Mozambico

Autorità Tributaria annuncia condono fiscale per aziende

MOZAMBICO – Un condono fiscale per le aziende è stato annunciato ieri dalle autorità mozambicane, anche se al momento non se ne conoscono i dettagli.

(193 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Mozambico Free

    Cereali, investimenti per aumentare capacità molitoria

    MOZAMBICO - La Silos e Terminal Graneleiro da Matola (Stema), nella provincia mozambicana di Maputo, intende investire 14 milioni di dollari per riabilitare le proprie attrezzature e aumentare la capacità di movimentazione dei cereali. "Per raggiungere questo obiettivo, ricorreremo alle banche e ai nostri partner", ha dichiarato il presidente della Stema, Arlindo Chilundo, in una conferenza stampa tenuta nei giorni scorsi, poco dopo una visita alla sede dell'azienda da parte della Commissione per il Piano e il Bilancio del Parlamento mozambicano. “In questo momento stiamo gestendo 27 silos con una capacità totale di 45.000 tonnellate" ha detto Chilundo aggiungendo che la Stema ha ancora spazio sufficiente per soddisfare la domanda di importazione di cereali per tutte le aziende molitorie del Mozambico meridionale.  Il presidente della Commissione parlamentare, Antonio Niquice, ha esortato Stema a modernizzare le sue strutture per rispondere alle sfide della logistica del mercato del grano e a garantire che il suo piano aziendale risponda alle esigenze regionali anche alla luce delle sfide globali imposte dal conflitto in Ucraina. [MS]
  • Mozambico Free

    Obbligo etichette prodotti alimentari in portoghese

    MOZAMBICO - L'Ispettorato nazionale delle attività economiche (Inae) ha annunciato l'introduzione dell'obbligo, a partire dal prossimo mese di luglio, di apporre etichette in lingua portoghese su tutti i prodotti aimentari commercializzati in Mozambico.

    A precisarlo è stata l'ispettrice generale dell'Inae, Rita Freitas, intervenendo durante un seminario di formazione sul sistema giuridico dell'etichettatura sugli imballaggi dei prodotti alimentari.

    "Quest'anno è l'ultimo in cui il governo concederà una tolleranza fino a luglio, affinché i commercianti etichettino i prodotti alimentari in portoghese", ha detto Freitas aggiungendo che tutte le merci collocate sugli scaffali dei negozi in Mozambico devono essere identificate nella lingua ufficiale del paese e non potranno più essere etichettate solo in lingue straniere.

    Il provvedimento mira a tutelare i diritti dei consumatori, per garantire loro di sapere esattamente quale prodotto stanno acquistando e le sue caratteristiche.

    Secondo le informazioni rese note, le merci in vendita non identificate in portoghese sarebbero state rimosse dal mercato. Il Mozambico importa la maggior parte dei prodotti consumati nel paese dal vicino Sudafrica, una nazione di lingua inglese. [MV]

  • Angola Free

    Luanda aderisce a iniziativa su trasparenza industria...

    ANGOLA - L'Angola ha aderito ufficialmente all’Iniziativa internazionale per la trasparenza delle industrie estrattive (EITI), l'organismo che promuove uno standard di riferimento per la trasparenza nella gestione delle risorse naturali.

    Ad annunciarlo è stato il presidente angolano João Lourenço, parlando all'apertura dell'ottava edizione dell'African Oil and Gas Congress and Exhibition, che si svolge a Luanda.

    Nel suo intervento, il capo dello Stato ha precisato che è già stato istituito un Comitato di coordinamento nazionale per finalizzare l'adesione. 

    "L'Esecutivo angolano ha deciso di aderire all'Extractive Industry Transparency Initiative, avendo costituito il Comitato di coordinamento nazionale quale organo collegiale che mira a promuovere il buon governo e di conseguenza migliorare la trasparenza nella gestione dei ricavi delle risorse minerarie, in generale, e del petrolio in particolare", ha detto. 

    João Lourenço ha inoltre sottolineato che il Paese "ha avviato nel 2018 una serie di riforme nel settore petrolifero per migliorarne la governance, la trasparenza ed eliminare possibili conflitti di interesse". 

