Tunisia

Si prepara il SIAT 2018, Salone Internazionale dell’Investimento Agricolo e della Tecnologia 

TUNISIA – L’Agenzia tunisina di Promozione dell’Investimento Agricolo–APIA organizza dal 10 al 13 ottobre il Salone Internazionale dell’Investimento Agricolo e della Tecnologia “SIAT 2018”, che si svolgerà presso il Parco delle Esposizioni del Kram di Tunisi.

Il SIAT 2018 rappresenta una vetrina delle tecnologie nei settori dell’agricoltura, agroalimentare e pesca. E’ inoltre un’occasione per consolidare le relazioni commerciali e di partenariato a livello internazionale: a questa edizione si prevede infatti la partecipazione di circa 300 espositori provenienti da 30 paesi.

Tra le manifestazioni previste in occasione di SIAT 2018 anche una giornata dedicata al partenariato tra promotori tunisini e partner (in particolare italiani), per incentivare la creazione di progetti misti.
Ulteriori info ai seguenti indirizzi:
www.siat.tn
www.apia.com.tn

[Fonte: Assafrica]

© Riproduzione riservata

Ultimi articoli della sezione Africa Nord

  • Egitto Free

    Cna Federmoda al Cairo per Destination Africa

    EGITTO - Ancora una missione in Africa per CNA Federmoda, in questa occasione al Cairo per Destination Africa, manifestazione giunta alla terza edizione e che vede momenti di networking e una conferenza che pone al centro della discussione il tema della sostenibilità. La manifestazione registra tra i partecipanti imprese provenienti da Algeria, Egitto, Etiopia,  Marocco,  Nigeria, Tunisia e Sudafrica mentre il fronte dei visitatori oltre ad una nutrita presenza europea tra cui Italia, Germania, Spagna, Svizzera e Russia vede anche presenze da Stati Uniti e Canada. "Con la presenza a Destination Africa intendiamo allargare la rete di relazioni che CNA Federmoda ha ormai costruito da anni in Africa - ha detto Antonio Franceschini, responsabile nazionale di CNA Federmoda - da tempo abbiamo registrato nel continente africano una grande effervescenza e sono ormai decine le manifestazioni dedicate al settore che intendono portare nel contesto internazionale un sistema non solo di fornitori ma con un ruolo da protagonista. Inoltre le realtà africane del settore vogliono sempre più partecipare al confronto sui temi che insistono sulle filiere e sulle catene del valore e il fatto che la conferenza in programma quest'anno ponga al centro della discussione il tema della sostenibilità lo evidenzia ulteriormente".
  • AlgeriaNiger Free

    Governo conferma scoperta di petrolio da parte di...

    NIGER / ALGERIA – Annunciata nel febbraio scorso dalla compagnia algerina Sonatrach, la scoperta di un nuovo giacimento di petrolio a Kafra, nel Nord del Niger, è stata confermata nel fine settimana dal Consiglio del ministri del governo di Niamey. Ubicato al confine tra il Niger e l’Algeria, il nuovo bacino offre potenzialità commerciali e il suo sfruttamento è oggetto di in contratto di condivisione della produzione, firmato già nel 2015, dalle autorità nigerine e dal colosso algerino degli idrocarburi. Una nuovo addendum al contratto prevede di stabilire con precisione una stima delle riserve e la quantità aggiuntiva necessaria per passare alla fase dello sfruttamento commerciale, che i protagonisti del progetto auspicano di avviare al più presto. Sonatrach ha esplorato per diversi anni in Niger dove, dal 2005, ha ottenuto un permesso di ricerca attraverso la sua filiale internazionale  SIPEX, attiva sul blocco di Kafra. Si stima che il Niger possa attualmente produrre tra 60.000 e 80.000 al giorno, ma a causa della mancanza di mercati per l'esportazione di oro nero, la produzione è limitata a 20.000 barili al giorno, che corrisponde alla capacità di raffinazione del Niger. l'unica raffineria del paese, SORAZ, il 40% di proprietà dello stato e il 60% della cinese CNPC. Da diversi anni, il paese spera di ottenere i fondi necessari alla costruzione di un oleodotto che si agganci a quello già esistente che collega il Ciad al Camerun; questa infrastruttura potrebbe consentirgli di aumentare la sua produzione lorda. Sebbene siano stati firmati tutti gli accordi necessari, la costruzione del oleodotto rimane bloccata a causa del contesto di sicurezza prevalente nella zona di confine con il Ciad, ma anche con il Camerun. Ciò non ha però impedito al governo nigerino di consegnare negli ultimi anni, molti altri permessi di ricerca ad altri operatori petroliferi.[CC]
  • Egitto Free

    Consorzio francese presenta offerta per estensione...

