Algeria

Annunciato dispositivo sostegno a piccole e medie imprese

ALGERIA – Il governo di Algeri ha annunciato il prossimo lancio di un nuovo sistema di finanziamento degli investimenti produttivi volto a favorire la creazione di piccole e medie imprese in Algeria.

(136 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Nord

  • Egitto Free

    Più investimenti diretti esteri verso l’Egitto

    EGITTO - L’Egitto è salito al quarto posto nella speciale classifica dei paesi africani che ricevono più investimenti diretti esteri (ide) redatta dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul Commercio e lo Sviluppo (UNCTAD).

    E' quel che emerge dal World Investment Report 2017 di UNCTAD, da cui si osserva che il dato in realtà è in controtendenza rispetto al declino del flusso di investimenti del 3% (59 miliardi di dollari) verso il continente africano nel complesso, a cui fanno eccezione di Angola, Egitto, Nigeria, Ghana ed Etiopia.

    Grandi investimenti hanno anzi alzato la percentuale di investimenti diretti solo nel Nord Africa dell’11% con 14,5 miliardi di dollari e solo 17 % con 8,1 miliardi è diretto all’Egitto, grazie principalmente alla scoperta di nuovi giacimenti di gas da parte di Shell nel Deserto Occidentale che hanno attirato gli investimenti nel paese nel settore degli idrocarburi.

    Insieme alle rendite del Canale di Suez gli ide costituiscono per l’Egitto una delle risorse primarie dell’economia del paese, specie dal novembre 2016 con il nuovo piano di sviluppo economico che ha determinato l’indebolimento della moneta locale proprio al fine di attirare investimenti esteri e nell’ultimo quadrimestre del 2016 il paese è riuscito ad aumentare gli ide di 3.981 milioni di dollari. [KT]
  • CamerunTunisia Free

    Missione di operatori economici tunisini a Yaoundé

    CAMERUN/TUNISIA – Una quarantina di operatori economici tunisini si recheranno in Camerun a fine mese per una missione d’affari tesa a reperire opportunità d’investimenti e di relazioni commerciali.

    La missione degli operatori economici tunisini è pianificata a margine della riunione del comitato di monitoraggio della 10° edizione della Commissione mista Tunisia-Camerun, in programma dal 28 al 29 giugno nella capitale del Camerun, Yaoundé. Per l’occasione, sarà anche organizzato un business forum.

    I soggetti tunisini che visiteranno il Camerun in cerca di partnership operano in vari settori: agro-industria, energie rinnovabili, Ict, industria, ingegneria, energia, acqua, costruzioni, turismo, industria farmaceutica. Nel 2016 una missione di una trentina di uomini d’affari aveva già visitato Yaoundé e Douala per valutare opportunità di partnership. [CC]
  • Egitto Free

    Presentati emendamenti a nuova legge sugli investimenti

    EGITTO - Il ministro egiziano degli Investimenti, Sahar Nasr, ha presentato al consiglio dei ministri una serie di emendamenti alla nuova legge sugli investimenti, approvata dal Parlamento il mese scorso.

    Lo si apprende dai media locali, che specificano come gli emendamenti prendono in considerazione le osservazioni e i suggerimenti giunti da 15 diversi altri ministeri e istituzioni governative, in particolare riguardo regolamenti e norme per la concessione di incentivi agli investitori.

    Se approvati dal consiglio dei ministri, gli emendamenti saranno poi presentati al Parlamento prima di poter essere integrati nel provvedimento legislativo.

    In base ai dati resi noti da Sahar Nasr, nei primi quattro mesi del 2017 l'Egitto ha ricevuto investimenti diretti esteri per un valore pari a 6,8 miliardi di dollari: l'obiettivo è superare nel corso del prossimo anno fiscale che comincia a luglio i 10 miliardi di dollari. [MV]
  • Algeria Free

    Italia si conferma primo partner commerciale dell...

    ALGERIA - Durante i primi cinque mesi dell'anno 2017 l'Italia ha confermato la sua posizione di primo partner commerciale dell'Algeria con un valore totale dell'interscambio pari a poco meno di quattro miliardi di dollari.

    A segnalarlo è l'Ufficio di Algeri dell'Agenzia ICE, specificando che nel periodo compreso tra gennaio e maggio di quest'anno i primi cinque clienti dell'Algeria sono stati nell'ordine: l'Italia con 2,6 miliardi di dollari di esportazioni (16,6% del totale delle esportazioni algerine durante questo periodo) seguita da Spagna con 1,85 miliardi di dollari (11,81%), Francia con 1,83 miliardi di dollari (11,7%), Stati Uniti con 1,49 miliardi di dollari (9,50%) e Paesi Bassi con 1,01 miliardi di dollari (6,43%).

    La Cina rimane nello stesso periodo il primo fornitore dell'Algeria con 3,92 miliardi di dollari di importazioni (circa il 20% del totale delle importazioni algerine), seguita da Francia con 1,67 miliardi di dollari (8,5%), Italia con 1,38 miliardi di dollari (7,03%), Germania con 1,34 miliardi di dollari (6,8%) e Spagna con 1,23 miliardi di dollari (6,24%). [MV]
  • Marocco Free

    Prestito dall'AfDB per progetti idrici

    MAROCCO - Sono pari a poco più di 78 milioni di euro i fondi concessi dalla Banca africana di sviluppo (AfDB) al governo di Rabat per finanziare la seconda fase del progetto di sostegno al Programma nazionale per l'economia dell'acqua e dell'irrigazione (PAPNEEI 2).

    Ne danno notizia i media locali, specificando che l'intesa per la concessione del prestito è stata firmata nella capitale marocchina dal ministro delle Finanze, Mohamed Boussaid, e dalla direttrice aggiunta dell'AfDB per l'Africa settentrionale, Yacine Diama Fal.

    Obiettivo del progetto è assicurare il sostegno finanziario al programma di riforme previsto dal piano Marocco Verde, mettendo inoltre a disposizione del governo marocchino l'assistenza tecnica per lo sviluppo di infrastrutture per l'irrigazione e la promozione dell'imprenditoria femminile nel settore agricolo.

    Tra gli interventi previsti nell'ambito della seconda fase del PAPNEEI tra il 2017 e il 2021 figurano la realizzazione di sistemi per l'irrigazione per una superficie complessiva di 26.000 ettari nelle regioni di Loukkos e Doukkala. [MV]
  • Egitto Free

    Progetti infrastrutturali al vaglio della Banca...

    EGITTO - La Banca asiatica per gli investimenti nelle infrastrutture (AIIB) ha preso in esame la richiesta da parte egiziana di investire in una serie di progetti infrastrutturali, comprese le energie rinnovabili. A riferire la notizia è stato Amr El-Garthy, ministro delle Finanze egiziano.

    I progetti sono stati presentati nel corso dell’ultima riunione dell’AIIB tenuta in Corea del Sud. In quell’occasione El-Garthy, che fa anche parte del board dei governatori di AIIB, ha sottolineato il ruolo della banca nel finanziamento delle infrastrutture dei Paesi membri. Lo stesso ha tenuto degli incontri riservati con diversi rappresentanti dell’AIIB.

    Per i prossimi cinque anni AIIB ha già destinato circa 15 miliardi di dollari per i Paesi i cui opera; una percentuale di questa somma è stata già assegnata all’Egitto. [MS]