davvero positiva - ha commentato il ministro delle Finanze dello Zimbsbwe, Mthuli Ncube - Ciò consentirà alle banche di accedere alle linee di credito internazionali e rimuovere tutte le restrizioni sinora esistenti”. [MV]

  • Mozambico Free

    Gnl, Total ottiene 14 miliardi di finanziamenti

    MOZAMBICO – La major francese Total è riuscita ad ottenere 14,4 miliardi di dollari per sviluppare il suo progetto di gas naturale liquefatto (Gnl) in Mozambico. Rivelato dalla Reuters e riportato dalla stampa di settore, l’accordo finanziario coinvolgerebbe una ventina di banche, il cui nome non è stato rivelato. Procede con garanzie, quindi, il piano di estrazione gasiera e di trasformazione in Gnl di circa 12,9 milioni di tonnellate all’anno. Lo scorso ottobre, la Total ha acquisito le quote della statunitense Anadarko nel progetto Gnl Mozambicano. Il mega progetto ha un costo stimato di 20 milioni di dollari. [CC]
  • Sudafrica Free

    Nuovo taglio al tasso di interesse di riferimento

    SUDAFRICA - La Banca centrale del Sudafrica, come ampiamente atteso, ha ridotto il suo principale tasso di interesse di 50 punti base che si attesta ora al 3,75%.

    A darne notizia sono i principali media economici internazionali, precisando che lo decisione è stata presa nel tentativo di proteggere l'economia dall'impatto della pandemia di covid-19.

    Si tratta della terza volta consecutiva dall’inizio della pandemia che la Banca centrale sudafricana decide di ridurre il tasso d’interesse, che fino a metà gennaio era pari al 6,25%.

    Secondo le stime della stessa Banca centrale, il prodotto interno lordo del Sudafrica dovrebbe contrarsi quest’anno del 7%.

    La decisione di ridurre nuovamente il tasso d’interesse, secondo il governatore Lesetja Kganyag, contribuirà a mantenere l’inflazione sotto controllo garantendo di allentare la pressione sui consumatori a fronte di una generalizzata perdita di posti di lavoro.

    “L'allentamento delle misure di isolamento per contrastare la diffusione del coronavirus supporteranno la crescita a breve termine e alcuni indicatori di attività ad alta frequenza mostrano già una ripresa della spesa da livelli estremamente bassi - ha aggiunto Kganyag, commentando la parziale riapertura delle attività in Sudafrica - Tuttavia, tornare ai livelli delle attività pre-pandemici richiederà tempo”. [MV]

  • Lesotho Free

    Nuovo premier prende il timone e promette impegno...

    LESOTHO - “Non abbiamo molto tempo dalla nostra parte. Mancano solo due anni alle elezioni, e c'è ancora molto lavoro da fare”. Queste le prime parole del nuovo primo ministro del Lesotho nonché ex ministro delle Finanze, Moeketsi Majoro.  “Cinquantaquattro anni dopo l’indipendenza - ha aggiunto Majoro - il flagello della fame e della povertà è un problema serio in questo Paese e dobbiamo affrontarlo in modo decisivo”. L’insediamento di Majoro mette fine a una lunga crisi politica legata alle peripezie giudiziarie dell’ormai ex premier Thomas Thabane. Quest’ultimo paga le vicende legate all’omicidio della sua ex moglie, uccisa nel 2017; dell’omicidio è accusata l’attuale consorte di Thabane, ma la polizia ha da sempre palesato il sospetto di un coinvolgimento dello stesso ex premier.  Nel suo discorso di addio, Thabane, in carica dal 2017 ha sostenuto di aver lavorato al meglio ma anche ammesso di aver potuto commettere errori. [MS]
  • Sudafrica Free

    Aperta rinegoziazione per Burger King South Africa

    SUDAFRICA - Grand Parade Investments (Gpi) ha riferito di star rinegoziando la cessione delle sue quote nel franchising Burger King. La rinegoziazione è legata alla pandemia di coronavirus in corso. In una dichiarazione degli azionisti di ieri, il gruppo ha affermato che le parti interessate stanno rinegoziando i termini e le condizioni della cessione e che gli azionisti saranno aggiornati in caso di rinegoziazione. A febbraio, Gpi aveva annunciato di voler cedere tutte le azioni detenute in Burger King South Africa, pari al 95,36%, a Ecp Africa Fund nell’ambito di un processo di ristrutturazione in corso. L’accordo comprendeva anche tutte le quote detenute nella Grand Foods Meat Plant. Prima del blocco a livello nazionale, Burger King stava provando a risollevarsi da un momento difficile ed era da poco tornata alla redditività. Tuttavia, sotto il blocco (lockdown), che è in vigore da otto settimane, la catena di fast-food non è stata in grado di funzionare a pieno regime. [MS]