Zimbabwe

“Buy Zimbabwe Summit”, atteso il capo dello Stato

ZIMBABWE – Verrà inaugurato dal presidente della Repubblica Emmerson Mnangagwa il “Buy Zimbabwe Summit” in programma domani e dopodomani a Gweru, presso il Village Lodge.

(134 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Angola Free

    Avvicendamento alla guida del ministero dei Trasporti

    ANGOLA – Cambia volto la guida del ministero dei Trasporti, dopo che Augusto Tomás, amico del presidente Joao Lourenço, sia stato dimesso dall’incarico da parte del capo dello Stato. Al suo posto è stato nominato Ricardo de Abreu.     Non è ben chiaro se la rimozione di Tomás sia il preludio ad un'altra nomina più importante, oppure una sanzione dopo le polemiche sorte attorno alla possibile costituzione di una joint-venture pubblico privata per lanciare una nuova compagnia aerea, la Air Connection Express, per garantire voli domestici. Notizia bloccata dal presidente Lourenço, che ha dal canto suo affermato che la joint-venture non si farà.   Secondo alcuni commentatori, la figura di Tomás, per i suoi forti legami col presidente, poteva oscurare la campagna di lotta alla corruzione e di buon governo avviata dal presidente Lourenço.     Oltre al neo ministro dei Trasporti, il capo dello Stato ha nominato i giudici consiglieri della Corte dei Conti, ora presieduto da Exalgina Gambôa. [CC]
  • TanzaniaZambia Free

    Necessari maggiori finanziamenti per ferrovia tra...

    TANZANIA / ZAMBIA - L’Autorità responsabile della ferrovia tra Tanzania e Zambia (TAZARA) ha lanciato un appello agli Stati membri per la concessione di maggiori fondi al fine di migliorare le operazioni e le condizioni della linea. A segnalarlo sono i media locali, citando il vice-direttore esecutivo di TAZARA, Bentram Kiswaga, secondo il quale gli investimenti addizionali contribuiranno notevolmente a migliorare le prestazioni della ferrovia. In particolare, secondo Kiswaga la ferrovia dovrebbe procurarsi 20 nuove locomotive per aumentare la capacità di trasporto. Attualmente, la ferrovia ha solo sette locomotive funzionanti utilizzate per il trasporto di passeggeri e merci. In base ai dati resi noti, negli ultimi tre anni, il volume delle merci trasportate attraverso la TAZARA è aumentato da 88.000 a 208.000 tonnellate mentre i tempi di transito da Dar es Salaam in Tanzania fino a Kapiri Mposhi in Zambia (distanti circa 1860 chilometri) sono diminuiti da 20/30 a 5/7 giorni. Nonostante i progressi positivi, Kiswaga ha sottolineato la necessità di realizzare nuovi investimenti sulla linea ferroviaria che può diventare profittevole soltanto se riesce a trasportare almeno 600.000 tonnellate di merci all’anno. [MV]
  • Zambia Free

    Misure d’austerità per contenere il debito pubblico

    ZAMBIA – Tempi più austeri si annunciano in Zambia con i nuovi provvedimenti annunciati dal ministero delle Finanze per ridurre il debito pubblico, che ammonta a circa 10 miliardi di dollari. Guidato da Margaret Mwanakatwe, il ministero delle Finanze si appresta a sospendere operazioni in corso sui finanziamenti, sospendere i progetti che non hanno raggiunto l’80% di realizzazione, vietare alle aziende pubbliche l’emissione di lettere di credito e di garanzie. Dal presidente della Repubblica Edgar Lungu, è stata annunciata la riduzione delle spese di funzionamento dell’esecutivo, tra cui il taglio alle spese di viaggio dei rappresentanti dello Stato all’estero. Oltre alla questione del debito, continua a perdere valore sui mercati internazionali la moneta locale, il kwacha,  che si scambia ad oltre 10 per un dollaro USD. Trattative sono in corso con il Fondo monetario Internazionale per un prestito da 1,3 miliardi di dollari, ma le scarse performance mettono in dubbio la conclusione positiva del negoziato. L’annuncio delle misure di austerità è stato motivo di critiche da parte dell’opposizione politica, in particolare del partito liberale UPND (United Party for National Development) che accusa la maggioranza del presidente Lungu di fallimento e sprechi. [CC]
  • Zambia Free

    Enel sigla accordo di finanziamento per impianto solare...

