Etiopia

In preparazione piano di sviluppo per il settore del caffè

ETIOPIA – L’Autorità etiope per il caffè e il tè (ECTA) sta preparando un programma per affrontare le sfide del settore del caffè nei prossimi 15 anni.

(129 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Orientale

  • Sudan Free

    Verso normalizzazione relazioni con Israele

    SUDAN - Il Sudan normalizzerà le relazioni con Israele. A sostenerlo è il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump confermando le voci che da tempo giravano sul possibile avvicinamento tra Khartoum e Tel Aviv. Questa mossa potrebbe infatti essere un ulteriore passo, dopo che il Sudan ha accettato di pagare un risarcimento alle vittime del terrorismo, per l’uscita del Paese africano dalla lista degli sponsor del terrorismo stilata degli Stati Uniti. Il riconoscimento è una svolta storica perché il Sudan è un nemico storico di Israele, fin dal 1948 quando nacque lo Stato ebraico. La decisione arriva settimane dopo il riavvicinamento a Israele da parte degli Emirati arabi uniti e del Bahrain. I due Stati del Golfo sono stati i primi in Medio Oriente a riconoscere Israele da 26 anni a questa parte. Nel 1994, la Giordania aveva firmato un accordo di pace con Israele preceduta dall’Egitto (1979). La Mauritania, membro della Lega Araba Africana, aveva riconosciuto Israele nel 2009, ma aveva interrotto i legami 10 anni dopo. Questa formalizzazione delle relazioni con Israele è condannata dai palestinesi, che vedono questa mossa come un tradimento della loro causa. Storicamente, i Paesi arabi hanno affiancato i palestinesi nei colloqui di pace con Israele appoggiandoli sul tema dei territori occupati nella guerra del 1967 e sulla creazione di uno Stato palestinese con Gerusalemme Est come capitale. Sulla normalizzazione delle relazioni tra Sudan e Israele non sono poi mancate voci critiche da parte di alcuni osservatori che hanno sottolineato come a questo punto si sia arrivati soprattutto per gli incentivi finanziari messi a disposizione di Khartoum e per le contemporanee pressioni diplomatiche esercitate.
  • Sud Sudan Free

    Crolla il valore del pound sudsudanese

    SUD SUDAN - La sterlina sudsudanese si è drasticamente deprezzata rispetto al dollaro. Il crollo si è registrato dopo l'annuncio da parte del governo di voler introdurre una nuova valuta. Sebbene i dettagli su come verrà lanciata la nuova valuta non sono stati ancora annunciati, si è scatenata una corsa alla vendita del pound che ha ne fatto crollare il valore. Giovedì 15 ottobre, un dollaro veniva scambiato per 700 sterline sudsudanesi sul mercato nero e 165 sterline al tasso della banca centrale. Una settimana prima, un dollaro valeva 500 sterline sudsudanesi sul mercato nero. Ciò ha costretto molti commercianti a Juba, Rumbek e Wau, le principali città del Paese, a chiudere i negozi, perché travolti dal crollo della domanda e incerti sui prezzi da stabilire. Ustaz Deng Makur, capo del dipartimento di Economia dell'Università di Juba, ha affermato che l'attuale fluttuazione del mercato è stata innescata dalla decisione del governo di cambiare la valuta. “L'aumento del valore dollaro si sta verificando perché le persone vogliono conservare i loro risparmi in dollari - ha spiegato -. In economia, se la domanda di qualcosa è troppo alta, può sicuramente facilitare l'aumento del valore”. [EC]
  • Uganda Free

