Libia

Gara Onu per audit Banca centrale

LIBIA – Sono state riaperte dall’Unsmil – la missione dell’Onu in Libia – le procedure per la gara su un audit finanziario dedicato alle due sezioni della Banca centrale libica.

(118 parole) - 3,90 Euro

Leggi tutto l'articolo

Bloccato
Acquista questo articolo
Singolo articolo

Acquista un singolo articolo per visualizzarne il contenuto

3,90 Euro

Abbonamento Canale

L’abbonamento a un Canale dà diritto a ricevere informazioni quotidiane su un'area geografica o un paese.

da 190 Euro

Abbonamento Area Tematica

L’abbonamento per canale tematico è pensato per chi ha interessi specifici determinati dalla propria attività e non strettamente legati a una precisa area geografica

da 350 Euro

Ultimi articoli della sezione Africa Nord

  • Algeria Free

    Gara internazionale per fornitura attrezzature...

    ALGERIA - Il ministero algerino della Difesa ha lanciato un avviso di gara internazionale aperto per la fornitura di attrezzature didattiche suddivise in quattro lotti.

    A segnalarlo è l’Ufficio di Algeri dell’Agenzia ICE, precisando che i lotti riguardano rispettivamente un centro di lavorazione a comando numerico, un laboratorio dinamico delle strutture, una serie di attrezzature per gli allenamenti di salvataggio in mare e la fornitura di cinque giroscopi didattici.

    Secondo le informazioni rese note, i relativi capitolati possono essere acquistato direttamente presso il Ministero della Difesa Algerino oppure tramite l'Ufficio ICE di Algeri (algeri@ice.it)

    La data di scadenza per la presentazione dell'offerta è stata fissata al 16 dicembre 2020. [MV]

  • Marocco Free

    Tanger Med Zones arriva seconda nella classifica...

    MAROCCO- È stata classificata seconda al mondo, per la qualità e l’ampiezza dei servizi che offre, la zona economica speciale di Tangeri Med, nel nord del Marocco. L’area portuale-industriale Tanger Med Zones spicca in alto nella classifica 2020 di Fdi Intelligence del Financial Times, solo dietro la DMCC di Dubai. «È la prima volta che una zona africana si colloca così in alto nella classifica» scrivono gli autori del rapporto, sottolineando la crescita significativa delle attività della zona economica speciale nello stretto di Gibilterra, uno dei più trafficati del continente africano. Nella classifica 2019 Tangeri si trovava in quinta posizione. Le Tanger Med Zones comprendono in realtà quattro reparti: automotive, industria manifatturiera, logistica e servizi offshore. Circa mille aziende orientate all’esportazione vi sono collocate, con circa 90.000 dipendenti alla fine del 2019. La sua posizione geografica, tra l’Europa, l’Africa e il bacino atlantico, consolida il suo ruolo di hub strategico. Nella top 10 delle global free zones figura un'altra destinazione africana: la Mauritius Freeport, che giunge alla nona posizione. Servizi logistici competitivi, sia dal punto di vista portuale che aeroportuale, fanno dell’isola un’ottima destinazione di transito e di sviluppo per le imprese. [CC]
  • Marocco Free

    Club Med annuncia piani per un nuovo resort

    MAROCCO - Il gruppo turistico francese Club Méditerranée, meglio noto come Club Med, ha annunciato l'intenzione di costruire un nuovo resort da 350 camere a Essaouira, sulla costa atlantica del Marocco.

    A darne notizia sono i media locali, precisando che il progetto rientra nell’ambito di un memorandum d’intesa firmato tra il ministero del Turismo di Rabat, l'Ufficio nazionale marocchino del turismo (ONMT) e la Società marocchina di ingegneria del turismo (SMIT) per sviluppare nuovi progetti nel Paese.

    Secondo quel che viene riportato, il memorandum riguarda in particolare tre iniziative che coinvolgono il gruppo turistico francese: la ristrutturazione del Resort Yasmina a Tetouan, lo sviluppo di un nuovo villaggio nella località turistica di Mogador a Essaouira e l'ampliamento e il rinnovamento del resort a Marrakech.