    Queste riforme, secondo il Presidente, sono culminate nella creazione dell'Agenzia nazionale per il petrolio, il gas e i biocarburanti (ANPG), nell'"istituzionalizzazione dell'Instituto Regulador dos Derivados de Petróleo (IRDP), come organismo di regolamentazione per il medio e segmenti a valle, nonché la ristrutturazione di Sonangol per il suo riposizionamento e focalizzazione sulla catena del valore del petrolio e del gas naturale". [MV]

  • Zimbabwe Free

    Ridotti dazi su importazione prodotti di base

    ZIMBABWE - Il governo di Harare ha abbassato le tariffe doganali sull'importazione dei beni di prima necessità per far fronte all'impennata dei prezzi che sta seriamente erodendo i redditi delle famiglie.

    A segnalarlo sono i media locali citando il ministro delle Finanze e dello sviluppo economico, Mthuli Ncube, secondo il quale l'aumento dei beni di prima necessità è legato alla guerra russo-ucraina in corso, che ha influito sul regolare flusso delle merci.

    "Per garantire ulteriormente che i cittadini abbiano accesso a beni di prima necessità a prezzi accessibili, di fronte ai recenti sostanziali aumenti dei prezzi nei negozi, il governo apre alle importazioni di beni di prima necessità da parte dei cittadini attraverso l'abbassamento delle tariffe all'importazione e altre misure di accompagnamento", si legge in una nota firmata da Ncube.

    "Questo è con effetto immediato. Coloro che hanno fondi gratuiti possono, con effetto immediato, utilizzare questi fondi e altre risorse per importare beni di prima necessità", prosegue il comunicato stampa.

    In base alle informazioni a disposizione, il governo ha anche offerto incentivi agli agricoltori in modo che forniscano grano all'unico fornitore di grano del paese, il Grain Marketing Board (GMB).

    "Nel tentativo di incentivare gli agricoltori e incoraggiare le consegne anticipate di mais e altri cereali al Grain Marketing Board - ha aggiunto Ncube - il governo ha deciso di pagare ai coltivatori di mais il 30% dell'importo dovuto sul grano consegnato in dollari USA e il 70% in dollari dello Zimbabwe". [MV]

  • Sudafrica Free

    Costruzioni, Balwin cresce a doppia cifra

    SUDAFRICA - Dopo aver consegnato quasi 3mila appartamenti, sviluppatore di immobili residenziali, i ricavi di Balwin Properties hanno superato i 3 miliardi di Rand per la prima volta nei 26 anni di storia dell'azienda. Il fatturato dell'azienda è cresciuto del 16% a 3,1 miliardi di Rand nell'anno finanziario terminato il 28 febbraio da 2,7 miliardi di Rand nel 2021. "Sfondare per la prima volta la barriera dei ricavi dei 3 miliardi di Rand è un enorme risultato di cui siamo molto orgogliosi. Quando ho avviato questa attività 26 anni fa con uno sviluppo di 50 appartamenti, non avrei mai immaginato che avremmo raggiunto questo traguardo", ha detto il Ceo di Balwin, Steve Brookes. La strategia di Balwin è quella di sviluppare complessi residenziali su larga scala in nodi ad alta densità che attraggono lavoratori della classe media e ad alto reddito. L'azienda sta attualmente sviluppando circa 3.000 appartamenti all'anno e le sue proprietà sono più "centri di stile di vita" rispetto ai tradizionali condomini, che offrono spa, ristoranti e palestre. Balwin ha consegnato agli acquirenti il ​​16% in più di appartamenti rispetto a un anno prima. Il gruppo ha venduto in media 337 appartamenti al mese. [MS]
  • Namibia Free

    Cominciata ultima fase strada da Windhoek a aeroporto

    NAMIBIA - Sono iniziati i lavori della seconda fase del progetto di ammodernamento della strada tra la capitale della Namibia Windhoek e l’Aeroporto Internazionale Hosea Kutako. La seconda fase del progetto è finanziata con circa 60 milioni di euro messi a disposizione dal governo cinese. L'appaltatore è Zhong Mei Engineering Group, una società di proprietà cinese registrata in Namibia, mentre il consulente è VKE Namibia Consulting Engineers, sotto la supervisione dell'Autorità stradale. Intervenendo alla cerimonia di posa della prima pietra per la nuova fase del progetto, il ministro dei Lavori e dei Trasporti John Mutorwa ha dichiarato che i lavori riguarderanno la costruzione della terza e ultima sezione della strada a doppia carreggiata per un totale di circa 21 chilometri. Il completamento dei lavori è previsto per settembre 2024. [MS]