eSwatini

Afreximbank apre linea di credito per il governo di Mbabane

ESWATINI – La Banca africana di Import-Export – Afreximbank ha firmato con il reame d’eSwatini – già Swaziland – un accordo di finanziamento sotto forma di facilità di credito del valore di 140 milioni di dollari.

(233 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Australe

  • Angola Free

    A Hitachi ABB Power Grids incarico per progetto...

    ANGOLA - Viene descritto come il maggiore progetto di sviluppo fotovoltaico in Africa sub-sahariana l’incarico assegnato in Angola a un consorzio guidato dalla multinazionale energetica Hitachi ABB Power Grids.

    Ad annunciarlo è stata la stessa multinazionale con sede in Svizzera, precisando che il progetto è stato assegnato dal gruppo angolano MCA per conto del ministero dell’Energia e dell’acqua di Luanda e consiste in un contratto EPC per un progetto da collegare alla rete elettrica nazionale e rifornire con energia affidabile e pulita la popolazione angolana.

    Il progetto sarà sviluppato da un consorzio composto dalla società statunitense Sun Africa LLC e dall’angolana MCA.

    “Questo è uno dei progetti fotovoltaici più grandi e significativi mai realizzati”, ha detto Niklas Persson, amministratore delegato della business unit Grid Integration di Hitachi ABB Power Grids.

    In base alle informazioni disponibili, il progetto prevede la realizzazione di un impianto con capacità di 370 megawatt finanziato congiuntamente dall’Agenzia svedese per i crediti all’esportazione SEK e dall’istituto olandese ING Bank con 560 milioni di euro. [MV]

  • Sudafrica Free

    Webinar su opportunità in Sudafrica e strumenti per...

    SUDAFRICA - Venerdì 30 ottobre l’Ambasciata d’Italia a Pretoria organizza, in collaborazione con SACE, SIMEST, Agenzia ICE e Camera di commercio italo-sudafricana, un webinar dal titolo “Internazionalizzazione ed export come motori della ripartenza: le opportunità in Sud Africa e gli strumenti di SACE e SIMEST”.

    A comunicarlo è stata la stessa Ambasciata italiana, precisando che l’evento online si propone di fornire alle imprese italiane interessate maggiori informazioni sul Sudafrica e sulla presenza del Sistema Italia nel Paese, nonché di presentare gli strumenti messi a disposizione da SACE e SIMEST con un focus specifico sul Paese e sulla regione.

    Il webinar si terrà venerdì 30 ottobre, dalle ore 10.00 alle 11.30. Informazioni sul programma e sulle modalità di registrazione per partecipare sono disponibili qui.

  • Mozambico Free

    Inizia la costruzione della centrale solare di Metoro

    MOZAMBICO – È iniziata la costruzione della centrale solare fotovoltaica di Metoro, nella provincia di Cabo Delgado, nel nordest del Mozambico. Alla cerimonia ha partecipato il presidente della Repubblica, Filipe Nyusi. I lavori sono eseguiti dalla società portoghese Efacec mentre il progetto è stato sviluppato e gestito da Neoen, una IPP rinnovabile francese, ed è di proprietà congiunta di Neoen ed EDM attraverso la società Central Solar Metoro. Il finanziamento è garantito dalla Proparco, filiale dell’Agenzia francese per lo sviluppo dedicata ai privati. Il parco solare avrà la capacità di alimentare in elettricità 175.000 abitazioni mozambicane. Sulla carta, eviterà l’emissione di 49.000 tonnellate di Co2 all’anno. L’elettricità sarà venduta alla EDM sulla base di un contratto ventennale. [CC]
  • Sudafrica Free

    Le grandi città si preparano alla svolta green

    SUDAFRICA - Le più grandi città del Sudafrica si stanno preparando per procurarsi in maniera autonoma l’energia di cui hanno bisogno dopo che il ministero dell’Energia ha approvato una norma che consente questa svolta. Johannesburg e Città del Capo, che hanno una popolazione complessiva di circa 10 milioni di persone, prevedono di diversificare dall’elettricità prodotta principalmente dal carbone e dall’utility Eskom con fonti più sostenibili. “La città sta cercando 300 MW di energia rinnovabile”, ha dichiarato a Bloomberg Kadri Nassiep, direttore esecutivo di Città del Capo per l’energia e il cambiamento climatico. “Se si ottiene tutta la chiarezza e si procede con i piani, potremmo iniziare a vedere una maggiore diversificazione delle nostre risorse energetiche come città in circa tre/cinque anni”. Oltre a migliorare la sicurezza delle forniture di energia, gli ultimi sviluppi consentiranno alle città di dare un contributo maggiore nella lotta al cambiamento climatico utilizzando energia che non si traduce nell’emissione di gas serra. [MS]
  • Botswana Free

    Gaborone aderisce a iniziativa USA su minerali...

    BOTSWANA - Il governo di Gaborone ha firmato un memorandum d’intesa con il dipartimento statunitense per le Risorse energetiche al fine di aderire ufficialmente all’Iniziativa di governance per le risorse energetiche (ERGI).

    A comunicarlo è stato il Dipartimento di Stato americano, ricordando che l’iniziativa ERGI si propone di promuovere una gestione più efficace ed efficiente del settore minerario e delle catene di approvvigionamento dei minerali energetici strategici, condividendo le migliori pratiche a livello internazionale e incoraggiando la parità di condizioni per gli investimenti.

    Istituita lo scorso anno dal governo statunitense, l’iniziativa ERGI riunisce sinora cinque Paesi: oltre a Stati Uniti d’America e Botswana anche Australia, Canada e Perù e riguarda in particolare la scoperta e lo sviluppo di riserve minerali strategici utilizzati per le batterie elettriche. [MV]

  • Angola Free

    Economia in netta contrazione nel secondo trimestre

    ANGOLA - Il prodotto interno lordo dell’Angola è calato dell’8,8% nel secondo trimestre di quest’anno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

    E’ quel che emerge dagli ultimi dati resi noti dall’Istituto nazionale angolano delle statistiche (INE), smentendo in questo modo i precedenti dati diffusi dal governo che per il secondo trimestre del 2020 riferivano di un calo delle attività economiche del 4,6%.

    Secondo quel che ha dichiarato la direttrice dell’INE, Channey Rosa John, la contrazione va attribuita principalmente alle prestazioni negative del settori della pesca (-27,8%), dell’industria diamantifera, (-15,6%), dei trasporti (-78,9%) e delle costruzioni (-41%).

    Il calo registrato nel secondo trimestre aggiunge un impatto negativo dello 0,5% alla crescita prevista per quest’anno, che dovrebbe pertanto registrare nel 2020 una contrazione intorno al 4%, così come stimato in precedenza dal Fondo monetario internazionale (FMI). [MV]