    ZAMBIA - Il gruppo energetico italiano Enel ha firmato insieme alla Società per lo sviluppo industriale (IDC) dello Zambia un accordo di finanziamento del valore di circa 34 milioni di dollari per la costruzione dell’impianto solare fotovoltaico di Ngonye con capacità produttiva di 34 MW. A renderlo noto è stata Enel Green Power, divisione del gruppo italiano per le energie rinnovabili, specificando che il finanziamento comprende prestiti per 10 milioni di dollari da parte della Società finanziaria internazionale (IFC) del gruppo della Banca Mondiale, 12 milioni di dollari da parte del programma congiunto Canada-IFC sui cambiamenti climatici e 11,75 milioni dalla Banca europea per gli investimenti (BEI). “Finalmente - ha detto a InfoAfrica il responsabile di Enel Green Power, Antonio Cammisecra - abbiamo firmato il finanziamento con IFC e BEI, perché non è banale armare un pacchetto finanziario con logiche di bancabilità internazionale in un Paese comunque difficile come lo Zambia e in un contesto come quello africano che dà delle difficoltà aggiuntive rispetto ai normali progetti”. Ngonye, il primo impianto di Enel nello Zambia, si trova nella nella Zona economica multi-funzionale di Lusaka South nel sud del Paese e fa parte del programma Scaling Solar, che nel giugno 2016 ha assegnato a Enel il diritto di sviluppare, finanziare, costruire, possedere e gestire l’impianto. In base a quel che viene reso noto, Enel investirà un totale di circa 40 milioni di dollari nella costruzione della struttura, che dovrebbe produrre circa 70 GWh l'anno, aiutando il Paese a stabilizzare la fornitura di energia e a diversificare il proprio mix di generazione energetica. “Adesso in realtà comincia il vero lavoro - ha aggiunto parlando con InfoAfrica Antonio Cammisecra - perché dobbiamo aprire il cantiere e il mese prossimo cominceremo la costruzione fisica dell’impianto: questo è solo il primo passo. Lo Zambia è un Paese che ci interessa molto e adesso speriamo di poter continuare a investire in capacità rinnovabile, solare, eolica e idroelettrica”. [MV]
  • Mozambico Free

    Agenzia per lo sviluppo francese interviene nella...

    MOZAMBICO – La Electricidade de Moçambique-EDM, compagnia statale di trasporto e distribuzione di elettricità, sarà beneficiaria di un sostegno dell’Agenzia francese per lo sviluppo (Agence française de développement, AFD). Lo si apprende da Radio Moçambique. Secondo l’emittente, il progetto si inserisce nel progetto di modernizzazione e di riabilitazione de centri di formazione della EDM a Maputo e a Chimoio. L’accordo è stato firmato a Maputo dalla rappresentante dell’ADF e l’amministratrice esecutiva dell’EDM, Fátima Artur. Avrà una durata di quattro anno e consentirà la riduzione dei costi della formazione in seno all’azienza, grazie ad un’offerta di corsi e all’installazione di laboratori moderni. [CC]
  • Sudafrica Free

    Opportunità di collaborazione nel settore dei...

    SUDAFRICA - Si tiene oggi a Milano l'evento  intitolato "Opportunities in the Advanced Materials Sector on South Africa: Cross-sectoral Technology" organizzato da Confindustria Assafrica & Mediterraneo con il Consolato del Sudafrica a Milano e lo Studio Legale Pavia e Ansaldo. L'incontro, nel corso del quale verranno esposte ed approfondite le opportunità di collaborazione nel settore dei Materiali Compositi, si terrà a partire dalle ore 10.30 presso lo Studio Legale Pavia e Ansaldo (via del Lauro 7) e prevede una sessione di incontri B2B tra le aziende italiane partecipanti e i relatori. E' possibile inoltre richiedere un incontro B2B in video conferenza con Mr. Andy Radford del Mandela Bay Cluster per definire eventuali partenariati industriali e commerciali con le aziende sudafricane presenti nel cluster. Il Dipartimento del Ministero del Commercio e dell'Industria del Sudafrica sta infatti supportando il Mandela Bay Composites Cluster per sviluppare il Settore dei Materiali Compositi. [Fonte: Assafrica]