    EGITTO - Un consorzio francese guidato dal gruppo Vinci ha presentato ufficialmente la propria offerta per costruire l’estensione della linea 3 della metropolitana del Cairo. A segnalarlo sono i media locali, ricordando che il progetto rientra nella terza parte della Fase 4 del progetto di estensione della metropolitana ed è destinato a collegare l'area di Heliopolis all'aeroporto internazionale del Cairo. In base a quel che viene reso noto, i lavori per la costruzione della nuova tratta lunga 6,65 chilometri avranno un costo stimato pari a circa 300 milioni di euro, finanziati da un prestito francese. Obiettivo dell’Autorità nazionale per i tunnel (NAT), secondo il responsabile del suo dipartimento della pianificazione Tarek Abu El Wafa, è riuscire a completare il progetto entro tre anni, anziché cinque come originariamente previsto. Secondo quel che riportano i media che ne danno notizia, una decisione definitiva sull’offerta presentata dal consorzio guidato da Vinci verrà presa entro la fine dell’anno. [MV]
  • Tunisia Free

    Salone del mobile a Tunisi tra fine gennaio e inizio...

    TUNISIA - Saranno almeno 200 le aziende che esporranno i loro prodotti al Salone del mobile di Tunisi, che avrà luogo nella capitale tunisina tra il 25 gennaio e il 3 febbraio prossimi. Considerato tra le più importanti manifestazioni espositive del Paese, all’edizione di quest’anno è attesa la partecipazione di più di 100.000 visitatori. In base a quel che viene reso noto dagli organizzatori, l’evento intende proporre al pubblico tunisino prodotti di alta qualità e di tendenza nel settore del mobilio e dell’arredamento d’interni. Per ottenere maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione è possibile consultare il sito internet www.salondumeuble.com.tn.
  • Marocco Free

    IV edizione del Vertice Umanitario Panafricano a Rabat

    MAROCCO – Si svolge oggi e domani presso il Palazzo dei congressi di Bouregreg-Rabat, il IV “Vertice umanitario panafricano”, che ha come tema “L’Africa, la mia casa”. Sono attesi 150 partecipanti provenienti da 40 Paesi per riflessioni su temi alla base della visione strategica degli Obiettivi per lo sviluppo sostenibile 2030 delle Nazioni Unite e dell’Agenda 2063 dell’Unione Africana. Questi temi comprendono il fenomeno migratorio, la parità di genere, la partecipazione delle donne e dei giovani allo sviluppo e alla pace, l’educazione, l’occupazione e i cambiamenti climatici. Durante il vertice – scrivono gli organizzatori – si parlerà anche di identità culturale africana e del suo contributo alle trasformazioni socio-economiche in Africa, del ruolo della diplomazia civile e di cittadinanza nella promozione delle relazioni fra popoli, dei partenariati economici, e degli scambi culturali sia bilaterali che regionali. Accanto ai dibattiti e alle riflessioni sarà allestita una mostra di quadri di due artisti locali, Naima Acherkouk ed Aziz El Tounsi. Attraverso il challenge “Azione 30”, i giovani potranno far sentire la propria voce su progetti che ritengono utili per lo sviluppo. Infine, si terrà, come ad ogni edizione, una premiazione a personalità africane che hanno contribuito allo sviluppo dell’Africa in diversi ambiti. L’evento è organizzato dal Centro internazionale della Diplomazia-Marocco insieme al Centro panafricano per la leadership e lo sviluppo dell’imprenditoria, all’Agenzia marocchina per la cooperazione internazionale e alla Fondazione Konrad Adenauer-Stiftung. [CC]
  • Egitto Free

    Annunciato forum piccola e media impresa

    EGITTO - Il ministro del Commercio e dell’industria egiziano, Amr Nassar, ha annunciato che il suo Paese ospiterà nel giugno del 2019 un forum internazionale specialmente dedicato alle piccole e medie imprese. Secondo il ministro al forum parteciperanno imprese di 52 Paesi. Per l’Egitto, così come per altri Paesi del Nord Africa, lo sviluppo delle piccole e medie imprese è di strategica importanza e risponde all’esigenza di creare occupazione e allo stesso tempo sviluppo economico condiviso. Un’importanza strategica che, sulla base di dichiarazioni del capo dello Stato Abdel-Fattah al-Sisi potrebbe portare a un’esenzione fiscale di cinque anni per quelle piccole e medie imprese che decideranno di registrarsi e uscire fuori dall’informalità. [MS]