Sudafrica

Entro l’anno i lavori di espansione dell’aeroporto di Pietermaritzburg

SUDAFRICA – Inizieranno quest’anno i lavori di espansione dell’Aeroporto di Pietermaritzburg, nella municipalità di Msunduzi in Sudafrica.

(187 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Angola Free

    Un centro Huawei per formare quadri angolani

    ANGOLA - La cinese Huawei Technologies Co. Ltd. si impegnata a formare 500 quadri angolani all’anno da inserire nel settore delle telecomunicazioni a partire dal 2022. E’ quanto si evince da un comunicato diffuso dalla stessa Huawei e relativo alla costituzione di un Centro di innovazione e formazione in Itc nella zona di Talatona a Luanda.  Il Centro realizzato da Huawei prevede investimenti per 60 milioni di dollari ed è destinato a consolidare i rapporti tra il Paese africano e il gigante cinese delle telecomunicazioni.  Secondo dichiarazioni di Ryan Li, direttore esecutivo della sussidiaria angolana di Huawei, il Centro occuperà una superficie di otto ettari e sarà inaugurato nel 2021. [MS]
  • AngolaZambia Free

    Raccolti fondi per ferrovia tra Angola e Zambia

    ANGOLA / ZAMBIA - Dovrebbero cominciare presto i lavori per la costruzione della nuova linea ferroviaria che collegherà il nord-ovest dello Zambia al porto angolano di Lobito.

    A dirlo è stato Enoch Kavindele, presidente della NorthWest Rail Company, rivelando sui media zambiani di essere riuscito finalmente a raccogliere i fondi necessari alla realizzazione del progetto.

    Secondo quel che ha dichiarato Kavindele, il progetto ha ottenuto impegni di finanziamento per un valore pari a 1,2 miliardi di dollari da un gruppo di istituti bancari per lo sviluppo, dei quali non è stato tuttavia specificato il nome.

    In base alle informazioni a disposizione, il progetto prevede il raccordo della linea ferroviaria zambiana dal municipio di Cazombo, situato ad una cinquantina di chilometri dalla frontiera con l’Angola, alla ferrovia di Benguela, favorendo in questo modo i collegamenti tra i due Paesi e riducendo il costo per il trasporto delle merci da e verso lo Zambia. [MV]

  • Madagascar Free

    Approvati fondi per costruzione progetto idroelettrico

    MADAGASCAR - L’African Development Fund (AFD) del gruppo della Banca africana di sviluppo ha approvato la concessione di un prestito per finanziare il progetto idroelettrico di Sahofika, in Madagascar.

    A segnalarlo sono i media specializzati, dai quali si apprende che il prestito ha un valore di quattro milioni di euro e contribuirà a finanziare il contributo da 30 milioni di euro previsto dal governo di Antananarivo per lo schema Build-Own-Operate-Transfer (BOOT) della centrale idroelettrica.

    Il progetto prevede la generazione di 205 MW di energia da fonti rinnovabili che si aggiungeranno alla rete nazionale con benefici per circa otto milioni di persone.

    L’AfDB aveva già approvato lo scorso dicembre una garanzia parziale di rischio del valore di 100 milioni di dollari a sostegno del progetto e della compagnia elettrica malgascia Jirama.

    Il progetto di Sahofika, località situata sul fiume Onive, 100 km a sud-est della capitale Antananarivo, prevede la progettazione, la costruzione e la messa in funzione di una centrale idroelettrica da 205 MW, la costruzione di una linea di trasmissione di 110 km verso il sito e la costruzione delle strutture del campo oltre a 112 km di strade di accesso. [MV]

  • Sudafrica Free

    Governatore Banca centrale: pochi spazi per ridurre i...

    SUDAFRICA - Quest’anno la Banca centrale sudafricana ha ridotto il tasso di pronti contro termine di 275 punti base per fornire sollievo ai consumatori e alle imprese indebitate. Ma la Banca centrale sta lentamente esaurendo lo spazio per abbassare ulteriormente i tassi di interesse in risposta alla crisi generata dalla pandemia di cvid-19. Ad affermarlo è stato il governatore Lesetja Kganyago intervenendo a un webinar sull’impatto della pandemia sul Sudafrica. “Ci sono 68 banche centrali nel mondo che hanno adeguato il tasso ufficiale. Siamo tra quelli che si sono adattati in modo più aggressivo. In parte perché avevamo lo spazio per farlo” ha detto il governatore specificando però che gli spazi per ulteriori ribassi si fanno più difficili.  Il taglio dei tassi ha alleviato un po’ la situazione per i consumatori, ma gli effetti non sono ancora stati avvertiti sull’economia, che è ancora in fase di blocco, ha aggiunto Kganyago. [MS]
  • eSwatini Free

    Anche eSwatini riduce il tasso di interesse

    ESWATINI - Dopo la decisione del Sudafrica la settimana scorsa, anche la Banca centrale di eSwatini ha ridotto di 50 punti base il suo tasso d’interesse di riferimento.

    A darne notizia sono i media economici internazionali, precisando che il tasso d’interesse in eSwatini è stato così ridotto al 4%.

    Si tratta della quarta riduzione consecutiva dallo scorso 1° marzo, quando il tasso di interesse era fissato al 6,5%.

    Secondo quel che viene reso noto, la decisione è stata presa in risposta all’impatto della pandemia di covid-19 sulle prospettive della crescita economica, quest’anno prevista in calo del 6,16% nello scenario più pessimistico elaborato dalla Banca centrale.

    In eSwatini le decisioni sui tassi d’interesse sono quasi sempre allineate a quelle del vicino Sudafrica, alla luce dell’ancoraggio della sua valuta locale (lilangeni) al rand sudafricano. [MV]

  • Zambia Free

    Accordo con Power China per tre centrali solari

    ZAMBIA – Tre centrali solari saranno realizzate in Zambia, dove aggiungeranno 600 megawatt alla capacità energetica nazionale. Il progetto è frutto di un accordo da 548 milioni di dollari tra la Zesco, la compagnia elettrica nazionale, e la compagnia cinese Power China. La scelta di nuove infrastrutture con fonti di energia rinnovabili è in linea con la politica di diversificazione del mix energetico promossa dal governo zambiano. A marzo,  la Zesco aveva reso noto che il deficit di forniture energetica in Zambia era cresciuto di quasi il 20% rispetto a settembre. Un deficit che ammonta a 810 megawatt e che obbliga la Zesco a far affidamento sulle importazioni di energia a breve termine attraverso la rete di interconnessione regionale della South African Power Pool (SAPP), che riunisce tutti i Paesi membri della Comunità di sviluppo dell’Africa meridionale (SADC). [CC]