NigeriaSão Tomé e Príncipe

Accordo con Total per produzione petrolifera in zona sfruttamento congiunto

NIGERIA / SAO TOME – I governi di Abuja e Sao Tomé & Principe hanno firmato un accordo con la francese Total sulla produzione di idrocarburi nella zona di sviluppo congiunta condivisa tra Nigeria e Sao Tomé.

(163 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Occidentale

  • Nigeria Free

    Sul tavolo approvazione progetto ferroviario Ibadan...

    NIGERIA - Il ministro dei Trasporti, Rotimi Amaechi, ha riferito che la proposta per la costruzione della ferrovia a scartamento normale Ibadan-Kano, il cui costo stimato è di circa 8 miliardi di dollari, è stata presentata al Consiglio esecutivo federale. Amaechi, che ha detto di essere favorevole all’approvazione rapida del progetto, ha aggiunto che la linea a doppio scartamento dovrebbe passare attraverso Osun, Ekiti, Kwara, Ondo, Niger, Kaduna e Kano. Parlando nel corso di una ispezione ai lavori in corso tra Abeokuta a Ibadan, il ministro ha anche detto che il governo sta negoziando con la China Exim Bank un prestito di 6 miliardi di dollari per la costruzione. [MS]
  • Ghana Free

    Intesa per promuovere meccanizzazione agricola

    GHANA - Il governo di Accra ha definito una serie di accordi con la Export-Import Bank indiana sulle modalità di finanziamento per migliorare i servizi di meccanizzazione agricola nelle comunità rurali del Ghana. A darne notizia sono i media locali, precisando che gli accordi sono stati firmati in occasione di una visita a New Delhi di una delegazione del governo ghanese guidata dal vice-presidente Mahamadu Bawumia. In base a quel che viene reso noto, gli accordi prevedono l’apertura da parte della ExIm Bank indiana di una linea di credito del valore di 150 milioni di dollari. Il progetto consiste nella fornitura di attrezzature e della formazione per i vari Centri rurali per i servizi di meccanizzazione agricola (AMSEC) diffusi nel Paese. [MV]
  • Burkina Faso Free

    Cinque militari uccisi da ordigni artigianali e un...

    BURKINA FASO – L’esplosione di mine antiuomo artigianali è costata la vita a cinque agenti delle forze di sicurezza nell’Est del Burkina Faso, nel fine settimana appena trascorso. Secondo fonti di sicurezza, un ordigno è esploso domenica nella zona di Kompienga al passaggio di un veicolo del CGA, raggruppamento centrale degli eserciti, facendo tre morti e un ferito. Alla vigilia, un altro veicolo era saltato in aria su una mina, uccidendo un gendarme e un militare. Quest’ultimo convoglio era impegnato in un’operazione di rastrellamento dell’area iniziata ai primi di marzo, alla ricerca di presunti terroristi e dei loro nascondigli. Alla morte dei militari si aggiunge il rapimento di un civile, un sacerdote, rapito domenica mattina nel Nord del Paese, vicino al confine col Mali. Pare Joël Yougbaré, un burkinabè, è scomparso nell’area di Djibo, a circa 200 km a Nord dalla capitale Ouagadougou. Nella zona vige lo stato d’emergenza. Si stima che gli attacchi in Burkina Faso dal 2015, principalmente attribuite a gruppi jihadisti, hanno fatto 300 morti. Lo scorso 15 febbraio un prete spagnolo salesiano e quattro agenti delle dogane erano stati assassinati nell’Est, a Nohao. [CC]
  • Senegal Free

    Senegal: discussioni su nuova legge per protezione dei...

    SENEGAL - Il segretario generale del ministero del Commercio, dei consumatori, del settore informale e delle pmi, Makhtar Lakh, ha annunciato che è in corso la stesura di un progetto di legge sulla protezione dei consumatori. Oltre agli obiettivi di trasparenza del mercato, efficienza del controllo e competitività dei prodotti, questo progetto, ha detto lo stesso Lakh, mira anche a “inquadrare le operazioni commerciali, in particolare quelle relative all’ordine postale, alla garanzia, al servizio post-vendita e alla pubblicità comparativa”. Lakh ha parlato quest'anno alla celebrazione della Giornata internazionale dei consumatori sul tema: "Connected products of trust". I nuovi provvedimenti, quando saranno approvati, consentiranno il diritto di ricorso in caso di danno subito e porteranno alla creazione di un osservatorio nazionale e una ricostituzione del Consiglio nazionale dei consumi. [MS]
  • Mauritania Free

    Verso le presidenziali, ministro della Difesa lascia l...

    MAURITANIA - Il ministro della Difesa, Mohamed Ould Ghazouani, ha lasciato il governo mauritano per prepararsi all’elezione presidenziale del prossimo giugno, alla quale è candidato per il partito di maggioranza, l’Unione per la Repubblica (Upr). Mohamed Ould Cheikh Mohamed Ahmed – Ould Ghazouani – è stato sostituito alla Difesa dall’ex primo ministro Yahya Ould Hademine, consigliere alla Presidenza. Altri tre ministeri sono stati toccati da un rimpasto: i Trasporti, l’Educazione nazionale e la gestione dell’Acqua. I partiti d’opposizione Raggruppamento per la democrazia e l’Unità (Rdu) nonché Adil hanno annunciato un sostegno nei confronti del candidato della maggioranza. Il resto dell’opposizione non è riuscita a trovare un accordo per un candidato unico. Circa 75 piccoli partiti, tra cui l’Rdu, sono stati sciolti perché non abbastanza rappresentativi dell’elettorato, con meno dell’1% delle preferenze alle ultime due elezioni municipali. Restano in scena circa 28 partiti politici. [CC]
  • Mali Free

    Grave attacco contro base militare nel Centro del Paese

    MALI – E’ un duro colpo per l’esercito maliano l’attacco subito ieri in una base militare a Dioura, nel centro del Paese: ben 21 soldati sono rimasti uccisi, altri sono feriti, altri ancora risultano scomparsi. In un comunicato, le Forze armate accusano un disertore, l’ex colonnello Ba Ag Moussa, anche chiamato Bamoussa Diarra, di aver condotto questa operazione “terroristica”. Il disertore è accusato di essersi alleato dal 2012 alle milizie vicine al jihadista Iyad Ag Ghali del Gruppo di sostegno all’islam e ai musulmani. Secondo la ricostituzione dei fatti narrata da Rfi, decine di uomini a bordo di motociclette hanno preso d’assalto la base ieri all’alba. Solo dopo ore di combattimento e l’arrivo di rinforzi via terra e aria i combattimenti sono cessati. Bamoussa Diarra è considerato l’autore di diversi attacchi nel Nord del Mali, che conosce bene per avervi servito per l’esercito prima di cambiare schieramento. E’ anche sospettato di essere il responsabile di attacchi vicini al confine con la Mauritania. L’attacco di domenica è considerato il più grave mai subito nel centro del Paese, e accade mentre le operazioni anti terrorismo ufficialmente si stanno intensificando. [CC]