Rwanda

Economia continua a crescere a ritmo sostenuto

RWANDA – L’economia ruandese ha registrato nel secondo trimestre di quest’anno una crescita del 6,7%, dopo il 10,6% del primo trimestre.

(143 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Orientale

  • Rwanda Free

    A luglio il piano nazionale per la gestione del...

    RWANDA - Dovrebbe essere pubblicato il prossimo luglio un piano nazionale di gestione del territorio e dell'habitat, che è in corso di revisione dall’ottobre 2018. A riferirlo è stato il presidente del comitato permanente senatoriale per lo sviluppo economico e le finanze, Jacqueline Muhongayire, presentando un rapporto. L’obiettivo del piano è quello di organizzare e regolamentare gli insediamenti umani e l’utilizzo del territorio entro il 2050. Il governo, anche in considerazione di una superficie nazionale ridotta se rapportata alla popolazione attuale e a quella prevista nel 2050, intende per quell’anno avere l’80% della popolazione concentrato in moderni villaggi rurali. Con una popolazione stimata di 12 milioni di persone, il Rwanda è uno dei paesi più densamente popolati, che richiedono insediamenti adeguatamente pianificati per decongestionare alcune aree. [MS]
  • Etiopia Free

    Hyundai in joint-venture con l'ex campione olimpionico...

    ETIOPIA - Un altro gigante globale delle automobili, la Hyundai, ha aperto uno stabilimento di assemblaggio in Etiopia. L'impianto è frutto di una joint venture tra la casa automobilistica sudcoreana e l’ex atleta etiope Haile Gebreselassie, proprietario del marchio Marathon Motors. L’amministratore delegato della Hyundai Motor Company, Won Hee Lee, ha partecipato alla cerimonia inaugurale, così come Gebreselassie e alti funzionari governativi, incluso il ministro degli Esteri, Workneh Ghebeyehu. Il costo dell’impianto di assemblaggio di veicoli a motore Hyundai Marathon è stimato in mezzo miliardo di birr. Il progetto darà lavoro a circa 200 persone all'inizio e i lavoratori dovrebbero arrivare fino a un migliaio quando di andrà a pieno regime. La capacità di assemblaggio sarà di 5000 veicoli all’anno. [MS]
  • Rwanda Free

    Economia attesa in crescita del 7,8% nel 2019

    RWANDA - La Banca centrale del Rwanda ha diffuso le proiezioni dell’economia nazionale per il 2019, stimando per quest’anno un tasso di crescita del 7,8%. A renderlo noto è stato il governatore della Banca centrale ruandese, John Rwangombwa, confermando in questo modo le stime già diffuse in precedenza dal Fondo monetario internazionale (FMI) e dalla Banca africana di sviluppo. "La crescita economica del Rwanda è rimasta elevata nel 2018 e dovrebbe rimanere robusta anche nel 2019. L’economia dovrebbe crescere del 7,8% quest'anno, in considerazione del basso tasso d’inflazione e delle moderate pressioni sul cambio valutario”, ha detto Rwangombwa presentando la dichiarazione di politica monetario e stabilità finanziaria della Banca. Secondo i dati resi noti, l’economia del Rwanda ha registrato nei primi tre trimestri dello scorso anno una crescita acquisita dell’8,3%, rispetto al 4,6% registrato nello stesso periodo dell’anno precedente, grazie soprattutto alle prestazioni del settore finanziario, il cui valore è cresciuto di tre volte rispetto a otto anni fa. La robusta crescita economica nel 2018, ha dichiarato Rwangombwa, è il risultato di buone prestazioni nel settore agricolo, nel settore dei servizi e nel settore industriale. [MV]
  • Tanzania Free

    Obiettivo elettrificazione di tutti i villaggi entro il...

    TANZANIA - Il governo tanzaniano ha espresso la volontà di collegare alla rete elettrica nazionale tutti i villaggi del Paese entro il 2021. A dirlo è stato il ministro dell’Energia tanzaniano, Medard Kalemani, nel corso di un’ispezione nel distretto nord-occidentale di Geita sull’avanzamento dei lavori di un progetto di elettrificazione rurale. In base a quel che ha dichiarato Kalemani, a portare avanti il progetto è l’Agenzia per l’elettrificazione rurale (REA), giunta alla sua terza fase. Il programma si propone di collegare altre 2,5 milioni di abitazioni nelle aree rurali alla rete elettrica nazionale entro i prossimi cinque anni. [MV]
  • Tanzania Free

    Al via progetto diga Rufiji-Stiegler's Gorge

    TANZANIA – E’ ufficialmente iniziato il progetto di realizzazione della diga idroelettrica sul fiume Rufiji, un centinaio di chilometri a sud di Dar es Salaam, all’interno della riserva naturale di Selous. Il governo tanzaniano ha consegnato agli assegnatari del progetto l’area in cui verrà realizzato l’impianto del progetto anche noto come Stiegler's Gorge. Via libera, quindi, agli operatori Arab Contractors Company ed Elsewedy Electric Company per i lavori preparatori e la costruzione della diga e del suo serbatoio lungo 100 km, per un’area totale di 1350 km quadrati. Una volta in azione, l’impianto dovrebbe triplicare la capacità energetica dell’intero Paese. Il progetto è sin dal suo concepimento al centro di polemiche perché ubicato all’interno di una riserva naturale, la Selous Game Reserve, in cui vivono diverse specie di animali tra cui giraffe, elefanti e i rinoceronti neri. Gli attivisti per la protezione della natura, tra cui il WWF, hanno criticato il progetto, temendo che possa cambiare l’ecosistema e avere conseguenze nefaste per la fauna e la flora della riserva. Si teme inoltre un incremento sostanzioso del costo dell’opera rispetto alle previsioni iniziali che erano già di 3 miliardi di dollari. [CC]
  • Africa Orientale Free

    Berlino rinnova sostegno ad EAC per sanità,...

    A ORIENTALE – La Comunità dell’Africa Orientale (EAC) e la Germania hanno firmato ad Arusha, in Tanzania, un accordo per un sostegno da parte della potenza europea all’organizzazione regionale africana. L’accordo, firmato presso la sede dell’EAC dal segretario generale Libérat Mfumukeko  e dall’ambasciatore tedesco Detlef Wächter, prevede un appoggio del valore di 31,5 milioni di euro per interventi nei settori della sanità, dell’integrazione economica regionale e dell’istruzione. L’impegno tedesco comprende 13 milioni di euro per il proseguimento del programma di cooperazione finanziaria congiunta per la “Rete regionale di laboratori di riferimento per le malattie trasmissibili” e 3 milioni per il programma di preparazione tecnica  per la preparazione ad una pandemia nella regione EAC. Altri 9,5 milioni vanno al sostegno al processo di integrazione per aiutare la crescita del commercio intra-regionale grazie alla creazione di valore nei settori produttivi, un migliore accesso al mercato, al miglioramento delle procedure doganali e all’armonizzazione delle norme. Un altro milione di euro va ad un programma per il controllo qualità dei prodotti. Infine, 5,5 milioni sono impegnati nel programma di borse di studio per studenti in master originari dell’Africa orientale. “Abbiamo bisogno di una giovane generazione qualificata, per concretizzare la nostra visione dell’EAC” ha commentato l’ambasciatore tedesco presso l’EAC. Sin dalla creazione della comunità regionale 20 anni fa, la Germania ha cooperato un valore di 308 milioni di euro. [CC]