Africa

AFDB (3): AEO 2018, i dati della crescita

AFRICA – Dopo i tiepidi tassi fatti registrare nel 2016, +2,2%, il Prodotto Interno Lordo (PIL) reale del continente è tornato a crescere nel 2017  ad un rispettabile 3,6%, mentre le previsioni indicano che nel 2018 e 2019 la crescita aumenterà ancora per attestarsi intorno al 4,1%.

(239 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa

  • Africa Free

    Nuovi servizi marittimi con Hapag-Lloyd

    AFRICA - Hapag-Lloyd sta espandendo i suoi servizi di linea marittima africani e offrirà il suo servizio Miax (Medio Oriente-India-Africa Express) a partire da ottobre 2019. La nuova linea comprenderà collegamenti diretti tra il Golfo arabo, l’India, Colombo (Sri Lanka), La Réunion, il Sudafrica e l’Africa occidentale. “Con Miax stiamo ampliando le nostre offerte di servizi per il mercato africano in crescita e integrando il continente ancora più strettamente nella nostra rete globale, siamo lieti di poter offrire ai nostri clienti connessioni dirette anche più veloci e più flessibili in futuro”, ha affermato Mark Wottke, Senior Director Trade Management Africa. Miax è integrato nella Global Mainline Network con i porti centrali di Jebel Ali (Dubai) e Colombo. Hapag-Lloyd gestirà Miax congiuntamente con Ocean Network Express. Un totale di 9 navi con una capacità di 2.800 TEU ciascuna, cinque delle quali saranno fornite da Hapag-Lloyd, saranno utilizzate per la nuova rotta.
  • Africa Free

    Presentazione a Roma della terza edizione di IABW

    AFRICA/ITALIA - Sarà presentata mercoledì prossimo 24 luglio alle ore 10.00, presso la sede di CNA NAzionale in piazza Armellini a Roma, la terza edizione dell’Italia Africa Business Week (IABW).

    Alla giornata prenderanno parte il presidente esecutivo di IABW Cleophas Adrien Dioma, la direttrice generale di IABW Mehret Tewolde, la vicepresidente nazionale di CNA con delega all’internazionalizzazione Roberta Datteri e il responsabile Ufficio promozione e mercato internazionale di CNA Antonio Franceschini. Saranno inoltre presenti ambasciatori e consiglieri diplomatici del corpo diplomatico Africano in Italia.

    Giunto alla sua terza edizione, IABW si terrà quest’anno a Milano presso il MiCo – Milano Convention Center, il 26 e 27 novembre 2019, in collaborazione con Assolombarda e l’Istituto italiano per gli studi di politica internazionale (ISPI).

    L’ambizione della terza edizione di IABW è portare nel capoluogo lombardo le eccellenze d’impresa italiane e africane superando i numeri del 2018, quando oltre 200 ospiti provenienti da 36 Paesi nel mondo si sono ritrovati a Roma con l’obiettivo di stabilire relazioni economiche e imprenditoriali.

    L’edizione di quest’anno avrà come focus centrale le tematiche della sostenibilità, dell’industria 4.0 e delle start-up innovative offrendo due giorni di incontri mirati e conferenze organizzare per creare partenariati produttivi ad alto valore d’impresa.

    Per maggiori informazioni informazioni è possibile visitare il sito www.iabw.eu.

  • Africa Free

    Chiude il RAFF 2019, in fila per il grande cinema...

