Sierra Leone

A Bolloré l’incarico di costruire nuovo molo a Freetown

SIERRA LEONE – Il Parlamento sierra-leonense ha ratificato un accordo che incarica la sussidiaria locale del gruppo francese Bolloré di costruire un nuovo molo presso il porto marittimo situato nell’area di Water Quay.

(163 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Niger Free

    Verso rafforzamento esercito, previsto raddoppio...

    NIGER - L’esercito nigerino sarà rafforzato con l’obiettivo di raddoppiare gli uomini ora a disposizione entro cinque anni. A dirlo è stato il ministro della Difesa nazionale, Issoufou Katembe, davanti al parlamento.  Secondo le dichiarazioni rese dal ministro, gli effettivi passeranno dagli attuali 25 mila a 50 mila. In occasione dell’adozione di una nuova legge di regolamentazione delle forze armate, Katembe ha riportato il pensiero dell’attuale capo di Stato Mahamadou Issoufou.   Affinché questo impegno diventi realtà, si stanno già compiendo dei passi, ha riferito il ministro della Difesa. Tra questi l’aumento dei centri di addestramento militare nelle otto regioni del Paese per formare al meglio le nuove reclute, l’aumento del numero dei supervisori militari e la creazione di scuole di addestramento per ufficiali e sottufficiali.  Altre importanti innovazioni saranno prese in considerazione nello sviluppo della carriera dei militari, tra cui l’età per andare in pensione che passerà da 47 a 52 anni. [MS]
  • Costa Avorio Free

    Nuovo stabilimento di trasformazione del cacao a Du...

    COSTA D’AVORIO - Fino a 72.000 tonnellate di cacao trasformate, 400 nuovi posti di lavoro e circa un migliaio di impieghi indiretti: questo l’obiettivo da raggiungere per l’unità di trasformazione di cacao che la società Promont SA ha avviato negli ultimi giorni a Duékoué, capoluogo della regione di Guemon, nella parte occidentale della Costa d’Avorio. “Realizzeremo il condizionamento, l’esportazione e la trasformazione delle favi di cacao, migliorando le condizioni di vita e di lavoro nel settore agricolo nazionale”, ha dichiarato il Ceo di Promont, Johaness Hesselmans, aprendo le porte dello stabilimento alle autorità amministrative ed economiche della regione, nuovo passaggio obbligatorio nel paese nella produzione di cacao, che il governo del presidente Alassane Ouattara intende trasformare al 100% entro il 2025. La Costa d’Avorio è il primo produttore mondiale di favi di cacao, con una produzione media di 1,2 milioni di tonnellate ogni anno, ossia il 41% dell’offerta mondiale. La filiera del cacao partecipa al 10% al Prodotto interno lordo del paese. [CN]
  • Ghana Free

    Il Goldman Environment Prize all’attivista che imped...

    GHANA – L’attivista ghanese Chibeze Ezekiel è uno dei vincitori del prestigioso premio internazionale dedicato ai difensori dell’ambiente,  il Goldman Environment Prize, che sarà consegnato proprio oggi nel corso di una cerimonia virtuale. Chibeze Ezekiel è il vincitore dell’edizione 2020 per l’Africa, assieme a cinque altri difensori internazionali premiati per il proprio impegno in Europa, in Asia, in America del Nord, America centrale e meridionale e negli Stati insulari o isole. L’attivismo di Ezekiel ha costretto il governo di Accra a bloccare il progetto di costruzione di una centrale a carbone da 700 megawatt e di un porto dedicato all’importazione del carbone che sarebbe stato necessario per il funzionamento. L’impianto sarebbe stato il primo del genere nella nazione africana. Chibeze Ezekiel è il coordinatore dell’iniziativa “350 Ghana Reducing our Carbon (G-ROC)” che fa parte del movimento internazionale 350.org «La crisi dei cambiamenti climatica ci spinge a interrogarci sulle cause principali dell’impennata del surriscaldamento, come ad esempio sull’uso delle fonti d’energia fossili. Persone come Chibeze, che organizzano campagne locali di sensibilizzazione per individuare soluzioni a lungo termine, sono i nostri veri leader per il clima», ha commentato May Boeve, la direttrice di 350.org  [CC]
  • Costa Avorio Free

    Cotone, attesa produzione record ma dubbi sulle vendite

    COSTA D’AVORIO – I produttori ivoriani di cotone prevedono una stagione record, con un raccolto che potrebbe raggiungere le 520.000 tonnellate, pari al 6% in più rispetto alla stagione passata. Le previsioni provengono dall’Associazione professionale delle società cotoniere (Aprocot-CI), allorché è iniziato il periodo di raccolto. Il prezzo di vendita rimane invariato rispetto alo scorso anno, ovvero 300 franchi Cfa (0,54 dollari) al chilo. Resta da capire se i produttori riusciranno a vendere la produzione. La crisi dovuta alla pandemia di covid-19 ha frenato le attività d’esportazione della fibra. [CC]
  • Senegal Free

    La Cooperazione tedesca si attiva in Casamance

    SENEGAL - Non meno di 840 ettari di terreni arabili saranno recuperati grazie alla costruzione di una barriera antisale di 10 chilometri, frutto di una partnership in Casamance tra il governo del Senegal e la Cooperazione tedesca. “Con la Cooperazione tedesca, abbiamo anche realizzato 130 chilometri di strade rurali”, ha dichiarato El Hadji Malick Gaye, direttore generale dell’Agenzia di esecuzione dei Lavori di pubblica utilità contro la sotto-occupazione (Agetip), a margine di un sopralluogo a Ziguinchor, “dove tanti altri progetti stradali sono previsti con la creazione connessa di migliaia di posti di lavoro”, in questa regione del Senegal, quasi completamente divisa dal paese dalla presenza del Gambia. Gaye ha inoltre aggiunto che “tutte le infrastrutture saranno realizzate attraverso i servizi ad alta intensità di manodopera”, che, secondo l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (Ilo), ricorrono a un uso ottimale della manodopera per ridurre al massimo la povertà, considerando al contempo con attenzione le questioni di costo e di qualità. [CN]
  • Nigeria Free

    Aperte buste per costruire nuovo aeroporto nel sud-est

    NIGERIA - Sono tre le aziende che hanno presentato offerte conformi ai requisiti richiesti per partecipare al bando di gara per la costruzione di un nuovo aeroporto internazionalea Obudu, nello stato meridionale di Cross River.

    A renderlo noto è stato il portavoce del governo regionale di Cross River, Christian Ita, senza tuttavia specificare il nome delle tre aziende.

    In base a quel che viene riportato dai media locali, erano sei le aziende che hanno partecipato alla gara: Sumec Nig Ltd, CG Engineering, CIBA Nig Ltd, Wokor Services, A&K Construction e Poa Adit Nig Ltd.

    Il bando per la costruzione di un aeroporto internazionale a Obudu, nella parte settentrionale dello stato di Cross River, era stato lanciato a inizio anno con l'apertura delle buste prevista per lo scorso marzo, ma la gara era stata poi rinviata a causa della pandemia di covid-19.

    Secondo quel che viene riportato, il progetto prevede la costruzione di uno scalo internazionale per passegeri e un terminal per le merci. [MV]