    Tassi di interessi invariati

    UGANDA - La Banca centrale di Kampala non abbasserà i tassi. Il governatore ha confermato che il tasso di riferimento rimarrà al 7%. Una scelta che gli analisti descrivono come “cauta e prudente”. La Bank of Uganda ha notato un leggero incremento della domanda sia quella estera sia quella interna. Ciò, insieme all'allentamento del blocco dell'economia dettato dalla pandemia di coronavirus e a un tasso di cambio stabile, sta supportando una positiva ripresa economica. Tuttavia, la Banca centrale  ha avvertito che “le prospettive economiche sono estremamente incerte” e l'inflazione rimarrà al di sopra del 5% fino al 2022. “Sebbene non siano evidenti pressioni dal lato della domanda - spiegano i ricercatori della Banca centrale -, le pressioni sui costi derivanti da maggiori tasse sui prodotti di consumo e intermedi importati e le misure di allontanamento sociale potrebbero far aumentare l'inflazione nei prossimi mesi. Inoltre, le pressioni sui prezzi potrebbero aumentare a causa dell'ulteriore allentamento delle misure di blocco poiché le famiglie aumentano le spese che erano state costrette a differire”. Gli analisti finanziari prevedono però ricadute limitate sul tasso di cambio e sostengono che i tassi di interesse sui buoni del tesoro e sulle obbligazioni aumenteranno nel prossimo futuro sotto la pressione dell'aumento del debito pubblico nel mercato del debito locale. [EC]
  • Etiopia Free

    Due progetti di irrigazione a Borena e Shinelle

    ETIOPIA - La Ethiopian Construction Design & Supervision Works Corporation si è assicurata un accordo per supervisionare la costruzione di due progetti di dighe sotterranee in due Stati regionali per un costo totale di 18 milioni di Birr. I due progetti si trovano rispettivamente nelle zone di Borena e Shinelle degli stati regionali di Oromia e Somali. La Commissione per lo sviluppo dell'irrigazione (Idc) ha assegnato il contratto scegliendo tra un totale di sette candidati.  Il progetto della diga a Shinelle dovrebbe consentire di irrigare 20.000 ettari di terreno, mentre 10.000 ettari saranno forniti dal progetto della diga sotterranea di Borena. Con mezzo ettaro destinato per agricoltore, si stima che il progetto andrà a beneficio di 40.000 famiglie a Borena e 20.000 famiglie nella zona di Shinelle. L'Etiopia ha 12 bacini fluviali con un grande potenziale di acque sotterranee. Eppure la superficie irrigata totale, secondo stime correnti, è inferiore all'8% dei 15 milioni di ettari di terreno coltivato e solo il 20% circa dei 5,8-7,5 milioni di ettari stimati di terreno irrigabile. [MS]
  • Tanzania Free

    Dopo attacco a villaggio, rivendicazioni islamiste e...

    TANZANIA - Come prospettato fin da subito, quello condotto la scorsa settimana in Tanzania contro il villaggio di Kitaya è stato un attacco terroristico firmato da militanti islamisti legati ai gruppi attivi in questo momento nel nord del Mozambico.  A fornire una ricostruzione in tal senso è stato l’ispettore generale della polizia, Simon Sirro, secondo cui circa 300 uomini armati hanno condotto l’attacco per ritirarsi subito dopo in Mozambico. L’attacco, avvenuto lo scorso 14 ottobre, ha riguardato un villaggio che si trova sulle sponde del Rovuma, il fiume che segna il confine tra Tanzania e Mozambico, ed era stato comunque rivendicato dall’Isis. Da allora la polizia ha arrestato diverse persone sospettate, sia straniere che tanzaniane. [MS] 
  • Seychelles Free

    Alle urne per le elezioni presidenziali e parlamentari

    SEYCHELLES – Sono in corso da ieri, e dureranno fino a sabato sera, le elezioni parlamentari e presidenziali nell’arcipelago delle Seychelles. L’attuale presidente, Danny Faure, del partito di governo United Seychelles, arrivato sulla poltrona presidenziale dopo le dimissioni di James Michel nel 2016, è in lizza contro due avversari: il pastore anglicano Wavel Ramkalawan della Seychelles Democratic Alliance, e l’ex ministro del Turismo Alain St Ange, del partito One Seychelles. L'Assemblea nazionale, con 34 seggi, è l'unica camera del Parlamento Le operazioni principali si svolgeranno sabato nelle tre isole principali,  Mahé, Praslin e La Digue, mentre le giornate di ieri e oggi sono dedicate alle operazioni sulle isole più piccole.   I cittadini si recano alle urne in un clima di grande preoccupazione per l’economia, fortemente colpita dal crollo del turismo dovuto alla pandemia di coronavirus. [CC]