BotswanaZimbabwe

Memorandum per promuovere progetto ferrovia regionale

BOTSWANA / ZIMBABWE – I governi di Gaborone e Harare hanno firmato un memorandum d’intesa per promuovere la costruzione di una linea ferroviaria che colleghi tra loro Zimbabwe, Botswana e Mozambico.

(220 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Zambia Free

    Debito estero alle stelle

    ZAMBIA - L’economia zambiana è in grave difficoltà. Paese ricco di rame, ha visto negli ultimi mesi un impennata del debito estero che, quest’anno, si attesterà sui 12 miliardi di dollari, circa l’80% del Pil. Non è un caso che, proprio questa settimana, l’agenzia di rating Standard & Poor’s ha dichiarato Lusaka “inadempiente”, dopo che il governo non è riuscito a saldare un pagamento di interessi. A settembre, lo stesso governo aveva chiesto di differire, fino all’aprile del prossimo anno, i pagamenti degli interessi su tre eurobond commerciali del valore di tre miliardi di dollari. Il pagamento del debito è diventato più difficile poiché la valuta nazionale, il kwacha, ha subito una svalutazione del 30% rispetto al dollaro negli ultimi nove mesi. Sull’inadempienza ha giocato anche il crollo della domanda di rame, con il conseguente crollo dei prezzi globali. Ciò ha avuto effetti a catena per l’industria mineraria zambiana che è la principale fonte di esportazione del Paese. Il Fondo monetario internazionale prevede che quest’anno l’economia dello Zambia si contrarrà del 4,8%. Per ora, sono i cittadini comuni a sopportare maggiormente il peso dell’indebolimento del kwacha, che ha spinto l’inflazione al 16%. [EC]
  • Angola Free

    Fine della doppia imposizione con il Portogallo

    ANGOLA - L’Angola e il Portogallo hanno deciso di sopprimere la doppia imposizione in materia di imposte sul reddito. Il provvedimento, pubblicato nel Giornale della Repubblica, mire a contrastare l’evasione fiscale, la frode, e a favorire gli investimenti reciproci fra i due Paesi.   Sono inclusi nella misura le imposte sui redditi dei beni mobiliari, immobiliari, sul reddito da lavoro e sul valore aggiunto.   Nel gennaio scorso, il consiglio dei ministri aveva approvato un accordo sulla promozione e la protezione reciproca degli investimenti, con l’obiettivo di stimolare operazioni di scambi bilaterali. Simili accordi sono stati firmati con altri 10 Paesi, tra cui l’Italia. Tali accordi bilaterali permettono di dimostrare agli investitori internazionali l’esistenza di un meccanismo legale di garanzia degli investimenti. [CC]
  • Sudafrica Free

    Total annuncia scoperta di condensato di gas

    SUDAFRICA – Una «significativa» scoperta di condensato di gas nel corso dell’esplorazione di un blocco del bacino offshore di Outeniquanè stata annunciata dalla compagnia francese Total.   Il condensato è stato rinvenuto attraverso un pozzo a 3.400 metri di profondità. La Total ha espresso grande soddisfazione per la scoperta, che dovrà essere analizzata e valutata insieme ai partner della major francese, in particolare la Qatar Petroleum.   Il pozzo si trova nel blocco 11B/12B, nell’area di Luiperd, a 175 a largo dalle coste sudafricane.   Nel febbraio del 2019, Total e i suoi partner avevano scoperto potenziali riserve di 1 miliardo di barili nel blocco 11B/12B, classificando l’area di classe mondiale.   La Total è l’azionista principale, con il 45% delle quote del progetto. Qatar Petroleum segue col 25%, CNR International col 20% e il consorzio sudafricano Main Street con il 10%. [CC]
  • Angola Free

    A Hitachi ABB Power Grids incarico per progetto...

    ANGOLA - Viene descritto come il maggiore progetto di sviluppo fotovoltaico in Africa sub-sahariana l’incarico assegnato in Angola a un consorzio guidato dalla multinazionale energetica Hitachi ABB Power Grids.

    Ad annunciarlo è stata la stessa multinazionale con sede in Svizzera, precisando che il progetto è stato assegnato dal gruppo angolano MCA per conto del ministero dell’Energia e dell’acqua di Luanda e consiste in un contratto EPC per un progetto da collegare alla rete elettrica nazionale e rifornire con energia affidabile e pulita la popolazione angolana.

    Il progetto sarà sviluppato da un consorzio composto dalla società statunitense Sun Africa LLC e dall’angolana MCA.

    “Questo è uno dei progetti fotovoltaici più grandi e significativi mai realizzati”, ha detto Niklas Persson, amministratore delegato della business unit Grid Integration di Hitachi ABB Power Grids.

    In base alle informazioni disponibili, il progetto prevede la realizzazione di un impianto con capacità di 370 megawatt finanziato congiuntamente dall’Agenzia svedese per i crediti all’esportazione SEK e dall’istituto olandese ING Bank con 560 milioni di euro. [MV]

  • Sudafrica Free

    Webinar su opportunità in Sudafrica e strumenti per...

    SUDAFRICA - Venerdì 30 ottobre l’Ambasciata d’Italia a Pretoria organizza, in collaborazione con SACE, SIMEST, Agenzia ICE e Camera di commercio italo-sudafricana, un webinar dal titolo “Internazionalizzazione ed export come motori della ripartenza: le opportunità in Sud Africa e gli strumenti di SACE e SIMEST”.

    A comunicarlo è stata la stessa Ambasciata italiana, precisando che l’evento online si propone di fornire alle imprese italiane interessate maggiori informazioni sul Sudafrica e sulla presenza del Sistema Italia nel Paese, nonché di presentare gli strumenti messi a disposizione da SACE e SIMEST con un focus specifico sul Paese e sulla regione.

    Il webinar si terrà venerdì 30 ottobre, dalle ore 10.00 alle 11.30. Informazioni sul programma e sulle modalità di registrazione per partecipare sono disponibili qui.

  • Mozambico Free

    Inizia la costruzione della centrale solare di Metoro

    MOZAMBICO – È iniziata la costruzione della centrale solare fotovoltaica di Metoro, nella provincia di Cabo Delgado, nel nordest del Mozambico. Alla cerimonia ha partecipato il presidente della Repubblica, Filipe Nyusi. I lavori sono eseguiti dalla società portoghese Efacec mentre il progetto è stato sviluppato e gestito da Neoen, una IPP rinnovabile francese, ed è di proprietà congiunta di Neoen ed EDM attraverso la società Central Solar Metoro. Il finanziamento è garantito dalla Proparco, filiale dell’Agenzia francese per lo sviluppo dedicata ai privati. Il parco solare avrà la capacità di alimentare in elettricità 175.000 abitazioni mozambicane. Sulla carta, eviterà l’emissione di 49.000 tonnellate di Co2 all’anno. L’elettricità sarà venduta alla EDM sulla base di un contratto ventennale. [CC]