    AFRICA - Almeno 5000 persone hanno preso parte alle proiezioni e agli eventi della quinta edizione del RomAfrica Film Festival (Raff) che si è concluso ieri alla Casa del Cinema a Villa Borghese con la proiezione del film keniano Rafiki. “Un successo di pubblico, ma anche una dimostrazione di come la qualità del cinema africano possa fare da apripista perché questi film non restino al ‘chiuso’ di festival e rassegne ma raggiungano il grande pubblico consentendo in questo modo di raccontare un continente dinamico e in grande trasformazione” sottolineano in coro i promotori della manifestazione che si è tenuta dall’11 al 14 luglio. Giornate che hanno visto grande partecipazione a partire dalla cerimonia di apertura che si era tenuta all’Accademia d’Egitto con la proiezione del film Hepta - Sette stadi d’amore, e un esordio musicale reso possibile dalla direttrice dell’Accademia, Gihane Zaki, e interpretato dagli artisti della Cairo Opera House e del Teatro San Carlo di Napoli. Una manifestazione condita di tavole rotonde - una organizzata dal Collettivo N e dedicata al ruolo che il cinema ha nel raccontare i cambiamenti della società, e una organizzata dal gruppo Bianco, Nero e a Colori dedicata alla multiculturalità femminile - e di momenti importanti come la consegna degli Italian Black Movie Awards, sabato 13 luglio, e del Premio Next Generations, il 14 luglio. Sono stati 15 (fra cui tre menzioni speciali) gli Italian Black Movie Awards - ideati dall’attrice Ira Fronten in collaborazione con lo stesso Raff, la Roma Lazio Film Commission, il gruppo Bianco, Nero e a Colori, Asdli e Acmid Donna Onlus - assegnati nel corso di una cerimonia che ha visto la presenza di tanti nomi del cinema italiano e internazionale:
    • il premio per la migliore musica è stato assegnato a Ismaila Mbaye, percussionista di origini senegalesi;
    • il premio per il miglior cast multietnico è andato a ‘La goccia e il mare’;
    • per il Cinema per il sociale è stato premiato il documentario ‘Redemption Song di Cristina Mantis;
    • Menzione speciale teatro a Federico Lima Roque per ‘Lampedusa Snow’, dramma teatrale scritto e diretto dalla regista palermitana Lina Prosa;
    • il premio per il Miglior documentario è stato consegnato a Kassim Yassin Saleh, regista originario di Gibuti che negli ultimi anni è stato una presenza costante al Raff, ma anche a Cannes, Venezia, Tangeri;
    • il premio Attrice Rivelazione Fiction è stato consegnato a Lorena Cesarini, attrice italo-senegalese, per la sua partecipazione a Suburra;
    • miglior attrice non protagonista è stata giudicata Juliet Esey Joseph, originaria della Nigeria, per la sua interpretazione in ‘Ammore e malavita’;
    • per il premio Rivelazione Cinema e Televisione, la giuria ha scelto Miguel Gobbo Diaz per la serie tv ‘Nero a metà’ dove ha recitato insieme a Claudio Amendola;
    • il premio come Miglior Attrice protagonista è andato alla italo-senegalese Aminata Ndiaye
    • quello come Miglior attore protagonista è stato invece assegnato, in collaborazione con la Sardegna Film Commission, a Kallil Kone per il film ‘Fiore Gemello’;
    • Fiore Gemello’, storia di due adolescenti in lotta per riconquistare l’adolescenza perduta ambientata in Sardegna, è stato anche premiato come miglior film;
    • il Premio per la migliore regia è andato al regista marocchino Hamid Basket che aveva il suo film ‘Le silence des papillons’ all’interno del programma del festival;
    • il premio alla carriera è andato invece a Iris Peynado che ha alle sue spalle interpretazioni in opere cult del cinema italiano come ‘Non ci resta che piangere’ e ‘Attila flagello di Dio’.
    • Due menzioni speciali sono state infine consegnate a Luciano Sovena Presidente della Roma Lazio Film Commission e ad Antonio Flamini, direttore artistico del Raff.
      Ma sabato è stata anche la giornata dedicata alla proiezione di una serie di corti selezionati dal Collettivo N e che ha visto la collaborazione di Paolo Masini, ideatore del progetto MigrArti, programma del Ministero dei Beni e delle Attività culturali che ha sostenuto diversi dei corti poi presentati al Raff. Una commissione scelta dal Collettivo N - realtà artistica, sociale e cinematografica impegnata affinché l’odierno mondo variegato venga rispecchiato nelle produzioni cinematografiche - ha giudicato nove opere di altrettanti registi: Wake Up, di Evaristus Ogbechie; La pace all’improvviso, di Tezeta Abraham; Indovina chi ti porto a cena, di Amin Nour; La festa più bellissima, di Hedi Krissane; Il mondiale in piazza, di Vito Palmieri; Jululu, di Michele Cinque; Yousef, di Mohamed Hossalmedin; il Legionario, di Hleb Papou; La Recita, di Guido Lombardi. La commissione del Collettivo N ha poi giudicato vincitore del premio Next Generations proprio ‘La Recita’ con il premio che è stato consegnato ieri a Guido Lombardi dalla presidente del Collettivo, Renata Di Leone. Al vincitore è anche andato un riconoscimento speciale messo a disposizione dalla Rai, Radio Televisione Italiana.   Il Raff è un progetto di Internationalia, Itale20, Le Réseau, Nina International ed è promosso da Eni; gode del Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, della Regione Lazio e del Comune di Roma - Assessorato alla Crescita Culturale; tra i media partner ci sono RAI - Radio Televisione Italiana, Africa e Affari e Africa Rivista. Gode inoltre del sostegno di Accademia d’Egitto, Roma Lazio Film Commission, Fondazione Cinema per Roma, Kanaga Adventure Tours, e aderisce al circuito festival Spazio Indie della Cna.
  • Africa Free

