InfoafricaSudafrica

Ridotto il consumo d’acqua giornaliero, ma la crisi è tutt’altro che conclusa

SUDAFRICA – Il vice-sindaco di Città del Capo, Ian Neilson, ha comunicato che il consumo d’acqua giornaliero è sceso a 500 milioni di litri d’acqua grazie agli interventi straordinari messi in atto dal Comune e dallo sforzo dei residenti a ridurre il consumo.

(161 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Infoafrica

  • Infoafrica Free

    +++ Avviso per gli utenti +++

    Oggi 29 giugno la redazione di InfoAfrica osserverà un giorno di riposo per la festività dei Santi Pietro e Paolo, patroni della città di Roma. L’attività riprenderà regolarmente da domani giovedì 30 giugno.
  • Infoafrica Free

    Inaugurata in Costa d'Avorio biblioteca intitolata a...

    COSTA D'AVORIO - In uno dei quartieri più poveri di Grand Bassam, in Costa d’Avorio, è stata inaugurata in questi giorni una biblioteca intitolata al giornalista Raffaele Masto, scomparso nel marzo 2020. Centro culturale, luogo di discussione, di incontro, la biblioteca si trova al Carreofur Jeunesse gestito dalla Comunità Abele. Non a caso il motto del centro culturale è questo: “Ecouter – Respecter – Parler”. Prima ancora di “parlare”, ascoltare l’opinione altrui, rispettare, e poi raccontare il proprio punto di vista. La Costa d’Avorio è stata attraversata negli anni da scontri molto aspri tra raggruppamenti politici, spesso alimentati dalle appartenenze etniche, che hanno squassato il Paese fin dalle radici. Che un centro culturale abbia, come primo obiettivo, quello dell’ascolto è una novità perché può avvicinare le persone nel rispetto reciproco. [CC]
  • Infoafrica Free

    Al via linea aerea diretta con il Cairo

    GIBUTI – Ha preso il via la tratta aerea diretta tra il Cairo (Egitto) e Gibuti. Il ministro degli Affari islamici di Gibuti,  Awqaf Moamen Hassan Berri ha affermato che il lancio della nuova rotta di volo diretto tra i due Paesi è la prova dello slancio in corso nelle relazioni bilaterali dopo la visita del presidente Abdel-Fattah El-Sisi a Gibuti nel maggio 2021 e la visita del presidente del Gibuti al Cairo a febbraio. Da parte sua, l’ambasciatore egiziano Sherif Issa ha affermato che il lancio della nuova rotta di volo diretto aiuterà a far progredire la cooperazione bilaterale. Ha anche indicato i recenti progetti di cooperazione tra Egitto e Gibuti, tra cui un piano per stabilire una zona logistica nella zona franca di Gibuti, l’apertura di una nuova filiale della Banque Misr egiziana e la costruzione di un ospedale pediatrico e ginecologico egiziano. [EC]
  • Infoafrica Free

    Siglato accordo per sviluppare progetti per riduzione...

    GHANA - Il governo di Accra ha firmato un memorandum d'intesa con la Mercuria Energy Trading, uno delle maggiori società indipendenti integrate di energia e materie prime, per collaborare all'attuazione dell'articolo 6 sul mercato del carbonio dell'accordo di Parigi e sviluppare progetti volti a favorire la riduzione delle emissioni di gas serra in Ghana.

    A renderlo noto è stata la stessa Mercuria Energy Trading, precisando che attraverso l'intesa le parti puntano a sviluppare le capacità delle imprese locali per investire e attuare progetti di riduzione delle emissioni di gas serra nei seguenti settori: gestione alternativa dei rifiuti, idrocarburi, trasporti, energia sostenibile per gli usi domestici e casalinghi (cucina e riscaldamento), settore forestale (REDD+), conservazione delle aree costiere e delle acque marine, altri settori eventualmente da identificare.

    In base a quel che è stato reso noto, i programmi dovrebbero contribuire al raggiungimento del contributo determinato a livello nazionale (NDC) del Ghana all'accordo di Parigi, creare occupazione e facilitare il trasferimento di tecnologie rispettose del clima.

    Il protocollo, aprirà inoltre la strada all'Agenzia per la protezione ambientale (EPA) del Ghana per avviare un programma di sviluppo con le parti interessate nella nella catena del valore del mercato dei crediti del carbonio. [MV]

  • Infoafrica Free

    Emergenza umanitaria, Mogadiscio chiede aiuti...

    SOMALIA - Il governo di Mogadiscio ha lanciato un appello alla comunità internazionale affinché fornisca aiuti umanitari a 5,9 milioni di somali nell’anno in corso. Secondo quanto riporta il sito Garowe online, Khadija Mohamed Diriye, ministra degli Affari umanitari e della gestione dei disastri, ha denunciato la mancanza di finanziamenti umanitari, avvertendo che se non si interviene per affrontare questa emergenza, il costo potrebbe essere catastrofico. “Siamo estremamente preoccupati, 5,9 milioni di persone, quasi la metà della popolazione della Somalia, compresi bambini, donne e uomini, rischia di essere abbandonata a sé”, ha detto. La dichiarazione è arrivata dopo che la ministra ha convocato un incontro urgente con i ministeri degli Stati membri che compongono la federazione somala. Diriye ha affermato che la situazione umanitaria è stata aggravata da un doppio disastro climatico (siccità in alcune parti del paese e inondazioni in altre) e dall’impatto delle tensioni politiche, del covid-19 e della peggiore infestazione di locuste degli ultimi anni. Ha invitato la comunità internazionale e i donatori a garantire fondi aggiuntivi urgenti per sostenere la piena operatività del Piano di risposta umanitaria per la Somalia 2021.
  • Infoafrica Free

    Aperti gli stati generali dell’istruzione

    COSTA D'AVORIO - Il primo ministro ivoriano, Patrick Achi, ha inaugurato ad Abidjan gli stati generali dell’istruzione nazionale e dell’alfabetizzazione. Cerimonia tenutasi ieri alla presenza del vicedirettore generale dell’Unesco incaricato dell’istruzione Stefania Giannini. “Di fronte alle realtà che trasforma la nostra umanità a un ritmo vertiginoso, è imperativo prendersi una pausa per valutare i progressi compiuti e apportare le modifiche necessarie”, ha affermato Patrick Achi in un discorso. Secondo la stampa nazionale, lo Stato ivoriano nel 2019 ha destinato al settore dell’istruzione il 5% del Pil e il 18% del bilancio statale. Dal 2011, il governo ivoriano ha costruito 36.665 classi primarie e secondarie, ha reclutato 76.430 insegnanti e in più ha assunto 4.800 persone che si sono dedicate alla supervisione affinché ogni bambino abbia diritto all’istruzione. Il vicedirettore generale dell’Unesco, Stefania Giannini, si è detta “molto felice” di prendere parte a questo incontro, definendolo un “momento decisivo volto a mettere l’istruzione al centro dell’agenda politica per ripensare l’educazione ivoriana”.