Togo

Il Parlamento adotta leggi su società dell’informazione e commercio elettronico

TOGO – Il Parlamento di Lomé ha adottato per la prima volta un quadro giuridico sulle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Tic/Ict). I legislatori hanno infatti votato due leggi importanti in materia: la legge d’orientamento sulla società dell’informazione (Losito) e la legge sulle transazioni elettroniche.

(264 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • MaliSenegal Free

    Fondi dal Kuwait per progetti di sviluppo...

    MALI / SENEGAL - Il Fondo del Kuwait per lo sviluppo economico arabo (KFAED) ha siglato due distinti accordi di prestito con i governi del Mali e del Senegal per finanziare di sviluppo infrastrutturale nei due Paesi dell’Africa occidentale.

    Ne danno notizia i media kuwaitiani, specificando che l’intesa con il governo del Mali prevede la concessione di un prestito di 32 milioni di dollari per un progetto idrico a Bamako.

    In particolare, il progetto consiste nell’espansione della rete d’acquedotti nella capitale maliana e la costruzione di un impianto per il trattamento dell’acqua.

    In Senegal, invece, il KFAED ha firmato un accordo per un prestito pari a 40,8 milioni di dollari che saranno utilizzati per costruire una nuova autostrada lunga 105 chilometri. [MV]
  • Ghana Free

    “Planting for jobs and investments”, il nuovo...

    GHANA - Si chiama “Planting for Jobs and Investments”, letteralmente ‘seminare per il lavoro e per gli investimenti, il programma che il governo di Accra intende lanciare entro la fine dell’anno per potenziare l’agricoltura commerciale. Nel concreto, l’iniziativa si concentra su sei filiere – anacardi, mango, olio di palma, karitè, agrumi e cocco – per le quali si intende sviluppare un sistema decentralizzato, nel quale le assemblee locali avranno un ruolo maggiore nel sostegno allo sviluppo. Del nuovo programma ha parlato il deputato Augustine Collins Ntim, incaricato dello sviluppo rurale e dell’agricoltura, durante la Giornata mondiale dell’alimentazione organizzata dalle Nazioni Unite. Per la sua attuazione saranno coinvolti vari ministeri locali, ai quali saranno forniti strumenti per poter sostenere tra 10.000 e 20.000 agricoltori. Le assemblee locali dovranno coinvolgere giovani attraverso piccole formazioni in agronomia, al fine di aiutare gli agricoltori nelle varie fasi. Altri due programmi nazionali che hanno a che fare con l’agricoltura sono stati lanciati quest’anno, ovvero il “Planting for Food and Jobs” e il “One District-One Warehouse”. Il governo centrale e i governi locali stanno partecipando economicamente all’iniziativa, che gode anche del sostegno dell’Agenzia tedesca per lo sviluppo e di un aiuto dal Canada. [CC]
  • Nigeria Free

    Rafforzata presenza militare nello Stato di Plateau

    NIGERIA. - L’aeronautica militare della Nigeria sta dispiegando aerei da caccia nello Stato di Plateau per bloccare l’ultima ondata di violenza verificatasi nella zona di Bassa, attribuite a miliziani di etnia fulani. Lunedì scorso almeno 29 civili, tra cui molte donne e bambini, rifugiati in una scuola elementare sono stati brutalmente uccisi da un gruppo di uomini armati che hanno preso d’assalto l’edificio.

    Un attacco ricollegato alla precedente uccisione di sei allevatori di bestiame e alla distruzione di decine di case incendiate in un altro episodio di violenza.

    Il presidente Muhammadu Buhari ha promesso di “porre fine ad atti di pura follia”. Da decenni lo Stato di Plateau, a cominciare dal capoluogo Jos, è teatro di violenze cicliche tra milizie appartenenti a comunità rivali in lotta per le risorse agricole e di pastorizia. [InfoAfrica / AGI]
  • Africa Occidentale Free

    Infrastrutture, sicurezza e riforme, obiettivi dell...