    Altri tre africani nell'Asian infrastructure investment...

    AFRICA - Altri tre Paesi africani entrano nel capitale della Banca asiatica d’investimenti per le infrastrutture (AIIB): il Rwanda, Gibuti ed il Benin hanno visto la loro richiesta d’adesione approvata dal consiglio d’amministrazione dell’istituto finanziario, che finanzia progetti d’infrastrutture attraverso prestiti sovrani. Il meeting annuale del Board dei governatori dell'AIIB si è tenuto nel cuore dell'Europa, in Lussemburgo.   Soltanto pochi giorni fa era stata la Guinea ad aderire all’AIIB, ottenendo l’avallo del Parlamento al contributo finanziari obbligatorio in quanto membro.   L’Asian Infrastructure Investment Bank, nata su iniziativa di Pechino, ha iniziato ad operare nel 2016 come alternative ai grandi istituti internazionali di finanziamento. Adesso sono 100 i suoi membri, tra cui dodici africani. L’Egitto e l’Etiopia contribuiscono al suo capitale con rispettivamente 650,5 milioni e 46 milioni di dollari. Marocco, Algeria, Ghana e Togo sono altri membri africani dell’AIIB. [CC]
  • Africa Free

    A Milano a novembre la terza edizione di IABW, Italia...

    AFRICA / ITALIA - Giunto alla sua terza edizione, l’Italia Africa Business Week (IABW) si svolge quest’anno il 26 e 27 novembre a Milano.

    “Non si tratta solo di affari, ma di spinta all’internazionalizzazione e alla cooperazione per mettere insieme vari attori italiani e africani”, ha affermato il presidente esecutivo di IABW, Cleophas Adrien Dioma, ricordando che l’evento si propone come forum economico multilingue e multilivello dove imprenditori africani ed italiani possono incontrarsi, conoscersi e comunicare.

    L’edizione di quest’anno avrà come focus centrale le tematiche della sostenibilità, dell’industria 4.0 e delle start-up innovative offrendo due giorni di incontri mirati e conferenze organizzare per creare partenariati produttivi ad alto valore d’impresa.

    Entro il 30 luglio è possibile iscrivere la propria partecipazione a Italia Africa Business Week 2019 e approfittare del 30% di sconto sul biglietto d'ingresso utilizzando il codice sconto PROMOPLATINUM nell'apposito box durante la procedura di iscrizione. Per maggiori informazioni informazioni è possibile visitare il sito www.iabw.eu.

  • Africa Free

    La Camera di commercio di Dubai lancia un portale...

    AFRICA – Si chiama “Africa Gateway” il nuovo portale online che la Camera di commercio e d’industria di Dubai ha creato per aiutare a rafforzare le relazioni commerciali con il continente africano.   Attraverso il link https://africagateway.dubaichamber.com/  gli investitori e le aziende in generale possono ottenere informazioni su una decina di Paesi africani ritenuti interessanti: Sudafrica, Angola, Costa d’Avorio, Etiopia, Ghana, Kenya, Mozambico, Nigeria, Uganda e Tanzania.   Sul sito della Dubai Chamber dedicato all’Africa si trovano notizie d’attualità, dati statistici, consigli e opportunità di incontri per fare affari sul continente africano.     Nella home page, Africa Gateway ricorda che nel 2018, 19 Paesi africani hanno fatto registrate un tasso di crescita del Pil del 5% ed oltre. [CC]