    I tre progetti avranno un investimento previsto pari a poco più di 140 milioni di dollari, favorendo la creazione di 600nuovi posti di lavoro. Il progetto più importante è appunto la costruzione del nuovo resort a Essaouira per un investimento paria circa 100 milioni di dollari.

    Essaouira è un attivo centro economico, turistico e artistico in Marocco, la cui medina è inserita nella lista del patrimonio mondiale UNESCO. [MV]

  • Egitto Free

    Agricoltura, vertice con Ifad per espandere...

    EGITTO - Il ministro egiziano della Cooperazione Internazionale Rania Al-Mashat ha incontrato Dina Saleh, direttore regionale per il Vicino Oriente, il Nord Africa e l'Europa presso il Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (Ifad) delle Nazioni Unite, per discutere di progetti in espansione e delineare future aree di cooperazione per migliorare la sicurezza alimentare e nutrizionale e sostenere mezzi di sussistenza resilienti. Il ministro ha osservato che i progetti si allineeranno ai principi della diplomazia economica del ministero per rafforzare i “partenariati globali per uno sviluppo efficace”. I progetti mirano principalmente a rafforzare la capacità degli agricoltori egiziani e migliorare il loro accesso alla conoscenza, alla finanza e ai mercati, nonché a sostenere le microimprese e le moderne pratiche agricole sensibili al fattore climatico, ha affermato Al-Mashat. La stessa ha aggiunto che l’inclusione di donne e giovani è prioritaria per garantire la sostenibilità delle comunità. Il ministro ha osservato che l'Egitto sta implementando una serie di progetti importanti, tra cui la trasformazione sostenibile per la resilienza agricola nell'Alto Egitto (Star), che dovrebbe andare a beneficio di circa 1,2 milioni di persone rafforzando le istituzioni rurali, sostenendo le microimprese di proprietà delle donne e l'accesso degli agricoltori ai mercati. Da parte sua, Dina Saleh ha affermato la disponibilità dell’Ifad a fornire supporto al governo egiziano per mitigare l’impatto negativo della pandemia nel settore agricolo. [MS]
  • Libia Free

    In corso colloqui diretti a Ginevra tra delegazioni...

    LIBIA - Stanno andando avanti a Ginevra e si concluderanno sabato colloqui diretti tra le delegazioni libiche che si contendono il controllo del Paese. I colloqui sono mediati dalle Nazioni unite.  Diversi osservatori ritengono complessa l’attuazione delle risoluzioni relative a sicurezza ed esercito anche a causa della presenza di milizie e mercenari.  Tuttavia si parte dai passi avanti delle ultime settimane con le dichiarazioni di entrambe le parti e cessate-il-fuoco unilaterali che però sembrano resistere agli eventi.  Sullo sfondo oltre alla presenza dei mercenari stranieri, restano le continue interferenze di Paesi stranieri. [MS]
  • Marocco Free

    Gruppo PSA pensa a un auto elettrica per consegnare la...

    MAROCCO - Il gruppo automobilistico francese PSA ha stretto un accordo con la società Poste Maroc (Barid al-Maghrib in arabo), responsabile dei servizi postali marocchini, per sviluppare un’auto elettrica da destinare specificatamente al recapito della corrispondenza.

    A darne notizia sono i media locali, precisando che l’intesa prevede di adattare la citycar Citroen Ami, un’auto al 100% elettrica, alle esigenze di Poste Maroc.

    Secondo quel che ha dichiarato il ministro dell’Industria marocchino, Moulay Hafid Elalamy, che ha presenziato alla firma dell’accordo tra il gruppo PSA e il gruppo Poste Maroc, l’auto elettrica sarà utilizzata specificamente per la rete di distribuzione di pacchi postali in tutto il Marocco e il suo sviluppo rappresenta primo passo per l'industria della mobilità elettrica urbana nazionale.

    "Questo accordo riflette la politica del nostro governo, rendendo gli appalti pubblici una leva per lo sviluppo degli ecosistemi industriali, creando nuovi posti di lavoro e sviluppando le esportazioni”, ha aggiunto Elalamy sottolineando come l’intesa contribuirà a creare un’industria ad alto valore aggiunto guidata dai principi dello sviluppo sostenibile. [MV]