    A OCCIDENTALE - La creazione di infrastrutture e le riforme istituzionali saranno le priorità della Comunità economica dell’Africa Occidentale (Cedeao/Ecowas) nei prossimi tre anni: lo ha detto Marcel de Souza, il presidente della Commissione dell’Ecowas, facendo una presentazione degli obiettivi fino al 2020, presso la sede dell’istituzione ad Abidjan.

    Secondo de Souza, verranno costruiti gli assi stradali Abidjan-Lagos e Abidjan-Dakar, definiti dal responsabile « l’anello debole » dell’integrazione regionale. La costruzione di ponti e strade sarà anche per l’Ecowas una priorità nella scelta dei progetti.

    Per quanto riguarda la riforma istituzionale, l’economista beninese si è impegnato a rendere la commissione dell’istituzione più efficiente, riducendo le spese di funzionamento e dando più risorse ai progetti che hanno un impatto sulla vita reale dei cittadini.

    Un altro progetto dell’Ecowas per i prossimi tre anni è il potenziamento della sicurezza per far fronte alla minaccia terroristica. De Souza ha fatto riferimento alla brigata G5 Sahel per lottare contro i terroristi che operano nella regione. [CC]
  • Africa Occidentale Free

    Investimenti dalla Commonwealth Development Corporation...

    A OCCIDENTALE - La Costa d’Avorio e il Senegal saranno due dei Paesi chiave della nuova strategia africana di investimenti della Commonwealth Development Corporation (Cdc), l’istituzione finanziaria di sviluppo del Regno Unito.

    Sono infatti in visita in Africa occidentale in questi giorni alcuni responsabili dell’organizzazione finanziaria che ha annunciato più di 4 miliardi di dollari di investimenti diretti e indiretti in Africa.

    Costa d’Avorio e Senegal saranno particolarmente presi di mira dal programma di investimenti , in quanto sono tra le economie più dinamiche del continente e della regione Africa Occidentale.

    “Intravediamo delle grandi opportunità nella regione. La Cdc ha investito nell’area anche quando ciò era considerato rischioso. Sfrutteremo questo viaggio per costruire nuove relazioni e concludere accordi in modo più innovativo ed efficace sostenendo la crescita delle imprese locali”, ha detto Mark Pay, direttore del dipartimento per gli Investimenti privati in seno all’istituzione.

    La Commonwealth Development Corporation ha l’intenzione di portare la parte dei suoi investimenti in Africa francofona al 20% dei suoi investimenti totali in Africa. [CC ]
  • Senegal Free

    Un ministero e un aeroporto per spingere settore...

    SENEGAL - Appena concluso il TTG di Rimini - principale evento fieristico italiano dedicato al turismo - il Senegal, presente con una folta delegazione guidata in prima persona dal nuovo Direttore Generale Mouhamadou Bamba Mbow, ha presentato le novità che si stanno verificando nel Paese.

    L’istituzione di un nuovo ministero del Turismo, a capo del quale, insediato da circa tre settimane, c’è Mame Mbaye Niang, è uno di questi tasselli su cui il Senegal intende promuovere il settore.

    Il nuovo aeroporto, con una capacità di oltre tre milioni di passeggeri, sarà definitivamente operativo a partire dal prossimo 7 dicembre e servirà da hub per tutta l’Africa occidentale. L’idea presentata a Rimini dalla delegazione senegalese è di un Senegal come meta turistica completa, forte della natura secolare e della cultura ancestrale, dei 700 chilometri di spiagge e delle foreste tropicali, dei parchi nazionali e di una folta fauna, dei siti Unesco, ma anche una nazione moderna, dotata di strutture di livello e di operatori turistici professionali.

    Un particolare interesse, viene rivolto al mercato italiano, terzo per ordine di importanza considerando anche il continente africano, ma secondo considerando i flussi europei con i suoi 55.000 arrivi turistici subito dopo la Francia.